Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

esoterismo

Riflessioni sull'Esoterismo

di Daniele Mansuino   indice articoli

Entrare in Massoneria

Aprile 2008
pagina 2/4 - pagina precedente - pagina successiva

 

La mia personale opinione è che la selezione dei candidati in base al censo sia una vera e propria violazione dei landmarks, e che – qualora accertata  - chi ne è responsabile dovrebbe essere perseguito; d’altra parte, ogni Loggia è sovrana, e ogni tentativo esterno di influenzare le sue scelte in questo campo costituirebbe una violazione ancora più grave.

Problemi di questo genere si verificano, in linea di massima, più frequentemente nelle Logge di indirizzo sociale piuttosto che in quelle di indirizzo esoterico. Più volte nei miei articoli sono ritornato su questa grande distinzione binaria che è del tutto ufficiosa, in quanto nell’ambito di un Ordine massonico tutte le Logge ufficialmente sono uguali e praticano gli stessi riti; in pratica, però, gli interessi personali dei Fratelli che compongono una Loggia si possono orientare verso argomenti diversi, e se la maggior parte di questi può essere ricondotta all’azione della Massoneria nel sociale, c’è invece una minoranza di Logge interamente dedita a sviscerare il simbolismo massonico (o esoterico in generale), presso le quali nessuno avanzerà eccezioni che prendano le mosse dal rango sociale del candidato, purché questi si dimostri sinceramente propenso a collocare la propria azione entro l’ambito di studi che è proprio della Loggia stessa.

Se siete già appassionati di esoterismo, prima di presentare la domanda è senz’altro opportuno assicurarvi che la Loggia da voi scelta sia di indirizzo esoterico; se invece non lo siete, ma approfondire questo genere di studi non vi dispiacerebbe, tenete presente che una Loggia esoterica offre spesso la possibilità di entrare in Massoneria anche a chi “non è nessuno”; e una volta che ne farete parte, nessuno si sognerà di guardare a voi come un Fratello …di serie B, perché i membri delle Logge “esoteriche” sono generalmente benvoluti da tutti.

Constaterete anzi che, quanto più un Massone è… trafficone e intrallazzatore - ovvero incline a servirsi dell’Istituzione per i suoi interessi personali - tanto più ostenterà nei confronti degli “esoterici” rispetto e simpatia. Questo non solo per costituirsi un …alibi culturale, ma credo anche per un segreto complesso di colpa: gli “esoterici”, con la loro purezza intellettuale e la loro onestà, sono quello che lui non è, ma che gli sarebbe piaciuto essere.

L’aspetto negativo dell’appartenenza a una Loggia “esoterica” è che, certe volte, avrete la sensazione di essere un po’ tagliati fuori dal “grande giro” e dalle …lotte per il potere, in quanto i grandi temi che agitano la vita di un Ordine massonico sono generalmente trattati in queste Logge in modo marginale e con scarso attaccamento: tenete presente tuttavia che, una volta entrati, potrete recarvi come visitatore in tutte le Logge che volete, o addirittura lasciare la Loggia che vi ha iniziato ed entrare a far parte di un’altra più affine ai vostri interessi, anche se questa viene considerata una scelta un po’ estrema.

Un altro fattore di cui dovete sempre tenere conto è che in Massoneria la gerarchia apparente non coincide con quella reale. Non sto dicendo che esista una gerarchia segreta nota solo agli alti livelli, come vorrebbero i complottisti (quella proprio non c’è), ma che è vero quanto i Massoni ripetono spesso ai giornalisti senza essere creduti: ovvero che un titolo di Venerabile, “Trentatrè” o Gran Vattelapesca per quanto riguarda il “potere” della persona non dice molto, si tratta di definizioni strettamente pertinenti all’ambito rituale.

La gerarchia reale - in Massoneria come in politica e, a ben guardare, in tutte le forme di aggregazione umana – si rimodella ogni giorno nella forma di legami spontanei tra persone affini; questi legami possono talvolta raggiungere le dimensioni di un’estesa rete, in grado di far sentire potentemente la propria influenza tanto nell’ambito dell’Istituzione quanto – in certi casi – anche a livello sociale. Nell’ambito di tali gruppi, ogni persona ha la possibilità di esercitare la propria influenza in base al suo talento, senza nessun bisogno che il suo “potere” sia necessariamente supportato da titoli altisonanti, emblemi o decorazioni.

Come ho già detto, il principale requisito richiesto a chi voglia entrare in Massoneria è di essere un uomo libero e di buoni costumi. Questa famosa e abusata definizione va riferita alla disposizione interiore del Massone: nessuno sarà iniziato se mostra di essere asservito a pregiudizi, fanatismi e passioni, e per quanto riguarda i buoni costumi piuttosto che verificare se avete preso una multa con l’autovelox si guarderà alla vostra capacità di rapportarvi con gli altri in modo schietto e positivo (anche se un certificato penale vi sarà comunque richiesto).

Perché l’approccio del profano con l’Istituzione sia coronato dal successo, la prima cosa necessaria è che non vada allo sbaraglio buttandosi in pasto ai primi sedicenti Massoni che trova lungo il cammino: per chi opera in questo modo, il rischio di delusioni è alto. E’ bene piuttosto documentarsi attentamente su… cosa offre il mercato, facendoci nel contempo un’idea riguardo al tipo di esperienza che vogliamo vivere e dove la possiamo trovare.

Non voglio dire che sia possibile prevedere tutto ciò che vi accadrà: vista dall’interno,  la vera Massoneria è sempre molto diversa da come appare da fuori, e le sorprese non mancheranno. Ma se vi regolate così, le vostre possibilità di insuccesso saranno più limitate.

Una volta, l’unico modo possibile per entrare era conoscere personalmente qualcuno che già fosse Massone. Oggi invece si possono trovare in rete i siti di numerosi Ordini e anche di singole Logge, quindi chiunque può inoltrare una richiesta tramite internet a una  Loggia, o meglio all’Ordine da cui si sente attratto.
E’ molto importante valutare attentamente questa scelta: le pagine web si assomigliano tutte, ma le organizzazioni retrostanti sono ben diverse tra loro. E’ facile che il profano, abituato a figurarsi “la Massoneria” come un’unica entità, sottovaluti o addirittura ignori il fatto che esistono decine se non centinaia di Ordini massonici completamente indipendenti l’uno dall’altro, spendendo tempo e denaro per poi ritrovarsi intruppato nelle file di un’organizzazione non rispondente alle sue aspettative.
Per superare questo scoglio, è necessario innanzitutto chiarirsi le idee sulle tre fondamentali definizioni di Loggia, Ordine e Rito.

  1. Una Loggia è un gruppo di Massoni che si riuniscono abitualmente insieme.

  2. Gli Ordini (o Obbedienze o Orienti – questi tre termini con la “O” vengono usati più o meno come sinonimi) sono libere federazioni di Logge, che godono del reciproco diritto di visita e si sono date una struttura amministrativa comune. In ogni nazione massonica può essere presente un solo Ordine o molti, ma un solo Ordine per Stato gode del riconoscimento internazionale.

  3. Riguardo ai Riti, la persona che vuole entrare in Massoneria per il momento li può ignorare, perché sono organizzazioni aperte ai soli Maestri.

Nella pratica, la comprensione da parte del profano di queste tre categorie è complicata da eccezioni e incongruenze: per esempio, anche le Logge lavorano secondo certi “riti” (con la “r” minuscola, ma una maiuscola per sbaglio ci può scappare), quindi se trovate in rete la pagina di una Loggia “di rito scozzese” non scartatela, quella vi può accogliere;  se invece vi imbattete nel sito del Rito Scozzese Antico e Accettato, quello NON vi può accogliere perché non siete ancora Maestri. Un’eccezione a questa regola è costituita dal Rito Scozzese della Gran Loggia d’Italia; a proposito, le Gran Logge NON sono Logge, ma Ordini…

pagina 2/4
pagina precedente - pagina successiva

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...