Home Page Riflessioni.it
DOVE IL WEB RIFLETTE!
14° ANNO
Il forum di Riflessioni.it non è uno spazio pubblico, ma uno spazio privato aperto al pubblico sottoposto a particolari condizioni d’uso descritte nel regolamento e nella netiquette. Questo forum non è una chat definizioni di forum e chat
ATTENZIONE: la pubblicazione dei messaggi non è in tempo reale.
Forum di Riflessioni.it
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Cerca I messaggi di oggi Segna forums come letti
Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum non attivi > Arte > Raccolta di poesie
 Raccolta di poesie - Poesie e pensieri in prosa, proponi e commenta
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione Modalità visualizzazione
Vecchio 01-03-2004, 20.31.03   #1
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 1,276
canzoni come poesie

Leggendo le splendide poesie d'amore postate sotto mi sono domandata se è capitato anche a voi di ascoltare le parole di una canzone e di ritenerle "poesia". Se sì, di quali canzoni si tratta?
A me è venuto in mente questa:

L'amore mio

E si svegliò
di un soffio impercettibile
che appena appena
se ne accorse il cuore;
e vide il mondo,
fino allora incomprensibile,
avere finalmente un senso
nelle tue parole...

E s'inventò la forza
di venirti a prendere
e reggerti ubriaco
sulle scale;
la tenerezza
di vederti piangere,
stringendoti
per farti addormentare.
Che pensarlo al di fuori di noi
non è possibile:
per come l'hai voluto tu
e lo difendo io
l'amore mio.

Sono stata in ansia
per i tuoi ritorni,
viva nell'illuminarsi
dei tuoi giorni,
mi ha colpita la felicità
come un addio;
amore mio,
io dormivo sotto la tua mano
e il tempo
mi ha portato via qualcosa
qui da dentro,
come un piccolo ricordo
di quand'era mio
l'amore mio...

Sei così sempre tu
da togliermi il respiro,
e solo i sogni tuoi
son quelli buoni:
gli altri, i piccoli, i miei,
quelli che vivo
sono biglietti persi
nei tuoi pantaloni.
Chiudo gli occhi al riparo da te,
rincorro il tempo e scrivo
e nonostante te
lo sento vivo
l'amore mio.

Ma non posso naufragare
nelle tue maree,
come una parola
dentro le tue idee,
questa notte è lunga, aiutami,
ci sono anch'io...
amore mio,
non so vivere, non voglio,
senza ricordare;
non so correre e nemmeno
forse camminare,
ma ho bisogno di trovarlo adesso
un posto mio, il posto mio...

Farà male, dovrai scegliere,
dovrai sparire,
insultarmi o consolarmi
prima di capire
che non sei soltanto tu,
ma sono anch'io
l'amore mio... Amore mio.

Roberto Vecchioni
nevealsole is offline  
Vecchio 01-03-2004, 21.56.13   #2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 926
Smile eeeeehhhh... beh... allora

non posso non postarlo anche qui :

(!!!) a parte la musica
che già ti tocca l'anima per conto suo
...ma quando dice :
"pensavo è bello che dove finiscono le mie dita
debba in qualche modo incominciare una chitarra"
beh... tutto si riempie di poesia assoluta :

Evaporato in una nuvola rossa
in una delle molte feritoie della notte
con un bisogno d'attenzione e d'amore
troppo, "Se mi vuoi bene piangi "
per essere corrisposti,
valeva la pena divertirvi le serate estive
con un semplicissimo "Mi ricordo":
per osservarvi affittare un chilo d'era
ai contadini in pensione e alle loro donne
e regalare a piene mani oceani
ed altre ed altre onde ai marinai in servizio,
fino a scoprire ad uno ad uno i vostri nascondigli
senza rimpiangere la mia credulità:
perché già dalla prima trincea
ero più curioso di voi,
ero molto più curioso di voi.

E poi sorpreso dai vostri "Come sta"
meravigliato da luoghi meno comuni e più feroci,
tipo "Come ti senti amico, amico fragile,
se vuoi potrò occuparmi un'ora al mese di te"
"Lo sa che io ho perduto due figli"
"Signora lei è una donna piuttosto distratta."
E ancora ucciso dalla vostra cortesia
nell'ora in cui un mio sogno
ballerina di seconda fila,
agitava per chissà quale avvenire
il suo presente di seni enormi
e il suo cesareo fresco,
pensavo è bello che dove finiscono le mie dita
debba in qualche modo incominciare una chitarra.

E poi seduto in mezzo ai vostri arrivederci,
mi sentivo meno stanco di voi
ero molto meno stanco di voi.

Potevo stuzzicare i pantaloni della sconosciuta
fino a farle spalancarsi la bocca.
Potevo chiedere ad uno qualunque dei miei figli
di parlare ancora male e ad alta voce di me.
Potevo barattare la mia chitarra e il suo elmo
con una scatola di legno che dicesse perderemo.
Potevo chiedere come si chiama il vostro cane
Il mio è un po' di tempo che si chiama Libero.
Potevo assumere un cannibale al giorno
per farmi insegnare la mia distanza dalle stelle.
Potevo attraversare litri e litri di corallo
per raggiungere un posto che si chiamasse arrivederci.

E mai che mi sia venuto in mente,
di essere più ubriaco di voi
di essere molto più ubriaco di voi.

Artista: Fabrizio De Andrè
Album: Volume 8
Titolo: Amico Fragile

yeaahhh... wahankh .
dawoR(k) is offline  
Vecchio 01-03-2004, 21.57.23   #3
Ospite abituale
 
L'avatar di Vi@nne
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 582
Vecchioni è un poeta, tante sue canzoni lo "dicono".
Fabrizio De Andrè è su molti siti di poesia ed era un grande poeta.
E Ivano Fossati? Questa m'incanta

ll bacio sulla bocca

Bella,
che ci importa del mondo
verremo perdonati te lo dico io
da un bacio sulla bocca un giorno o l'altro.
Ti sembra tutto visto tutto già fatto
tutto quell'avvenire già avvenuto
scritto, corretto e interpretato
da altri meglio che da te.
Bella,
non ho mica vent'anni
ne ho molti di meno
e questo vuol dire (capirai)
responsabilità
perciò…
Volami addosso se questo è un valzer
volami addosso qualunque cosa sia
abbraccia la mia giacca sotto il glicine
e fammi correre
inciampa piuttosto che tacere
e domanda piuttosto che aspettare.
Stancami
e parlami
abbracciami
guarda dietro le mie spalle
poi racconta
e spiegami
tutto questo tempo nuovo
che arriva con te.
Mi vedi pulito pettinato
ho proprio l'aria di un campo rifiorito
e tu sei il genio scaltro della bellezza
che il tempo non sfiora
ah, eccolo il quadro dei due vecchi pazzi
sul ciglio del prato di cicale
con l'orchestra che suona fili d'erba
e fisarmoniche
(ti dico).
Bella,
che ci importa del mondo.
Stancami
e parlami
abbracciami
fruga dentro le mie tasche
poi perdonami
sorridi
guarda questo tempo
che arriva con te
guarda quanto tempo
arriva con te.
__________________
Vi@nne
Ovunque andiamo...ci siamo già

Vi@nne is offline  
Vecchio 01-03-2004, 22.18.00   #4
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 926
Smile e poi

ci metto anche questa :

Dentro al replay
fra miliardi di altri ci sei
e non hai scia
luminosa d'auto
anche di periferia
come i sogni che farai
o prenderai a noleggio
quando ti addormenterai
con le scarpe sul letto
Dentro al replay
con la testa girata un po' in su
da fotografia
ci sei anche tu prima di andare via
"se rimango ancora qui
è come se morissi
e guardandomi allo specchio
ad un tratto sparissi"
Cadono le stelle e sono cieco
e dove cadono non so
cercherò, proverò, davvero
ad avere sempre su di me il profumo delle mani
riuscire a fare sogni tridimensionali
non chiedere mai niente al mondo
solo te
come una cosa che non c'è
cercando dappertutto anche in me
ti vedo
Dentro al replay
per un attimo c'ero e anche lei
ma in quel momento
qualcosa ho cancellato
si è fermato il tempo, la sua regolarità
e come se morissi
è sparita anche la luna,
è cominciata l'eclissi
Cadono le stelle
allora è vero
e io non so se ci sarò
dove andrò
non lo so se lo merito o no
se correggerò gli effetti dei miei guasti nucleari
se troverò il coraggio ti telefono domani
e più sarò lontano e più sarò da te
dimenticato e muto
come uno che non c'è
tornerò, tornerò davvero
a sentire su di me profumo delle mani
di notte io farò sogni tridimensionali
senza chiedere mai niente al mondo
neanche a te
senza chiedermi perché
ti vedo dappertutto
anche in me
ti vedo

Artista: Samuele Bersani
Album: L'Oroscopo Speciale
Titolo: Replay

wahankh .
dawoR(k) is offline  
Vecchio 18-03-2004, 13.30.45   #5
Ospite
 
Data registrazione: 31-01-2004
Messaggi: 6
Renato Zero . "Al buio"

Vedo questo spazio immaginario
di stelle che fa bene al cuore
come l'effetto di un'illusione
scomparire in me
mi vedo incontrare il mare
senza più fine
e continuare a camminare
verso di te...
Come per afferrare...
il vuoto che mi afferra
finire questa guerra, che c'è in me...
Ma... mi vedi amore adesso,
solo stando al buio
come sto pensando a te
e come ancora e per sempre ho bisogno
che tu esista qui con me
questa vita vola piano e in alto
ed io piano volerò
senza fare rumore
tutto questo amore
seguirò...
Ti vedo proprio adesso stando al buio
vedo bene la felicità
è leggera e senza senso come un sogno
lo stesso da un'eternità
e come un altro mondo lontanissimo da qui
quel mondo che per un istante
adesso è dentro di me, così...
Vedo come siamo sospesi
fra due pianeti opposti
come ce ne stiamo nascosti
ognuno bene in sè
come cerchiamo d'imparare dal tempo
anche a morire
come invidiamo ad un tramonto,
tutto il suo stile
come disperatamente lottiamo
per essere come non siamo
come tutte le infinite vie,
portino a te
ma.. Mi vedi amore adesso,
come sono al buio
come sto pensando a te
e come ancora e per sempre ho bisogno
che tu esiste qui con me
questa vita vola piano e in alto
ed io piano volerò
senza fare rumore
tutto questo amore seguirò...
Ti vedo adesso proprio stando al buio
vedo bene la felicità
è leggera e senza senso come un sogno
lo stesso da un'eternità
e come un alto mondo lontanissimo da qui
quel mondo che adesso per un istante
è dentro di me, così... Così...
Quel mondo che adesso per un istante
è dentro di me, così...
lucedombra is offline  
Vecchio 18-03-2004, 15.23.32   #6
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 676
L'ANIMALE

Vivere non è difficile potendo poi rinascere
cambierei molte cose un pò di leggereza e di stupidità
fingere tu riesci a fingere quando ti trovi accanto a me
mi dai sempre ragione e avrei voglia di dirti
ch'è meglio se sto solo

ma l'animale che che mi porto dentro
non mi fa vivere felice mai
Si prende tutto anche il caffè
mi rende schiavo delle mie passioni
e non si arrende mai e non sa attendere
e l'animale che mi porto dentro vuole te

Dentro me segni di fuoco è l'acqua che si spegne
se vuoi farli bruciare tu lasciali nell'aria
oppure sulla terra.

(F.Battiato)
nemamiah is offline  
Vecchio 19-03-2004, 14.49.37   #7
Ospite
 
Data registrazione: 31-01-2004
Messaggi: 6
Battiato è un poeta...
lucedombra is offline  
Vecchio 23-03-2004, 02.24.37   #8
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 676
Gli Uccelli

Volano gli uccelli volano
nello spazio tra le nuvole
con le regole assegnate
a questa parte di universo
al nostro sitema solare
aprono le ali
scendono in picchiata atterrano meglio di aeroplani
cambiano le prospettive del mondo
voli imprevedibili ed ascese velocissime
traettorie impercettibili
codici di geometria esenziale
Migrano gli uccelli emigrano
con il canbio di stagione
giochi di aperture alari
che nascondono segreti
di questo sistema solare
aprono le ali.

(F.Battiato)
nemamiah is offline  
Vecchio 23-03-2004, 09.52.46   #9
Ospite abituale
 
L'avatar di Vi@nne
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 582
E ti vengo a cercare di Franco Battiato
da Fisiognomica

E ti vengo a cercare
anche solo per vederti o parlare
perché ho bisogno della tua presenza
per capire meglio la mia essenza.
Questo sentimento popolare
nasce da meccaniche divine
un rapimento mistico e sensuale
mi imprigiona a te.
Dovrei cambiare l'oggetto dei miei desideri
non accontentarmi di piccole gioie quotidiane
fare come un eremita
che rinuncia a sé.
E ti vengo a cercare
con la scusa di doverti parlare
perché mi piace ciò che pensi e che dici
perché in te vedo le mie radici.
Questo secolo ormai alla fine
saturo di parassiti senza dignità
mi spinge solo ad essere migliore
con più volontà.
Emanciparmi dall'incubo delle passioni
cercare l'Uno al di sopra del Bene e del Male
essere un'immagine divina
di questa realtà.
E ti vengo a cercare
perché sto bene con te
perché ho bisogno della tua presenza.
__________________
Vi@nne
Ovunque andiamo...ci siamo già

Vi@nne is offline  
#
Vecchio 23-03-2004, 15.18.16   #10
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 676
Morirò d'amore (le tue parole9

Vento nei capelli e gli occhi al sole
e richiami vigili nel cuore
affidavo all'aria i miei pensieri
e le parole,le parole tue mi mancano
le parole urlate,poi dall'eco ripetute
cantano:
Morirò d'amore ,morirò per te.
il tuo sorriso ,l'allegria
quando mi mancano
le parole sussurate
zitte e poi gridate
le parole tue per me
Morirò d'amore,morirò per te.
Senti il vento contro le ringhiere
con te vicino passo le mie sere
e le parole ,le parole tue mi sfiorano
quelle parole che sai dirmi
quando me ne voglio andare
vincono
morirò d'amore ,morirò per te
socchiudo gli occhi
e le tue mani mi accarezzano
quelle parole urlate
poi dall'eco rimandate
che dal cielo cantano
morirò d'amore,morirò per te
(Giuni Russo)
nemamiah is offline  
Arrow Condividi questa discussione:       

 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato

Puoi aggiungere le ultime novità di Riflessioni.it e le ultime discussioni del forum sul tuo sito o sul tuo blog, per informazioni
Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 04.38.19.

vBulletin Copyright ©2000-2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Content Relevant URLs by VBSEO
Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 - Copyright ©2002-2014