Home Page Riflessioni.it
DOVE IL WEB RIFLETTE!
14° ANNO

 

Enciclopedia   Indice

Alexander Lowen
vita e opere

 

Gli uomini pensano di risolvere tutto con la mente invece di "sentire". Ma il sentire non ha a che fare con l’intelligenza o con la forza. Solo lavorando su di sé, sul proprio corpo - grazie al quale l’uomo "sente" – l’uomo può curarsi e aspirare, come è sacrosanto, a una vita sana, libera, felice. Ed essere in grado di amare veramente.

                                                           Alexander Lowen


Biografia
Alexander Lowen, nato nel 1910 a New York, dove è sempre vissuto tranne il periodo degli studi di medicina a Ginevra, è il fondatore della cosiddetta analisi bioenergetica, di cui ha cominciato a descrivere i principi nel suo primo libro, Il linguaggio del corpo (1958).
Allievo di
Wilhelm Reich, che per primo aveva sottolineato l’importanza dell’analisi del carattere (1933), Alexander Lowen mette in luce come ognuno forma il proprio carattere, nei primissimi anni di vita, reagendo alle aggressioni e agli stimoli dell’ambiente e inibendo le proprie emozioni, il cui blocco si struttura a livello fisico. Ed è per questo che per arrivare a sciogliere i blocchi emozionali si deve "lavorare sul corpo" oltre che sulla mente, al fine di ritrovare il vero piacere di vivere.
Muore il 28 ottobre del 2008.

 

- Tra i Testi per Riflettere consigliamo la lettura di Paura di vivere di Alexander Lowen.

 

Bibliografia

Tutti i libri di Alexander Lowen sono stati tradotti in italiano. Eccoli, in ordine cronologico di pubblicazione in lingua originale.

-
Il linguaggio del corpo, Feltrinelli, Milano 1978-1997, traduzione di Paolo di Sarcina e Maura Pizzorno da Physical dynamics of character structure (The language of the body), MacMillan, New York 1958;
Perché molti pazienti in analisi non trovano sollievo alle proprie sofferenze e soluzione ai loro problemi? E da dove deriva la diffusa delusione per i risultati della terapia psicoanalitica? Per Lowen, in quello che è stato fin dal suo apparire un libro di culto, il limite consiste nel fatto che l'analista si occupa di sensazioni e percezioni corporee a livello verbale e mentale, quando invece l'organismo si esprime più chiaramente con il movimento che con le parole: nelle pose, nell'atteggiamento, in ogni gesto, esso parla un linguaggio che anticipa e trascende l'espressione verbale. Il linguaggio del corpo, se correttamente decodificato, può risultare molto eloquente e costituire per la tecnica analitica un materiale altrettanto valido dei sogni, dei lapsus, della libera associazione. L'individuo è un'unità, non scissa in mente e corpo, e studiare come si esprime un individuo significa osservare la sua motilità, ossia la manifestazione dell'emozione. Le tecniche dell'analisi e della terapia bioenergetiche consentono di curare il paziente nel suo complesso, perché permettono al terapeuta di analizzare non solo il problema psicologico, come farebbe qualsiasi analista, ma anche l'espressione fisica del problema stesso. E dalla doppia attenzione, verbale e corporea, deriva la possibilità di instaurare una relazione più ampia e profonda.
-
Amore e orgasmo, Feltrinelli, Milano 1968-97, traduzione di Andrea d’Anna da Love and orgasm, MacMillan, New York 1965;
Quali sono le cause dell'impotenza orgastica, dell'eiaculazione prematura nell'uomo e della cosiddetta "frigidità" nella donna? Fino a che punto l'atteggiamento attualmente prevalente nei confronti del sesso, quell'atteggiamento che si pretende affrancato dai vecchi pregiudizi, corrisponde a un'effettiva maturazione sessuale, e non è invece espressione nevrotica? Come si producono le figure del playboy, del "fratello maggiore" o del "conquistatore"? Quali fattori fissano la donna nel ruolo di oggetto sessuale-prostituta, di tipo materno, o di vergine-sorella? Quali sono i disturbi fisici dell'omosessuale? Perchè la donna omosessuale diventa "attiva" o "passiva"? Che cos'è l'omosessualità latente? Esprime un concetto valido questa definizione? E quali sono gli atteggiamenti che tradiscono l'omosessualità latente in un certo tipo di attività eterosessuale? L'analisi teorica è illustrata da un abbondante materiale clinico, da numerosi esempi di casi individuali per i quali Lowen ha attinto a una lunga esperienza professionale.
-
Il tradimento del corpo, Edizioni Mediterranee, Roma 1982, traduzione di Licia Mingione da The betrayal of the body, MacMillan, New York 1967;
In quest'opera Lowen descrive e analizza, attraverso le storie di alcuni drammatici casi, il modo in cui nascono i problemi emozionali che conducono l'individuo ad abbandonare la realtà, perdendo il contatto con le necessità e le sensazioni del proprio corpo. Il conflitto tra l'io e il corpo provoca una scissione nella personalità che influenza ogni aspetto della vita e del comportamento. L'io dissociato dal corpo è debole e vulnerabile, così come un sapere privo di sentimenti è vuoto e senza significato. Questi principi, secondo l'autore, vanno applicati nell'educazione e nella terapia psichica, eliminando all'origine i sensi di colpa, di pudore o vergogna che stanno alla base delle dissociazioni schizoidi. Il piacere fisico è una fonte vitale di benessere emotivo. Molte persone, tuttavia, negano al proprio corpo la capacità di godere e la possibilità di essere felice. Questo libro suggerisce una nuova via verso il soddisfacimento emotivo, attraverso la consapevolezza del proprio corpo e un gratificante rapporto tra corpo e mente. La Bio-energetica è un valido aiuto per risolvere alcuni casi di squilibrio emotivo, dando il giusto impulso alle necessità del corpo e al suo desiderio di felicità e amore. Atraverso terapie mentali e fisiche è possibile vincere complessi, problemi psicologici radicati che sono tra le cause della schizofrenia, e combatterla in modo positivo.
-
Il piacere. Un approccio creativo alla vita, Astrolabio, Roma 1978, da Pleasure. A creative approach to life, Penguin Books, New York 1970;
Una vita più creativa attraverso il piacere è la promessa di questo libro rivoluzionario. Definendo il piacere come una "esperienza del corpo", Lowen afferma che il piacere mentale puro non esiste e osserva inoltre che la capacità di provare piacere è anche capacità di autoespressione creativa.
-
La depressione e il corpo. La base biologica della fede e della realtà, Astrolabio, Roma 1980, traduzione di G. Ottavio Rosati da Depression and the body, Penguin Books, New York 1972;
Il fondatore dell'analisi bioenergetica propone in questo libro un nuovo approccio a una delle più controverse malattie mentali: la depressione. La teoria e la pratica di un trattamento teso allo scioglimento dell'aggressività e dei conflitti irrisolti che bloccano la salute e la capacità di espansione del paziente depresso.
-
Bioenergetica, Feltrinelli, Milano 1983-1994, traduzione di Lucia Cornalba e supervisione di Luigi De Marchi da Bioenergetics, Coward, McCann & Geoghegan, New York 1975;
"La bioenergetica è una tecnica terapeutica che si propone di aiutare l'individuo a tornare ad essere con il proprio corpo e a goderne la vita con quanta pienezza possibile. Questo risalto dato al corpo comprende la sessualità, che ne è una delle funzioni fondamentali. Ma comprende anche funzioni ancor più basilari come quelle di respirare, muoversi, sentire ed esprimere se stessi. Una persona che non respira a fondo riduce la vita del corpo. Se non si muove liberamente, limita la vita del corpo. Se non sente pienamente, restringe la vita del corpo. E se reprime la propria autoespressione, limita la vita del corpo." Con queste parole Alexander Lowen definisce l'orizzonte del libro in cui fissa i criteri e gli scopi della sua disciplina terapeutica, dispiegandone i metodi e le pratiche corporee. Così, se il processo di crescita dell'individuo per qualche verso si blocca, la bioenergetica può diventare "l'avventura della scoperta di se stessi" che permette di appropriarsi del proprio corpo e di risolvere quei sintomi psicosomatici che potrebbero affliggere l'esistenza.
Con una nota introduttiva all'edizione italiana di Luigi de Marchi.

-
Paura di vivere, Astrolabio, Roma 1982, traduzione di Cristina Spinoglio da Fear of life, MacMillan., New York 1980;
Vogliamo amare, ma abbiamo paura di renderci vulnerabili. Vogliamo aprirci, ma abbiamo paura del rifiuto. Vogliamo sentimenti profondi, ma abbiamo paura di farci schiacciare dalle emozioni. Condizionati a cercare il successo in termini sociali invece che umani, ci diamo a un'attività frenetica. Da questo conflitto nasce una tremenda disperazione, perché il dolore è costantemente presente sotto la superficie della nostra vita convulsa.
-
Il narcisimo. L’identità rinnegata. Feltrinelli, Milano 1985-97, traduzione di Stefano Magagnoli da Narcisism. Denial of the True Self, MacMillan, New York 1983;
Il narcisismo è da alcuni anni uno dei temi privilegiati delle discipline psicologiche. Inoltre, il "narcisismo" è diventato una delle parole chiave in vari tentativi - si pensi anzitutto ai lavori di Christopher Lasch - di comprendere non solo la psicologia individuale, ma anche la cultura delle società in cui viviamo. Con questa ricerca Alexander Lowen, lo psicoanalista che ha proseguito con più precisione e autorevolezza il cammino aperto da Wilhelm Reich, dà un contibuto originale e illuminante alla comprensione di quello che sta diventando, a giudizio di molti, il male più diffuso e allarmante dell'uomo contemporaneo. Attraverso una serie di "storie di casi", di esempi che permettono una comprensione agevole anche al non specialista, l'autore mette a fuoco la figura del narcisista e mostra come le terapie bioenergetiche - che arricchiscono la pratica analitica tradizionale con tecniche terapeutiche tese all'autoespressione e al recupero di una vita corporea piena - si applichino con efficacia ai disturbi narcisistici. Vittima e al tempo stesso capace di infliggere terribili sofferenze, il narcisista è, nell'analisi di Lowen, innanzitutto caratterizzato da un'ostinata negazione dei sentimenti che lo condanna a desolanti rapporti manipolatori e inautentici. Di particolare interesse è l'attenta ricognizione di quel "linguaggio del corpo" che nel narcisista anticipa e trascende l'espressione verbale.
-
Amore sesso e cuore, Astrolabio, Roma 1989, traduzione di Laura Tommasi da Love, sex and your heart, MacMillan, New York 1988;
Il legame tra sesso e cuore è soltanto simbolico, un portato della nostra cultura, oppure è reale e concreto? Ecco un nuovo libro di Lowen che intende approfondire questo dilemma analizzando la misura in cui la vita fisica è legata a quella affettiva e in cui la salute del corpo è condizionata dal benessere emotivo.
-
La spiritualità del corpo. L’armoia del corpo e della mente con la bioenergetica, Astrolabio, Roma 1991, traduzione di Augusto Menzio da The spirituality of the body. Bioenergetics for grace and harmony, MacMillan, New York 1990;
Lowen estende il rapporto mente-corpo ampliandolo fino ad abbracciare la spiritualità, intesa però non nel convenzionale senso religioso bensì come la ricerca di un'armonia tra corpo, mente ed emozioni, cioè di una condizione che Lowen chiama lo stato di grazia.
-
Arrendersi al corpo. Il processo dell’analisi bioenergetica, Astrolabio, Roma 1994, traduzione di Luciana Baldaccini da Joy: the surrender to the body, MacMillan, New York 1994;
Dopo 48 anni di pratica clinica, il padre dell'analisi bioenergetica descrive i principi del suo approccio e ne illustra l'applicazione narrando i casi clinici dei suoi clienti. La bioenergetica, basata sull'identità funzionale dei processi fisici e psicologici, mira ad aiutare l'individuo a riscoprire e liberare il proprio animo. Questo obiettivo si articola in tre fasi: la consapevolezza di sé e del proprio corpo; la piena espressione dei sentimenti spesso frustrati nell'infanzia, come la rabbia e la paura, e infine il possesso di sé, ovvero la libertà di essere se stessi, di accettare e riconoscere le proprie sensazioni senza più sensi di colpa e vergogna.
-
Lowen Alexander e Lowen Leslie, Espansione e integrazione del corpo in Bioenergetica, Manuale di esercizi pratici, Astrolabio, Roma 1979, traduzione di Ottavio Rosati da The way to vibrant health, Harper & Row, New York 1977.
Il primo manuale di esercizi bioenergetici ideato da Lowen, combinando il lavoro sul corpo con quello sulla mente. Come lavorare alla comprensione e alla trasformazione della personalità attraverso la respirazione, il metabolismo e la scarica di energia del movimento.

Inoltre, sempre in italiano:
-
Stress e malattia, Istituto di Psicologia Somatica, Milano-Roma 2001, traduzione di Cina Miniutti da Stress and illness, a bioenergetic view, IIBA, 1998;
-
Volontà di vivere e voglia di morire, Milano 2004, traduzione a cura del centro di documentazione W. Reich di Milano, da Will to live and wish to die, IIBA 1998

fonte: www.alessandracallegari.it

Per ricevere Gratis
gli aggiornamenti
di Riflessioni.it

Iscriviti alla
NEWSLETTER


Un solo invio al mese

Utenti connessi

Riflessioni
 
I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni si legga la pagina: NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2014

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss

Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...  - RIFLESSIONI.it - Dove il Web Riflette!
riflessioni
Seguici su Facebook     Google plus