Home Page Riflessioni.it
DOVE IL WEB RIFLETTE!
14° ANNO
Il forum di Riflessioni.it non è uno spazio pubblico, ma uno spazio privato aperto al pubblico sottoposto a particolari condizioni d’uso descritte nel regolamento e nella netiquette. Questo forum non è una chat definizioni di forum e chat
ATTENZIONE: la pubblicazione dei messaggi non è in tempo reale.
Forum di Riflessioni.it
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Cerca I messaggi di oggi Segna forums come letti
Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum non attivi > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità. Sezione in modalità solo lettura
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione Modalità visualizzazione
Vecchio 04-09-2002, 15.21.06   #1
Ospite abituale
 
L'avatar di Horla
 
Data registrazione: 18-08-2002
Messaggi: 41
Adolf Hitler

Ho pensato di scrivere questo messaggio su Hitler dopo aver visto la pubblicità del programma che fanno venerdì su Rai Tre dedicato ai “misteri” del nazismo.
Se qualcuno decidesse di rispondere al messaggio per dire la sua su questo uomo, vi pregherei di lasciare da parte aggressività varie da benpensanti sdegnati; dovremmo essere in grado di parlare civilmente di tutto, no?
Devo premettere che non sono nazista: per esserlo dovrei essere germanico, perché il nazismo affermava la supremazia della razza germanica sulle altre, e non lo sono. Dovrei inoltre odiare gli ebrei, per i quali i nazisti avevano una certa “avversione”, ed io invece non sono contro gli ebrei, non ne ho il motivo.
Poi devo aggiungere che saremo forse tutti d’accordo sul fatto che tutto al mondo è relativo: il bene ed il male assoluti non esistono, quello che è bene da noi ora può essere il male in un’altra parte del mondo, o può esserlo stato nella nostra stessa terra in un’altra epoca.
Detto questo vi devo confessare che Adolf mi affascina; io penso che sia stato un grande uomo; fra duemila anni quando studieranno la storia diranno di lui “condottiero germanico del XX secolo, conquistò mezza Europa con i suoi eserciti prima di venire fermato e sconfitto da una coalizione tra alcuni degli stati più forti dell’epoca.”
Penso che tutti i condottieri di qualsiasi epoca storica abbiano sulla coscienza migliaia, milioni di vittime, ma poi alla fine quello che resta nella storia è la “grandezza” di quanto si è fatto, al di là come dicevo delle relative concezioni del bene o del male.
Come vi dicevo mi affascina; vedo in lui qualcosa di necessario forse, od inevitabile, il distruttore.
Nei suoi gesti, nelle sue espressioni, nelle sue divise, nelle parate delle migliaia di uomini in nero che erano le SS vedo la morte; ma non soltanto la morte che avrebbe portato agli altri, ma anche e soprattutto la propria.
Forse perché colui che ha il “compito” del distruttore alla fine compie il suo dovere anche con se stesso autodistruggendosi.
Mi affascina anche per le sue supposte perversioni; il grande condottiero che predicava ordine e pulizia alla Germania, e che nell’intimità dicono si lasciasse andare a pratiche sessuali particolari (la stessa cosa la affermano per altri gerarchi nazisti).
Non so, non vorrei rubare la famosa frase a Star Wars, ma Adolf ha tutto il fascino del “lato oscuro”, del distruttore appunto.
Voi cosa ne pensate? Come lo giudicate questo uomo, come un pazzo sfrenato, come un posseduto da entità superiori (il diavolo?), o che altro? E secondo voi è naturale, od inevitabile, che nell’universo oltre alle forze creatrici e conservatrici, siano presenti ed abbiano eguale dignità le forze distruttrici?
Ciao.
__________________
"La vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio?"
G.Marzullo
Horla is offline  
#
Vecchio 04-09-2002, 15.47.51   #2
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 425
Molto intrigante il tuo intervento... Mi ricorda il pensiero dello gnosticismo antico, in cui si presuppone l'esistenza di due forze di natura divina, in perenne lotta fra di loro: Dio e il Demiurgo, il primo un essere di luce, fonte del bene, il secondo all'origine del male, dio oscuro generatore tra l'altro della materia dove sarebbero intrappolate le "scintille divine" prodotte dal dio del bene. E' un pensiero molto antico che ritorna in varie forme nell'umanità. Ricordo per esempio il manicheismo e il pensiero dei catàri in epoche diverse.
Personalmente ho un altro modo di vedere la vita, ma è innegabile che comunque "il male" abbia degli aspetti di grande fascino.
Per quanto riguarda Hitler, la sua figura non mi affascina più di tanto. Sono convinta che fosse una persona dalle indubbie capacità carismatiche e comunicative, ma penso che tutto ciò che ha fatto comunque non l'abbia fatto da solo: lo stesso antisemitismo è stato un pensiero molto diffuso in Europa. Ora lo è meno anche in virtù degli orrori dei campi di sterminio.
Penso si sia trattato della persona adatta a incanalare "il male" presente in Europa (e non solo in Germania). In fondo un nano che sta sulle spalle di un gigante vede più lontano del gigante stesso... non lo considero grande in se stesso ma penso che molti fattori abbiano contribuito a fare di lui la persona che è diventata.
__________________
Uno squarcio e d'incanto l'uno fu due, dolorosamente ferite le anime si dispersero nello spazio e nel tempo...
In ogni vita, correndo sulle ali del tempo pur restando eterne ed atemporali, si cercarono e si trovarono ogni volta, ogni volta s'amarono d'un amore totale e ogni volta tornarono ad essere separate nella morte.
Ygramul is offline  
Vecchio 04-09-2002, 16.03.21   #3
kri
Moderatore
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,306
Citazione:
E secondo voi è naturale, od inevitabile, che nell’universo oltre alle forze creatrici e conservatrici, siano presenti ed abbiano eguale dignità le forze distruttrici?


inevitabilmente naturale così come naturalmente inevitabile!


allora ... il buon vecchio Adolf ... ma sarà morto davvero o è emigrato in Argentina....?

..un'eccezionale stratega ... uno senza onore (mentiva sull'osservanza dei confini di paesi nn belligeranti) .. tu sai che per quanto assurdo .. ci sono delle regole nella guerra ... un sognatore ... un romantico ... in fondo combatteva per un ideale ... il suo ideale, il suo sogno ... nn lo condivido ... nn lo apprezzo ... ma trovo che abbia avuto sicuramente un Karisma eccezionale per convincere un popolo intero a realizzare il suo mondo ideale e gli stessi nemici ... a vendergli le armi...!!!!!

Cmq nn sono sicura affatto che sia stato lui il peggiore della storia ... per quanto riguarda le stragi ... lo ricordiamo perchè abbiamo immagini filmate films che ne parlano ... ed è ancora vivissimo il ricordo della guerra e delle deportazioni ... ma che dite degli Indiani d'America ... dei Maya ... degli Inca ... troppo lontani nella storia per poterne provare ancora pietà ... eppure sono stati trucidati deportati come schiavi ... e contro avevano il mondo e nessuno che li ha difesi!!! e il colonialismo????? ma se rimane ancora troppo lontano allora abbiamo i desaparacidos (nn so se l'ho scritto bene ... scusate)
Bah ... io ai vari Hitler ... Napoleone ... ecc.. preferisco sempre .. se proprio devo scegliere ... Giulio e Alex... che dite????? Brutta morte entrambi .. e và beh .. lo so ma è da copione!!!

Quello che volevo dire in queste tante parole ... è che (secondo la mia personalissima opinione) nn è stato Adolf il peggior demonio incarnatosi della storia nè il miglior gerarca a capo di un popolo ... ma solo quello che è più facile per noi da ricordare!!!

Scusate l'invadenza ... me ne vado.. ciao
kri is offline  
Vecchio 04-09-2002, 18.34.58   #4
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Il fascino del male? Più che altro il fascino di quelle persone che hanno saputo innalzarsi tanto al di sopra dei propri contemporanei da identificare con il proprio nome un'epoca intera, lasciandosi fiumi e fiumi di sangue alle spalle semplicemente perchè potevano...
Un fascino che si può subire o meno: agari è un po' infantile, bestiale nel senso proprio del termine, ammirare una persona così, eppure l'eccellenza attira...

Il fatto è che per quello che si sa di Hitler, non era proprio questa pasta d'uomo: chiaramente oggin di buono sul suo conto non si direbbe nulla, ma quello che invece si è ascoltato dai testimoni basta a sgretolare il mito.
Era un uomo del tutto comune, non brillante, non geniale: le sue fobie sociali erano quelle di tutti, come i suoi deliri di superiorità ed onnipotenza germaniche...
Forse anche peggiore di un uomo comune: oltre ad avere una conodtta di vita del tutto contrastante con i suoi ideali, era anche un incapace, al governo, e si limitava a firmare le carte che gli venivano sottoposte... anche dal punto di vista strategico la guerra è stata confezionata da Hitler.
Lui si limitava a pronunciare dei grandi discorsi, che avevano un successo enorme per il semplice fatto che diceva esattamente quello che la gente voleva sentire.

Quest'uomo non era l'incarnazione del male, ma un mediocre con troppo potere.
__________________
Nihil umanum a me alienum puto
784 is offline  
Vecchio 05-09-2002, 17.58.25   #5
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 212
Che dire?

Hitler, un uomo mediocre che è riuscito a realizzare il suo sogno.

Vista da questo punto di vista si potrebbe non sottovalutare la forza dei sogni e la tenacia della mediocrità.

Gandhi, Madre Teresa, sono persone carismatiche e positive che sono riuscite a perseguire il loro scopo nella vita,ma la connotazione posiva le fa apparire irraggiungibili, ci fa sentitre incapaci di poter avere la loro forza.

Hitler, Napoleone, figure che decontestualizzate dai massacri appaiono fragili e "umane", ma che non meno dei grandi positivi hanno realizzato i loro scopi. Possono essere i grandi distruttori e non condono il loro modo di fare, ma possono essere uno spunto per ricordarci che con la sufficiente fede in se stessi nulla è impossibile...
__________________
Finchè ascolti il tuo cuore e fai di tutto per essere felice, sei tu a condurre il gioco con le regole che tu stesso ti sei dato.
Willow is offline  
Vecchio 06-09-2002, 09.38.06   #6
Ospite
 
Data registrazione: 05-09-2002
Messaggi: 4
" Ha fatto la storia"

Siamo stati abituati a separare i personaggi buoni che , hanno fatto la storia da quelli cattivi, che comunque hanno contribuito a farla.
Sia gli uni che gli altri, hanno riempito le pagine storiche dei secoli di cui ne sono stati protagonisti.
Ma la chiave interpretativa dei secondi, è stata additata e ridotta riconducendola esclusivamente alle loro azioni.
Certamente non nobili...ma, che hanno portato a sviluppare una coscienza e sollevare a distanza di secoli o anni tematiche mondiali ancora insolute e senza risposta.
Credo che, non si debba parlare del singolo se non lo si inquadra nell'humus in cui certi comportamenti si sono fortificati, realizzati e, considerandone anche l'azione positiva e l'impronta decisiva che hanno lasciato ai posteri.
Vi consiglierei di leggere "L'eredità messianica" o argomenti correlati ma, forse, qualquno si sentirà offeso nel proprio credo e francamente non vorrei essere causa di ciò. Ma ( ripetendomi) se fossi in Voi lo farei.
O meglio, chiederei a chi non è concorde con Hitler o le sue idee, a stilarmi l'elenco dei buoni e dei cattivi.
Rilfettendo in seguito sulle loro figure.

Claudio
claudiocicco is offline  
Vecchio 06-09-2002, 12.11.06   #7
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Mh, ma nessuno nega che quel signore abbia fatto la sua parte di storia, stavamo solo pensando se ci piacesse o no come persona...
Magari il fatto che ci sia stato il nazismo avrà anche un risvolto positivo (anche se tante persone semplicemente non sanno nemmeno cosa sia stato, ormai), ma qui si parla di Adolf Hitler l'uomo...
__________________
Nihil umanum a me alienum puto
784 is offline  
Vecchio 06-09-2002, 12.32.08   #8
schieppwaters
 
Messaggi: n/a
non capisco perche' sia necessario essere artefici della storia per essere vaalutati come "persone carismatiche"....provocare una guerra mondiale sicuramente modifica il mondo sotto diversi aspetti...ma anche il non provocarla....per cui come si puo' dire cosa e' meglio??? una persona non va valutata per cosa abbia fatto, ma per "come" lo ha fatto.....cosi la vedo io

Bin Laden stesso ha contribuito a cambiare la storia.... Bush sta cercando di fare lo stesso in altri modi non meno infami.....
cazzo fanculo loro e tutti i gerarchi assetati di potere
 
Vecchio 20-09-2002, 22.47.17   #9
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 856
Per capire Hitler ed il nazismo può esser molto interessante leggere il libro di Trevor Ravenscroft "The Spear of Destiny" ("La Lancia del Destino", Non so se è tradotto in italiano) in cui si parla fra l´altro delle esperienze spirituale di Hitler ed il lato mistico del nazismo.
La lancia del destino, chiamata la lancia di Longinus, è quella lancia che un soldato romano ficcava nel fianco di Gesù sulla croce. Secondo la leggenda questa lancia è stata di proprietà di tanti "grandi capi" nella storia. Quando Hitler occupava Austria andava immediatamente al museo dei Asburghi (non so se è il nome giusto) dove c'èra la lancia, e la portò in Germania. Si dice che nello stesso momento che gli americani penetravano la porta di quell´edificio dove i nazisti custodivano la lancia, Hitler si suicidava !!
Secondo il libro Hitler era iniziato in magia nera, e voleva conquistare il mondo tramite l´uso della magia nera.
È anche interessante che Hitler spesso ringraziava la provvidenza, per esempio quando è sopravvissuto gli attentati contro lui.
È un libro molto interessante ma anche un può spaventoso.
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 04-10-2002, 08.34.16   #10
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,804
Bhe Horla....
in parte devo ammetere che hai ragione..nel senso che questo personaggio ha un fascino misterioso ed oscuro, pur non condividendo le idee politiche, devo ammettere che quest'uomo ha avuto un carisma tale da trascinare milioni di persone...pochi, pochissimi uomini sono stati in grado di fare ciò.
Come anche tu sostieni non esiste il male ed il bene assoluto, tutto è relativo... posso giudicare malvagio Hitler, come posso farlo con Guevara...ambedue hanno ucciso molte porsene....pur avendo fini e scopi differenti.
(Confesso...prediligo la figura di Guevara...ma anche questo è relativo)

Sono più che convinta che figure di spicco come questi due uomini, ma volendo potremmo aggiungerne altri..vedi Napoleone, Mao..ecc.. avessero un qualcosa in più... un dono misterioso.

L'uomo è credulone ed ha l'assurda necessità di essere sempre guidato da qualcosa o qualcuno nelle proprie scelte, tutti siamo bravi a dire..io sono libero di scegliere, ma non ci rendiamo conto, che in ogni caso, le ns. scelte sono condizionate dal contesto nel quale viviamo.

Non amo ciò che Hitler ha fatto, ma ammiro la sua forza divolontà che l'ha condotto a divenire un leader carismatico.

Non ricordo dove ho letto o ho sentito, ma pare che Egli fosse un iniziato ai poteri occulti, oddio, adesso...non so quanto possa essere vera questa affermazione...ma visto il carattere e ciò che quest'uomo ha fatto nella vita, sono propensa a credere che possa essere vera.....
baci
__________________
"L'istinto detta il dovere e l'intelligenza fornisce i pretesti per eluderlo"
Marcel Proust

DD
deirdre is offline  
Arrow Condividi questa discussione:       

 



Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato

Puoi aggiungere le ultime novità di Riflessioni.it e le ultime discussioni del forum sul tuo sito o sul tuo blog, per informazioni
Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 10.05.18.

vBulletin Copyright ©2000-2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Content Relevant URLs by VBSEO
Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 - Copyright ©2002-2014