Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Riflessioni sul CristianesimoRiflessioni sul Cristianesimo

di Pier Angelo Piai      indice articoli


Ragione e fede si illuminano a vicenda

Dicembre 2010

 

Ci sono molti cristiani che intuiscono la grandezza del messaggio evangelico, ma sono disorientati da numerose affermazioni contrastanti relative alla stessa esistenza del Gesù storico ed alla oggettività dei vangeli che ci sono stati tramandati. Oggi, comunque, abbondano gli studiosi credenti e non credenti e navigare su questo oceano di informazioni ed ipotesi è assai difficoltoso perché richiede una preparazione personale notevole che comprenda più discipline: teologia, cristologia, archeologia biblica, ermeneutica, esegesi, critica testuale, antropologia culturale, lingue antiche ecc.

Cosa può fare allora una persona comune che desidera mantenere una fede ragionevole? Certo, che il miglior metodo è lo studio assiduo delle varie problematiche.

Per chi effettivamente non ha il tempo disponibile all’approfondimento e deve fidarsi sugli esperti  propongo un approccio che non risolve immediatamente il problema, ma, anche se non è nuovo, aiuta a dissolvere alcuni luoghi comuni abbarbicati nella nostra visione della vita, attraverso il metodo delle domande, in un contesto di massima obiettività possibile.

Ponendoci una domanda, la mente si orienta alla ricerca di una risposta ed assume una posizione attiva nei confronti dell'argomento, riflette, ragiona e forma il proprio senso critico. Ma poi deve cedere anche alla fede affinché lo illumini.

Tutti gli interrogativi dovrebbero tener presente in modo parallelo e con onestà intellettuale, le  famose ipotesi già sviluppate nel passato: quelle della scuola critica (Gesù non è mai esistito storicamente e i vangeli sono mere invenzioni di fanatici religiosi) e quelle della scuola mitica (Gesù è storicamente esistito ma è stato gradualmente mitizzato).

Il cristiano è convinto che Gesù è realmente esistito, è morto e risorto, ed i vangeli riportano fedelmente gli eventi relativi alla sua figura.

Presupponendo, naturalmente, che si conosca bene i Vangeli, proviamo a prendere in mano il Nuovo Testamento e poniamoci più interrogativi possibile. Qui ne espongo alcuni. Su questa scia chiunque è invitato ad esporli...

 

 

Giovanni Battista

 

Tutti e quattro i Vangeli canonici gli danno un’importanza notevole, soprattutto  quello di Giovanni (che cronologicamente è il più tardivo).

Giovanni Battista, che viveva nel deserto, viene considerato l’ultimo dei profeti dell’Antico Testamento ed il precursore di Gesù.

La profezia di Giovanni il Battista è sconcertante: “Dopo di me viene uno che è più forte di me e al quale io non son degno di chinarmi per sciogliere i legacci dei suoi sandali...”  “Egli deve crescere, io diminuire”.

I contemporanei di Giovanni Battista erano convinti del suo ruolo di profeta.

Gli unici prodigi che si riferiscono alla sua persona sono relativi alla nascita ed alla visione della colomba durante il battesimo di Gesù che lui additava come il vero Messia. “Questi è il mio Figlio prediletto nel quale mi sono compiaciuto; ascoltatelo!”

 

Domanda 1: Come mai non vengono segnalati vistosi miracoli di Giovanni battista durante la sua vita?

D2: Quale uomo abbassa se stesso in quel modo per esaltare un altro?

D3: Perché Gesù si appella alla sua testimonianza obiettando ad una provocazione: “Il battesimo di Giovanni veniva dal cielo o dagli uomini?”

D4: Perché viene scelto un precursore dallo stile di vita così diverso da Gesù e che viveva nel deserto cibandosi di locuste e vestendo peli di cammello?

D5: Come mai viene fatto decapitare dal re Erode a causa di una ragazza (Salomè, figlia di Erodiade) durante la vita di Gesù e che senso ha?

D6: Come mai Giovanni Battista che precedentemente disse di Gesù «Ecco l'agnello di Dio, ecco colui che toglie il peccato del mondo!” in seguito mandò i discepoli dal carcere a chiedergli «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo attenderne un altro?».

D7: Perché Gesù disse: Io vi dico, tra i nati di donna non c'è nessuno più grande di Giovanni, e il più piccolo nel regno di Dio è più grande di lui?

   Pier Angelo Piai
   www.mondocrea.it

 

Chi volesse aggiungere altre domande sull'argomento "Giovanni Battista": e-mail piaipi@alice.it



La Ricerca della Verità
di Pier Angelo Piai


Altre Riflessioni sul Cristianesimo

 


Pier Angelo Piai offre ai suoi lettori la seguente raccolta di riflessioni in formato Pdf: Esistere con stupore




Inoltre ha iniziato a realizzare la versione audio in mp3 del Catechismo della Chiesa Cattolica con il testo integrale, per dare a chiunque la possibilità di ascoltarlo anche in determinati momenti della giornata (in auto, con l'iPod, con lettore mp3 ecc.). Potrà essere molto utile per i non vedenti e per tutti coloro che desiderano approfondire la retta dottrina della Chiesa.

 

Catechismo della Chiesa Cattolica in MP3


E' un lavoro molto impegnativo, é gradita quindi la collaborazione di chiunque ha la capacità e i mezzi per la registrazione audio in mp3.
Eventualmente scrivere a: piaipi@alice.it

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...