Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Enciclopedia   Indice

Geoffrey Chaucer   vita e opere

I filoni maggiori della letteratura dei secoli precedenti, il cortese-cavalleresco, il religioso e il realistico-borghese, convergono nell'opera di Geoffrey Chaucer (1340-45/1400). Londinese, funzionario alla corte dell'ultimo re feudale, Richard II, Chaucer osserva le rivolte contadine, la crisi economica, l'inizio della "guerra dei cent'anni", la decadenza della chiesa e del sistema feudale, conosce dall'interno nobiltà e borghesia. Rimpiange il mondo mistico-cavalleresco, ma guarda con realismo laico la classe cittadina in ascesa che è già in fervore riformistico e pre-rinascimentale. Piena di cultura italiana, francese, classica e biblica, l'opera di Chaucer parte con eleganti allegorie giovanili e la narrativa drammatica di Troylus e Criseyde, e culmina nella grandiosa sintesi dei I racconti di Canterbury (Canterbury Tales). Chaucer è uno scrittore praticamente senza seguito.

Biografia
Geoffrey Chaucer nacque a Londra nel 1340-45, da una famiglia originaria di Ipswich. Nel 1357 era paggio alla corte di Edward III. Nel 1359, al seguito del re, prese parte alla spedizione in Francia e fu fatto prigioniero. Al suo ritorno a Londra, pur continuando il suo servizio a corte, si dedicò agli studi legali. Intorno al 1366 sposò Philippa, una delle damigelle della regina. Nel 1369 partecipa alla nuova spedizione in Francia, guidata dal figlio di Edward III, il duca di Lancaster.

La corte impiegò Chaucer in missioni diplomatiche sfruttando le sue conoscenze legali. Fu in Italia nel 1372-1373 per trattare con i mercanti genovesi e ottenere dai banchieri fiorentini un prestito per la corona inglese. Nel 1378 fu a Milano, con lo scopo di assicurarsi l'alleanza dei Visconti contro i francesi. L'esperienza diretta della vita di tre città italiche come Genova Firenze Milano, e la conoscenza della cultura italica modificarono profondamente la cultura e il modo di scrivere di Chaucer, fino ad allora dominato dagli esempi del "Roman della rosa" e dei suoi epigoni francesi.

Dal 1374 al 1386 fu controllore delle gabelle sulle lane e sui pellami nel porto di Londra. Chaucer si ritirò poi nel Kent, dove era stato eletto membro del parlamento. Nel 1388 si recò in pellegrinaggio a Canterbury. Nel 1389- 1391 fu sovrintendente con vari incarichi, alle costruzioni reali di North Petherton (Somersetshire). Risiedette in questa lontana provincia fin quando, un anno prima della morte, tornò a Londra, dove morì il 25 ottobre del 1400.
fonte: www.girodivite.it/antenati/antenati.htm - an open content project



Articoli presenti sul sito riguardanti Geoffrey Chaucer:
Nella rubrica "
Riflessioni in forma di conversazioni" di Doriano Fasoli: conversazione con Piero Boitani, medievista, dantista, studioso del mito e della letteratura moderna.

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...