Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

esoterismo

Riflessioni sull'Esoterismo

di Daniele Mansuino   indice articoli

Comunismo, cosmismo, magia e UFO

Gennaio 2016

 

Ho già accennato alla presenza del cosmismo negli USA, dove oltre che nel campo dell’astronautica è attivo in molti altri settori : dal transumanismo all’immortalismo, dall’industria informatica al mind uploading.

Uno dei suoi pionieri in quella nazione fu Jack Parsons (1914-1952), passato alla storia come l’inventore del combustibile solido per razzi.

L’interesse di Parsons nei confronti dell’esoterismo era di lunga data : fin dall’adolescenza aveva coltivato rapporti epistolari con Aleister Crowley, che considerava un secondo padre.

Poi, negli anni del college, era stato conquistato dalla lettura de L’esplorazione dello spazio cosmico per mezzo di dispositivi a reazione di Ciolkowski (vedi il mio articolo Il cosmismo in Unione Sovietica - seconda parte) e aveva preso contatto con l’anziano scienziato polacco/sovietico, scoprendo di condividere con lui non solo la passione nei confronti dell’astronautica, ma anche quelle per la fantascienza e per la magia.

La passione esoterica di Parsons avrebbe avuto un peso nel suo ingresso del mondo della missilistica, grazie all’incontro che gli procurò con Theodor von Karman (1881-1963) : uno scienziato che in quegli anni era dedito a scoprire praticamente tutto quello che c’era da scoprire nel campo della fisica aerospaziale, ovvero (per quelli che ci capiscono qualcosa) : le Equazioni di Foppl e Karman sulle grandi deformazioni di piatti elastici, il Modello reticolare di Born e Karman in cristallografia, l’Approssimazione di Chaplygin, Karman e Tsien sul flusso potenziale, l’Equazione di Falkowich e Karman sul flusso transtronico, la Costante di von Karman sulla turbolenza di parete, la Linea Karman, l’Equazione di Karman-Howarth sulla turbolenza, la Correlazione di Karman e Nikuradse sul flusso viscoso, il Parametro di Karman e Pohlhausen sullo strato limite, la Trasformazione di Karman e Treffz sulla teoria laminare, la Legge di Prandtl e von Karman sulla velocità di efflusso in canali aperti, l’Equazione integrale di von Karman sullo strato limite, l’Ogiva di von Karman, i Vortici di von Karman sul flusso a valle di un cilindro, la Correzione alla compressibilità di von Karman e Tsien, il Principio di Haar e Karman sulle soluzioni elastoplastiche olonome e il Modello di piastra di Karman e Margherre (da Wikipedia).

Non un pigro.

Von Karman diceva di essere un discendente di Rabbi Low, il qabbalista praghese che aveva creato il golem, ovvero l’uomo artificiale. Jack Parsons lo incontrò negli ambienti del transumanismo, e fu proprio lui a metterlo in contatto con Frank Malina (1912-1981) : il genio americano della combustione rallentata degli esplosivi - disciplina pericolosissima, ma necessaria per realizzare i carburanti adatti ai voli spaziali.

Sia Parsons che Malina erano comunisti ; ma nell’America degli anni quaranta, alleata dell’Unione Sovietica, la cosa non era ancora necessariamente collegata a persecuzioni personali.

Insieme avrebbero fondato nel 1942 una ditta privata, la Aerojet, che era quanto di più avanzato potesse esistere nel mondo di allora nel campo degli esplosivi. Negli anni successivi ricevettero commesse militari per milioni di dollari, e Malina - pacifista convinto - fu più volte sul punto di ritirarsi, sconvolto dall’idea che i frutti del suo intelletto stessero convertendosi in armi assassine ; ma non lo fece mai.

Intanto Parsons era entrato nell’OTO, e malgrado l’età ancora giovane il suo intimo rapporto con Crowley, la sua ottima competenza di Ermetismo e (non ultimi) i milioni, giocarono un ruolo importante nell’assicurargli una rapida carriera.

Era Pasadena a quei tempi il più importante centro dell’OTO negli USA : lì lavorava la leggendaria Loggia Agape, di cui Parsons prese il controllo.

Con quel materiale umano, si dedicò alla creazione di quella che è considerata la prima comune della controcultura americana : il Parsonage.

In essa si possono riscontrare le radici, o meglio i fermenti, del movimento delle comuni che sarebbe sviluppato, prima in California e poi nel mondo, una ventina d’anni dopo : le esperienze con le droghe (vissute non in senso edonistico ma esoterico, ovvero come sperimentazione di stati dell’essere alternativi), la libertà sessuale, la militanza politica di sinistra.

Per quanto le autorità americane non si preoccupassero molto di quanto avveniva al Parsonage (allora più di oggi era forte in America il principio che a casa sua ognuno può fare quello che vuole, soprattutto un famoso scienziato con forti protezioni governative), sembra che paradossalmente sia stato proprio Crowley - forse l’unico uomo al mondo che Parsons considerava superiore a lui - a porre un freno a quell’esperienza.

E’ probabile che, quando cominciarono a correr voci (naturalmente riprese subito dalla stampa, e non solo in USA) di donne incinte che danzavano nel fuoco, ragazzini sodomizzati eccetera, nella mente del vecchio mago sia scattata una sorta di allarme - lo spettro delle tremende persecuzioni di cui era stata fatta oggetto la sua Abbazia di Thelema, a Cefalù.

Fu certamente per tutelare l’attività del suo discepolo, a cui teneva molto, che gli scrisse di smettere, e Parsons si conformò : non sciolse il Parsonage, ma ne confinò le attività in una dimensione più privata.

Da quell’esperienza gli sarebbero anche venuti guai personali molto simili a quelli che avremmo sperimentato in seguito noi hippies degli anni settanta, sintetizzabili nel precetto : Non provare a cambiare le cose fuori se non sei cambiato dentro. Sua moglie Helen si era innamorata di un altro, e lo piantò ; allora Jack si mise con la sorella di lei, Betty, cercando di impostare anche questa nuova relazione secondo i canoni del libero amore - ma era tanto innamorato che diventò gelosissimo, litigavano, si picchiavano, eccetera. Alla fine anche Betty lo avrebbe piantato per mettersi con un altro ragazzo della comune, un certo Ron Hubbard…

Parentesi - non c’è trip al mondo che possa far sballare uno studioso di esoterismo più del fatto che Ron Hubbard abbia cominciato proprio da lì ; e sulla base di questa informazione, possiamo provare a sbizzarrirci per rimediare a Scientology (che non ce l’ha) una genealogia iniziatica all’altezza.

Dunque vediamo - in principio c’era la Scuola Ermetica Napoletana - poi Bulwer-Lytton o qualcun altro di quegli Inglesi matti dell’Ottocento va a Napoli e si fa iniziare - poi va in Inghilterra e fonda la SRIA, ovvero la Societas Rosicruciana in Anglia, costola della Gran Loggia Unita d’Inghilterra, nonché la più importante e autorevole organizzazione paramassonica del mondo - poi dalla SRIA viene fuori la Hermetic Brotherhood of Luxor, o forse no, è il contrario, forse è dalla Hermetic Brotherhood of Luxor che è uscita la SRIA - comunque vabbè, la Hermetic Brotherhood of Luxor inizia Fyodorov che inizia Lenin che inizia un po’ di bolscevichi assortiti, e di lì, in un momento di distrazione, viene fuori il comunismo - ma lasciamo perdere questo piccolo dettaglio collaterale - poi Fyodorov inizia Ciolkowski, e di lì viene fuori il cosmismo - poi ovviamente Ciolkowski inizia Vernadskij che inizia Gagarin, e l’Uomo parte alla conquista dello spazio - poi Ciolkowski inizia anche Parsons (probabilmente per corrispondenza) e Parsons dà vita all’Alan Parsons Project, ah no, pardon, quello è un altro Parsons - cioè volevo dire, in virtù della sua iniziazione cosmista Parsons entra in contatto con Malina, insieme al quale fonda l’astronautica negli Stati Uniti - e nel frattempo, già che c’è, si ricollega anche all’OTO - ovvero con la linea crowleyana proveniente dalla Golden Dawn - che proveniva dalla Hermetic Brotherhood of Luxor, cioè no dalla SRIA - mamma mia, c’era davvero troppa anfetamina in questo trip - perdonate questa piccola deviazione e non tenetene conto, l’esoterismo è una cosa seria - fine della parentesi, e che Dio vi benedica.

Comunque sia, sul ruolo di Ron Hubbard nei lavori californiani dell’OTO (e ancor di più, nei lavori cosmisti che si appoggiavano all’OTO) saranno utili ai lettori i prossimi due articoli, dedicati alla famosa Operazione Babalon : il punto più elevato delle attività cosmiste negli Stati Uniti, le cui conseguenze - nei più disparati campi della cultura - sono ancora ben lontani dall’essere stati pienamente analizzati.

Per il momento, vorrei segnalare solo il suo aspetto esoterico più generalmente riconosciuto, su cui già molto è stato scritto : l’aver avviato - in America e in tutto il mondo - il boom dell’ufologia.

Finita la guerra, l’Aerojet andò in crisi per mancanza di commesse. Parsons vendette subito la sua quota ; invece Malina, pur continuando a versare amare lacrime sulle vittime dei suoi esplosivi, si tenne la propria. Sarebbe stato ripagato pochi anni dopo, quando vennero a cercarlo dalla NASA, e l’Aerojet divenne davvero ciò che lui e Parsons avevano sognato negli anni idealisti della gioventù - il fornitore dei carburanti per la conquista americana dello spazio.

Allora Parsons sarebbe voluto rientrare, e Malina - che ben conosceva le sua capacità professionali - lo avrebbe ripreso volentieri, ma fu il governo a porre il veto : si stava entrando nella Caccia alle Streghe, e quelli che non consideravano Parsons un pericoloso satanista lo consideravano un pericoloso comunista.

Posto nell’impossibilità di continuare il suo lavoro, Parsons reagì continuando la sperimentazione con gli esplosivi nella cucina di casa e buttandosi a capofitto nella magia, col nome magico di Belarion Armiluss Al Dajjal (l’ultimo, come è noto, è il nome islamico dell’Anticristo). Nel 1952, in seguito a un esperimento con gli esplosivi, la sua casa saltò in aria, e non vennero ritrovati di lui nemmeno piccolissimi pezzi.

In quel tragico episodio vennero riscontrati molti aspetti poco convincenti. Perseguitato dal FBI, è stato ipotizzato che volesse fuggire in Russia, e che qualcuno abbia voluto impedirgli di portare con sé le sue conoscenze nel campo della combustione rallentata. Ma è anche vero che nel Liber 49 egli aveva affermato di voler portare avanti il suo servizio a Babalon fino al sacrificio supremo, per cui è possibile che si sia suicidato.

Una terza ipotesi riguarda il fatto che in quei giorni Parsons era asceso al 9° grado dell’OTO, il cui simbolismo è fondato sul cambiamento di identità : per questo qualcuno ipotizzò che non fosse morto e stesse vivendo una nuova vita sotto copertura, in Russia o negli USA.

Fu un altro cosmista (ed era di origine italiana) il fondatore dell’ufologia in Argentina, nonché probabilmente il primo ricettore di un certo peso delle correnti sottili che Babalon aveva liberato : l’ex calciatore dell’Estudiantes e della Nazionale Juan Posadas (1912-1981).

Dirigente trotzkista e leader sindacale di forte peso, Posadas mischiava nei suoi discorsi e nei suoi libri il marxismo e le rivelazioni aliene. L’affascinante sistema di pensiero da lui delineato, il posadismo, prevede un mondo futuro incentrato sull’esplorazione dello spazio e - sul piano sociale - paritario al livello più estremo : per esempio, gli uomini avrebbero dovuto imparare i linguaggi delle varie specie animali, per comunicare con loro e rendersi conto delle loro esigenze.

Negli anni cinquanta-sessanta, i posadisti divennero tanto forti da secessionare dalla Quarta Internazionale trotzkista e crearne una nuova. Poiché in seguito alle comunicazioni ricevute Posadas dava per certo che sarebbe venuta presto la guerra nucleare, nelle sue scuole per quadri gli insegnamenti vertevano soprattutto sul dopobomba ; sia a livello di sopravvivenza che per quanto concerneva la situazione politica, che sarebbe stata caratterizzata dalla realizzazione del comunismo sotto la guida della Cina.

Attivi in Algeria e nella Rivoluzione cubana, un brutto danno di immagine sarebbe derivato ai posadisti dal loro divorzio dal castrismo, in seguito al quale gli esponenti cubani del movimento vennero imprigionati.

Il posadismo fu stroncato nel sangue. Quando nel 1963 il sindacalista Roberto Pinto fu assassinato in Brasile alla testa di un corteo di braccianti, fu solo il primo di una serie di almeno una dozzina di omicidi politici che cancellarono dall’America Latina tutti i loro principali dirigenti, e in seguito ai quali molti militanti si dispersero per paura o per mancanza di guida.

Alla fine del decennio, si stimava che il numero dei posadisti rimasti nel mondo non superasse il migliaio, buona parte dei quali attivi nella guerriglia, soprattutto in Guatemala ; oggi i pochi superstiti hanno deposto le armi e si limitano all’ufologia (ce n’è un bel gruppo in Germania).

Vicino alle posizioni di Posadas era anche un altro ufologo italo-argentino : Dante Minazzoli (1918-1996), cosmista monista di scuola ciolkowskiana. Del suo complesso pensiero, notevole è soprattutto la sua presa di posizione in favore del contattismo ufologico : ovvero delle persone che ritengono di essere in contato mentale con gli alieni e di ricevere messaggi da loro, personaggi solitamente guardati con diffidenza dai puristi dell’ufologia.

Marxista assai profondo, Minazzoli vedeva nel contattismo un possibile punto d’incontro (e di snodo) tra materialismo e trascendenza : per suo tramite, l’ultranaturale poteva entrare nella storia umana lasciando salva l’impostazione marxista della struttura dell’Universo.

Le società extraterrestri sono modellate su basi eticamente più giuste delle nostre, e per questo finché esisterà il capitalismo gli extraterrestri impediranno all’umanità di emigrare verso le stelle. Il rapporto con gli UFO rappresenta quindi il problema sociale e politico più formidabile che abbia mai afflitto l’umanità terrestre, ed è per questo che i governi cospirano per mantenere nascosta ai cittadini l’esistenza degli alieni.

Capitalismo e burocrazia dovranno morire, abbandonare lo scenario della storia. La linea d’azione delle masse conduce a questo obbiettivo. Gli ufologi devono comprendere, e anche i marxisti, che le civiltà dello spazio si muovono nella stessa direzione ; con metodi diversi da quelli delle masse, però gli obbiettivi coincidono.

Nell’ambito di queste differenze di metodi possiamo annoverare anche l’enorme superiorità della scienza e tecnologie aliene su quelle umane, che - nel caso di un’azione rivoluzionaria coordinata di proletariato e extraterrestri - renderebbero superfluo l’uso della violenza : a titolo di esempio, Minazzoli ventilò la possibilità che il Presidente Reagan venisse trasformato in un coniglio.

In verità, nell’immediato dopoguerra, ufologia e comunismo apparivano davvero strettamente legati. La gran quantità di messaggi di alieni che negli anni cinquanta - con gran risalto della stampa - sconvolsero l’America, se da un lato parevano rivolti a pubblicizzare le esperienze spaziali, sul piano dell’analisi politica potevano essere considerati profondamente di sinistra.

Tra i primi contattisti di fama nazionale, il più famoso - George Adamski (1891-1965) - affermava che sugli altri pianeti esistessero forme di governo di tipo comunista ; e sulla Terra, la Russia avrebbe dominato il mondo, e allora avremmo avuto un’era di mille anni di pace.

Adamski incitava gli Americani a rinunciare al consumismo e a mettere i beni in comune. Le autorità federali si occuparono di lui, che però negava sdegnosamente di essere comunista : anzi,  proclamava sé stesso il più sincero dei patrioti - semplicemente, si limitava a riferire i messaggi degli alieni.

La CIA restò letteralmente abbagliata dal prodigioso successo delle sue tecniche di informazione ; tant’è vero che da un certo momento in poi, invece di combatterle, si dedicò alla formazione di una folta schiera di agenti contattisti le cui comunicazioni dagli UFO apparentemente scavalcavano a sinistra le posizioni di Adamski, ma differivano nelle conclusioni, spingendo la gente su lidi più destrorsi : un sistema che diede risultati brillantissimi, e ancora oggi - applicato al mondo del channeling - è in piena fioritura.

In effetti, nel channeling (fenomeno che ho esaminato in 666) non importa molto se dalla parte di chi trasmette ci siano extraterrestri o chi altro : quello che conta è la replica dell’antichissimo modello cui ho accennato nel primo articolo di questa serie, Trasmutazione interiore - un personaggio dotato di poteri particolari, lo sciamano, si fa carico di intrattenere i contatti con gli altri “stati dell’essere” a nome dell’intera tribù, o dell’umanità.

Da quel modello avrebbe tratto ispirazione anche la stregoneria, che negli stessi anni cinquanta fu rilanciata nel mondo anglosassone dall’opera di Gerald Gardner Witchcraft today (a sua volta ispirata da Il Dio delle streghe di Margaret Murray), da cui nacque la Wicca.

La Wicca è una notevolissima variante moderna della magia operativa, che molto difficilmente però può vantare realmente la linea di successione dalla stregoneria medievale che si è autoattribuita : sono molto più evidenti i suoi legami con l’occultismo ottocentesco di scuola inglese (ovvero di quelle stesse cerchie che ebbero parte nelle origini del marxismo e del cosmismo).

Del resto, non a caso, anche la Wicca può essere considerata di sinistra - la venerazione di una dea madre e la lotta in favore del’ambiente sono due tra i suoi temi dominanti, e forte fu la sua parte nella genesi del movimento no global dei primi anni duemila.

Un incantesimo è una storia che raccontiamo a noi stessi, e che dà forma al nostro mondo emozionale e psichico. I media e le autorità raccontano una storia così pervasiva che la maggior parte della gente la confonde erroneamente con la realtà (…). Il controincantesimo è semplice : raccontare una storia diversa (Starhawk).

Nota : ancora una volta devo dichiarare il mio debito verso il libro Comunismo magico di Francesco Dimitri, da cui ho tratto buona parte dei materiali di questo articolo.

 

   Daniele Mansuino

 

Altri articoli sull'Esoterismo

 

Daniele Mansuino offre gratuitamente il suo Ebook:

666 Daniele Mansuino

Scaricalo nel formato PDF > 666

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...