Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Dizionario Filosofico   Indice

Abduzione

 

Abduzione dal latino “abducere”, da “ducere”, condurre, tirare.

L'abduzione riguarda il sillogismo, quel processo logico per cui da una premessa maggiore e da una minore, consegue una conclusione.

Esempio:
“tutti gli animali sono mortali (premessa maggiore), tutti gli uomini sono animali (premessa minore), tutti gli uomini sono mortali (conclusione)”.

Questa la forma classica del sillogismo. Ma l'abduzione, come testimonia già Aristotele, riguarda un tipo di sillogismo particolare, quello in cui solo la premessa maggiore è vera, quella minore è invece incerta, verosimile o solo probabile (non dimostrabile), di conseguenza la conclusione non può che essere parimenti incerta, verosimile o solo probabile.

Esempio:
“Il corpo è mortale, l'anima è immortale, dunque l'anima sopravvive al corpo”.

E' chiaro che la premessa minore non è dimostrabile, per cui la conclusione non può risultare certamente vera. In genere, con il termine abduzione si indicano tutti i processi logici che portano a conclusioni incerte.

In epoca moderna, l'abduzione acquista un ulteriore significato con Charles Sanders Peirce, per cui sta ad indicare una conclusione ipotetica basata sull'osservazione di un caso particolare.


Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...