Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Esperienze di vita      Indice


L'Iniziato

Anonimo - Maggio 2015
capitolo 9 -
Il Senso e l'Ordine

capitolo precedente - capitolo successivo - indice

 

Il Senso e l’Ordine

 

Nell’enigmatico Castello
di cui si ignorano le Leggi
dove si svolge l’insensata vita ordinaria
le cose tutte si definiscono infine
alla presenza del Senso ritrovato.
Ogni azione si sostanzia della luce del Significato
e si struttura nel valore del Percorso.
La vita diventa Scuola
e l’Eterno permea il quotidiano
che infine è decodificato e sprigiona luce.
Acquista senso l’eterna universale sequenza
del nascere, brillare, morire
di individui, elementi, strutture, ere, sostanze.

 

Il Viandante supera l’apparenza della dualità
e unifica le coppie di opposti
operando Sintesi superiori.
Nella coscienza ampliata
scruta oltre il caso apparente
indagando le Cause che rivelano i nuclei occulti
di Giustizia e Libertà, motori dell’Universo.
Scopre, come insidiosa lusinga
e severo monito all’imperfezione dell’io,
la propria natura di creatore
e il proprio alto destino di immortale.

 

Al Pellegrino si svela 
che la materia è anche spirito
e che entrambi manifestano
l’unica Energia primaria.
Intuisce, e poi sa con certezza,
che “Tutto è Mente”
e che la spiritualità in Terra
può aprire Porte immense.
Il suo Lavoro è governato
da Ritmo, Cooperazione, Condivisione
poiché Comunione e Ordine
servono l’Evoluzione.

 

La Luce irrompe rivelando il Modello:
l’Uomo risvegliato
abbandona senza rimpianto l’Aula dei giochi
ed entra con passo fermo
nell’Aula dell’Apprendimento.
Comprende che sia la temibile crudeltà
sia il magnifico splendore del Creato
esprimono il disegno e la tenerezza del Creatore.
Sente nel profondo che ogni tenebra terrena
pur  al culmine del suo orrore
sarà diradata dalla Luce
e che, nella Realtà sottesa a ciò che appare,
ogni cosa è Bene.
Vede con chiarezza la Redenzione
all’opera nelle strade del mondo
e diventa Cooperatore della Bellezza.

 

Gli è rivelato il Piano,
frammento della superiore sacra Rappresentazione
che si avvererà
ed egli sostiene il Proposito svolgendo la sua parte
nell’opaco Pianeta degli uomini.
Vigila assiduo poiché sa
che, come onda di ripercussione, ogni  dissonanza
provoca una catena di distruzione nello spazio
e che, come onda magnetica,  ogni opera armonica
riunisce i flussi  che confluiscono
nel centro di potere dell’Essere.

 

Nella coscienza connessa con il Tutto
ogni estasi al cospetto della magnificenza del Creato
raccoglie semi di luce
e fa precipitare una particola del  Tesoro.
Ogni celebrazione della Natura
emana un raggio di vittoria
poiché la comprensione dell’Ordine e della Bellezza
illumina e salva il mondo. 
Ogni creatura svela regole di ordine e geometria celeste
e si manifesta come opera sonora e luminosa,
viva e intelligente.
L’Universo svela l’Ordine implicito
voluto dalla Grande Mente,
e il Significato sotteso alla Manifestazione
illumina il Caos.

 

La Giustizia immanente vince l’oltraggio,
il caso rivela la Causa,
il rifiuto si muta in Accoglienza
l’Amore e il Compito si corrispondono
L’appello ascoltato nella caverna del Cuore
diventa ineludibile.
L’Uomo sacralizzato comprende
che solo amando ciascuno
potrà ristabilire l’Ordine prescritto
e aprire lo Scrigno del tesoro infinito
che custodisce il Senso dell’Universo.
Dimentica il proprio ego
pur sorvegliandolo con attenzione,
ed elabora il Progetto di Sé
come favilla cosciente dell’eccelso Piano divino
in cui per l’eternità, atomi infimi e infiniti, 
gioiosamente viviamo e siamo.

 

Educa ed insegna amando
e si consacra come modello
di chi ha già percorso il cammino del Sacrificio
e aspira all’Ordine.
Il suo Lavoro è ora la Fratellanza,
l’aspirazione è l’Ordine,
il  movente il Bene comune.
La Parola diventa Guarigione,
l’anima si scopre scintilla del Fuoco universale.
La Contemplazione della Verità
brucia Desiderio e Vanità
offerti al sacro Disegno dell’Universo
come grani d’incenso odoroso.

 

La sua presenza eleva e sana
poiché la coscienza limpida che mira all’Ideale
tende a innalzarsi come una mongolfiera.
Semina Verità,  Bene e Bellezza
ovunque volga lo sguardo.
Intravede che ogni cuore è contenuto nell’unico Cuore
e che l’Universo è un sistema di cuori in rete.
Permea lo spazio con le espressioni dello spirito
poiché la Bellezza del Cosmo
dà Ordine e Ritmo ed è il Bene di tutti i mondi.

 

Comprende che Amore e Conoscenza
aprono le porte dei Cieli,
serrate  agli impuri e ai profani.
Osserva che sulla cima del Monte
Vittoria, Ordine ed Evoluzione vibrano all’unisono.
Percepisce  che nel moto ordinato dell’Universo
la Morte è onda di Vita evolvente
che si propaga attraverso l’Amore e il Perdono
fino a nuova nascita.

 

L’entusiasmo che risponde al richiamo della Gioia
avvolge il Viandante in una rete d’oro
che consente la connessione con le Sfere superiori.
Sublimi Maestri e Anime amanti
osservano il suo avanzare 
ma egli non ne ha percezione.

 

L’Amore diventa cosciente, attivo,
ardito, generativo, fervido, dimentico del sé,
ampio tanto da invadere l’Universo.
Come Fuoco irrompe sfolgorante  nella Mente
svelando il Magnete della sua forza
che ordina e struttura, salva e redime.

 

Ad Esso il Viandante si orienta,
ad Esso infine si affida  
consegnandosi in gioioso Sacrificio
e abbandonando i frutti dell’azione
al flusso ordinatore e al Ritmo dell’Universo.

 

capitolo precedente - capitolo successivo - indice

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter

Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...