Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Enciclopedia   Indice

L'Alleanza del Nord


Nel 1996 i gruppi di opposizione ai Talebani si uniscono nel cosiddetto Fronte Islamico Unito per la Salvezza dell'Afghanistan, comunemente conosciuto sotto il nome di Fronte Unito, in supporto del deposto governo di Burhanuddin Rabbani. Il potere militare ed esecutivo è nelle mani del defunto Comandante Ahmed Sha Massoud, già Ministro della Difesa. L'Alleanza riceve aiuti da vari fronti: Iran, Russia e gli Stati vicini. La composizione del Fronte Islamico è varia.
I partiti islamici che ne fanno parte sono:
- Jamiat : fondato nel 1970 dagli studenti dell'Università di Kabul. Il leader fondatore è Burhanuddin Rabbani, allora docente presso la facoltà islamica di Legge. Insieme a Massoud, che è la figura di maggior prestigio, fa parte dell'etnìa Tagica ( musulmani sunniti, di lingua persiana). Massoud è stato ucciso in agguato kamikaze qualche giorno prima dell'attacco alle Twin Towers.
- Hizb-i Wahdat: è il partito a sostegno dell'etnìa hazara. Fondato da Abdul Ali Mazari per unire otto partiti della Shi'a in modo da salire al potere alla ritirata sovietica . L'attuale leader è Muhammad Karim Khalili.
- Junbish : formato in prevalenza da guerriglieri di etnìa uzbeca e da comunisti che hanno rovesciato il governo del presidente najibullah nel 1992. Include anche molti leader del vecchio regime, in prevalenza di lingua persiana, e qualche comandante mujaheedin uzbeco. Il capo è abdul rashid Dostum, che faceva parte delle milizie di Najibullah.
- Harakat-i Islam-yi Afghanistan : movimento islamico per l'Afghanistan. E' uno dei partiti Shi'a che non si è mai unito con Hizb-i Wahdat, capitanato dall'ayatollah Muhammad Asif Muhsini, che ha stretto un'alleanza con Jamiat dal 1993 al 1995. Ha combattuto nel centro dell'Afghanistan.
- Ittihad-i Islami bara Azadi Afghanistan : unione islamica per la liberazione dell'Afghanistan. Partito comandato da Abdul Rassul Sayyaf. Durante l'occupazione sovietica, il suo gruppo ha ricevuto enorme supporto dall'Arabia Saudita.

Violazioni umanitarie compiute dall'alleanza del nord.

- Fine 1999 - primi 2000 : profughi provenienti dai villaggi attorno a Sangcharak raccontano di esecuzioni sommarie, case incendiate, e saccheggi perpetrati durante l'occupazione del Fronte Unito. Molte delle esecuzioni sono compiute davanti agli occhi dei familiari delle vittime che sono in larga maggioranza di etnia pasthun , e, in alcuni casi, tagica.
- 20-21 settembre 1998: colpi di mortaio verso un mercato notturno nella parte nord di Kabul. 180 i morti stimati. Massoud nega di avere colpito dei civili.
- Fine maggio 1997: circa 3000 soldati Talebani vengono trucidati vicino a Mazar-i Sharif dalle forze del Comandante Abdul Malik Pahlawan, appartenete al partito Junbish. Le esecuzioni sono il frutto del cambio di rotta del comandante, che aveva stretto una temporanea alleanza con i Talebani. 
- Marzo 1995: Jamiat si rende responsabile di saccheggi e violenze dopo la presa di Karte Seh. Secondo un dossier del Dipartimento di Stato USA le truppe di Massoud non sono nuove a questo genere di cose.
- 11 febbraio 1993: raid da parte delle forze di jamiat e hizb-i Wahdat nella parte ovest di Kabul. Scompaiono o vengono uccise persone appartenenti all'etnia hazara. Si stimano più di 100 morti.

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...