Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS  - Utenti connessi
Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 23-12-2004, 17.32.28   #1
Rositas
Ospite abituale
 
L'avatar di Rositas
 
Data registrazione: 19-10-2003
Messaggi: 47
La donna e l'amore dal medioevo ad oggi

Vieni dal cielo o esci dall'abisso infernale?
La donna: un trampolino di lancio...verso la volta celeste o verso la dannazzione infernale?

E' lei che decide se tendere l'arco verso l'alto o il basso. El'uomo l'ha sempre considerata tale, osannandola se la sua figura era benevola e condannandola se il contrario. Ma come può un essere creato dal Signore avere in sè il seme del male o in qualche modo tendere verso essa?
Secondo la concezione medioevale essa era il gradino più vicino a Dio se veniva amata e venerata come una dea,se gli si portava rispetto. Etutto ciò in cambio di cosa? Di un amore ideale,mai consumato ma che ravviva sempre il fuoco del desidero, fuoco che scalda e corrode sino ad ascendere al cielo. Ma allo stesso tempo essa era la "perdizione"; salire su una scala e poi poggiare il piede su un piolo rotto, piombare al suolo senza trovare un appiglio e rimanere lì atterra senza ragione alcuna che ti dia la forza di salire ancora...
e oggi?
oggi credo che la donna non sia proprio considerata o meglio è la porta aperta verso il peccato, stimata come oggetto, trattata come tale. e la parità tra i sessi?
Ovunque donne provocanti mezze vestite o con vestiti succinti vedo-non vedo; in poche parole verso la metà del 500 abbiamo avuto la tratta degli schiavi, con l'avvento del nuovo millennio la tratta delle donne. Ovunque la prostituzione incombe e mi chiedo come si può vendere l'amore?
L'AMORE CHE PARTE DA UNA CONCEZIONE IDEALISTICA ARRIVA AD UN COMPRA VENDI NON INDIFFERENTE che rende la donna schiava dell'uomo, succube di un mercato che la costringe a comportarsi ed essere in un determinato modo. Sicuramente non dico che tutte siano così, e meno male...perchè altrimenti ne farei pate anche io e sinceramente mi sento al di fuori di questo sporco giro.
Voglio sperare che la donna racchiuda nel suo occhio sia il tramonto che l'aurora, come d'altronde nell'uomo, perchè sono uguali fatti a immagine di Dio. Come dice Guglielmo un personaggio del libro di Umberto Eco "il Nome della Rosa", Dio ha avuto sempre un occhio di riguardo verso essa, infatti l'uomo è nato nella terra sporca, lei da una costola pulita e nel regno dei cieli non ci saranno re solo una regina; perchè quindi domandarci ancora se esce dal nero baratro o discende dagli astri?
In fondo siamo tutti uguali, creati dalla medesima mono Divina...esseri...
Rositas is offline  
Vecchio 09-10-2005, 08.59.33   #2
berticolas
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 17-10-2004
Messaggi: 0
la zeta

Ti prego, Rositas, di correggere la doppia zeta di dannazione. La citazione in tal modo sembra inopportuna, anche se tutti sanno che queste sciocchezze si verificano per pura casualità. Mi viene in mente che nella mia città un negozio di piazza Duomo venne multato, durante il fascismo, per aver messo in vetrina un cartello con l'avviso "VENDITA ECCEZZIONALE". Cordialità
berticolas is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it