Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Enciclopedia   Indice

Enzo Biagi


Biografia
Enzo Biagi nasce il 9 Agosto 1920 a Lizzano in Belvedere, un paesino dell'Appennino tosco-emiliano in provincia di Bologna.
Il padre è aiuto magazziniere di uno zuccherificio. Appena diciottenne inizia la carriera giornalistica lavorando come cronista al Resto del Carlino, e diventa professionista a 21 anni, età minima per entrare nell'albo professionale. Protagonista della guerra partigiana entra a Bologna con le truppe di liberazione e annuncia la fine del conflitto dai microfoni del Pwb.
Dal 1952 al 1960 dirige a Milano il settimanale Epoca; di questi anni è l'inizio del suo rapporto con la televisione destinato a rafforzarsi e durare nel tempo: entra alla Rai, e nel 1961 diventa direttore del telegiornale; nel 1962 fonda il primo rotocalco televisivo RT, e nel 1969 cura Dicono di lei, un programma d'interviste a personaggi famosi, alternando al lavoro in televisione l'attività di scrittore di libri e la collaborazione con La Stampa (di cui è inviato per una decina d'anni), la Repubblica, Il Corriere della sera e Panorama.
Le principali trasmissioni televisive sono Proibito, inchiesta di attualità sui fatti della settimana, due grandi cicli di inchieste internazionali, Douce France (1978) Made in England (1980) e un serie di servizi sul traffico d'armi, la mafia ed altri temi di stretta attualità della società italiana.
Ideatore e conduttore del primo ciclo di film dossier, nel 1982, e di questo secolo: 1943 e dintorni, nel 1983, ha conquistato il pubblico anche con numerose altre trasmissioni: 1935 e dintorni, Terza B, facciamo l'appello (1971), Linea Diretta (1985, 76 puntate); nel 1986 presenta le quindici puntate del settimanale giornalistico Spot, nell'87 e '88 Il caso (rispettivamente undici e diciotto puntate), nell'89 ancora Linea diretta cinquantacinque puntate, seguita in autunno da Terre lontane (sette film e sette realtà) e Terre vicine, sui mutamenti dei paesi ex comunisti dell'est.
Dal 1991 ad oggi Biagi realizza con la Rai un programma televisivo all'anno: I dieci comandamenti all'italiana (1991), Una Storia, Tocca a noi, La lunga marcia di Mao (sei puntate sulla Cina), Processo al processo su tangentopoli, Le inchieste di Enzo Biagi e il Fatto programma giornaliero di cinque minuti su avvenimenti e personaggi italiani (1995-1998).
Nel 1998 conduce due nuovi programmi, Fratelli d'Italia e Cara Italia.
Nell'ottobre 1999 parte la sesta edizione del Il Fatto.
Nel luglio 2000 è autore e volto del programma di RaiUno Signore e Signore, mentre nell'ottobre dello stesso anno è di nuovo in video con la settima edizione de Il Fatto.
   Fonte: www.ilmolinello.it

 

Dopo più di ottocento puntate de Il Fatto, Enzo Biagi è costretto a interrompere la trasmissione e terminare la propria collaborazione con la RAI a seguito di aspre polemiche a causa di una sua presunta faziosità negativa nei confronti dell'allora Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il quale mentre si trovava in visita ufficiale a Sofia, rilasciò una dichiarazione passata alla cronaca con la definizione giornalistica di Editto bulgaro.
Dopo cinque anni di silenzio torna in tv nella primavera del 2007 con il programma "RT - Rotocalco Televisivo".
A causa di problemi cardiaci Enzo Biagi muore a Milano il 6 novembre 2007.
Nel corso della sua lunghissima carriera ha pubblicato oltre ottanta libri.

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...