Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Svegliatevi!
di BOJS - aprile 2006

Il nostro mondo è stato diviso in due emisferi, quello nord ricco o abbastanza ricco e quello sud pieno di povertà e miseria, eccezion fatta per il continente Australiano. Eppure in tutti e due gli emisferi succede qualcosa che ci accomuna tutti. E cos'è questa cosa?

“La sofferenza e la morte”.

Per la maggioranza di noi la realtà che viviamo è quella egocentrica del nostro piccolo mondo formato dal nostro lavorose ne abbiamo uno -, la nostra famigliase ancora ne abbiamo una -, i nostri amicise li abbiamo -, i nostri momenti di divertimentose abbiamo i soldi per pagarli -, ecc., mentre tutto ciò che succede all'esterno di “questa nostra piccola realtàlo percepiamo attraverso mezzi elettronici che attualizziamo estensioni dei nostri sensi, e non ci rendiamo conto che queste antenne non sono affatto una diretta estensione della nostra mente-coscienza ma sono controllate da altri che crediamo onesti, sinceri e forse simili a noi.

Nei continenti sudamericano, africano, medio orientale ed estremo orientale che sono diciamo circa la metà del nostro globo vivono miliardi di persone come noi, che pensano le stesse cose che noi pensiamo, che provano le stesse nostre emozioni, piangono, soffrono, ridono, muoiono, che vivono lottando ogni giorno per la sopravvivenza sperando costantemente in un cambiamento in meglio della loro vita. Anche loro percepiscono il mondo nella stessa nostra maniera e cioè attraverso antenne elettroniche che fanno vedere il mondo e percepire gli eventi mentre siamo seduti nelle nostre case.

Ma nel frattempo cosa accade veramente, non nel mondo ma, nel nostro subconscio? Cosa succede nei meandri delle nostre sinapsi cerebrali? Cosa cambia nella nostra coscienza se ancora ne abbiamo una?

Provate a pensare quanti miliardi di persone siamo nel mondo e provate a pensare a quanti siano in totale i malviventi, i produttori e gli spacciatori di droga, i truffatori, gli speculatori, i banchieri possessori delle borse mondiali, i megaricchi proprietari di quantità di denaro inimmaginabili, i mercenari, i terroristi, gli anarchici e loro accoliti, le spie dei servizi segreti,  governi e dittature, corpi di polizia vari e perfino gli stessi soldati che compongono gli eserciti mondiali. TUTTI questi “forse” potrebbero nel migliore dei casi anche arrivare alla bella cifra di circa 200 milioni di persone, ma il “resto” a quanto somma? Siamo più di 6 MILIARDI o no? Ehi, SVEGLIATEVI! Come può una minoranza determinare l'andamento di un pianeta?

Come può una minoranza “manipolare” e determinare le vite, le menti e le coscienze di MILIARDI di persone inducendole a subire ingiustizie, sofferenze, povertà e morte? Non c'è qualcosa di strano in tutto questo? No, non credete? Allora rispondete ad un paio di domande: “Perchè crediamo ciecamente che “le maggioranze” determinino l'andamento della politica, delle mode, dell'economia, dei sistemi di vita, ecc.?”. Forse ci stiamo facendo prendere per i fondelli?, e “Perchè le notizie che arrivano dai media tutti i santi giorni dell'anno sono sempre sulla stessa falsariga? No? Bambini rapiti, mamme che uccidono figli, padri che violentano figlie, mariti che uccidono mogli, terroristi suicidi che si fanno esplodere, soldati in guerra per i più svariati motivi ed infine la ciliegina sulla torta il gossip perenne che permea tutto e rende la vita più normale :-o”. Molti dicono che sono eventi sempre accaduti nella storia umana. Mmmh... be' se è così allora Matrix esiste davvero?!

Possibile non succeda niente di bello oltre i matrimoni pataccosi o le nascite dei rampolli dei soliti vip di turno? E' possibile che tutti facciano del bene agli altri solo se sono “autorizzati” a farlo versando denaro ai vari Telethon, giornate della ricerca, ecc? Possibile che la gente disgraziata e comune non faccia mai niente di propria iniziativa per donare amore al prossimo?

No! Non posso crederci! Eppure sembra proprio così.

Scriveva poco tempo fa, Paolo Cortesi, nel suo bellissimo articolo “Camus e noi”: “Questo è l’assurdo: la lontananza insanabile fra lo spirito umano che si fonda su valori morali (su postulati della ragion pratica, diceva il buon vecchio Kant) e la realtà che non riconosce nulla di simile e nella quale termini quali bene e male sono semplicemente privi di senso; mere convenzioni linguistiche. Ma non c’è soltanto l’assurdo metafisico; esiste un assurdo assai più visibile, quotidiano, un assurdo che vediamo (o non vogliamo vedere…) attorno a noi. È la violenza sociale, il sopruso, la prevaricazione del forte sul debole, l’organizzazione sociale malata che permette – spesso favorisce – la tirannia e l’oppressione.. quindi la rivolta è, per Camus, la facoltà più nobile dell’uomo, perché essa è “il rifiuto di essere trattato come una cosa”; la ribellione consapevole ad un destino puramente fisico, meccanico (Camus lo chiama “storia”), in cui la potenza decide le sorti, nel quale gli uomini non si dividono più in giusti ed ingiusti, ma in signori e schiavi. Insomma: o si sceglie di vivere da uomini, o ci si abbassa a vivere da oggetti. Chi nega la dignità umana, costringe altri uomini a rinunciarvi. Questa è la colpa sociale, il peccato originale delle società che, in ogni tempo, hanno prodotto sofferenze indicibili”.

Se siamo “UOMINI” dovremmo scegliere di vivere e far vivere una vera e buona vita a tutti i nostri fratelli di questa razza chiamata “UMANA”. Allora perché siamo così “DISUMANI”?

Ma mentre “relativamente pochi” iniziano a vedere la realtà manipolata, la maggioranza giace ipnotizzata, posseduta e oppressa dalle “silent weapons” (armi silenziose) che non sparano proiettili ma situazioni e sensazioni tramite gli oggetti elettronici che voi stessi acquistate finanziando di fatto la madre dei colpi di stato, la presa di potere sulle vostre coscienze, sulla vostra facoltà di giudicare correttamente ciò che è bene e ciò che è male e quindi la vostra libertà di vita e di pensiero! So che non vi sembra così!

Sono state scritte nei secoli miliardi di pagine sulla manipolazione della verità e della conoscenza che arriva ai popoli del mondo e l'era informatica ma soprattutto internet hanno accelerato esponenzialmente l'organizzazione e la diffusione di queste vitali informazioni, eppure guardatevi intorno... la stragrande maggioranza usa tecnologie analogiche e digitali che non conosce affatto come funzionano veramente, ma che gli servono da “passatempo”, o peggio per poter vantare il possesso dell'ultima novità tecnologica inconsapevoli di essere loro stessi posseduti da queste “armi magiche”.

L'uomo ha vissuto per millenni creando imperi di cui ancora oggi ammiriamo la grandezza e la magnificenza vivendo e scandendo la loro vita sui ritmi della natura e avendo tutto ciò di cui un uomo ha bisogno per vivere degnamente, eppure oggi i “moderni” scienziati e ricercatori si arrogano il diritto di giudicare la vita dei nostri avi dicendo che vivevano peggio di noi e illudendoci che noi siamo la civiltà più libera e avanzata mai esistita sulla terra! Ma è vero tutto questo? Ci sono prove concrete e definitive? Ci sono filmati che ci mostrano la realtà di quei tempi o solo tracce come oggetti e documenti scritti in lingue antiche che non sappiamo se sono decifrate correttamente e se chi ha scritto lo ha fatto descrivendo la storia con verità?

Tutto continua come dall'inizio dei tempi, una piccola “elite” di potere determina la conoscenza delle cose universali, del mondo e della storia umana su questo pianeta, ben sapendo ciò che fa e soprattutto il perché. Mentre al contrario la gran massa di uomini, donne e bambini vengono tenuti all'oscuro di tutto fuorché dei loro doveri di schiavi incantati con incantesimi e prodigi atti a farli dipendere in ogni aspetto della loro vita proprio da coloro che tra breve si riveleranno come “gli illuminati” che salveranno l'umanità da se stessa e da tutti i problemi economici, politici, di sicurezza ecc. e a cui tutti dovranno totale riconoscenza e “ubbidienza”. Terrificante? Annichilente? Ma questo sarà oggetto di un mio prossimo articolo.

E se veramente una qualche specie di Matrix universale fosse in atto da secoli? Se ci avessero gabbato per secoli facendoci credere a delle belle favolette come si fa con i bimbi per tenerci addormentati e sottomessi? Se non ci fossimo affatto evoluti dalle scimmie? Se fossimo stati creati da “qualcuno” miliardi di volte più intelligente di noi per far parte di un progetto universale chiamato Genesis? Se qualcuno o qualcosa avesse fatto un colpo di stato universale per appropriarsi di detto progetto coinvolgendoci in prima persona su questo pianeta?

Se ora fosse arrivato il momento per questi “ribelli” di rivelarsi all'umanità sconvolgendo l'economia, le religioni, la scienza e la stessa storia del mondo da loro stessi create per tenerci in scacco?

Paranoie? Baggianate? La nostra piccola mente vacilla? Le nostre certezze lottano contro ogni evidenza storica? Ci rifiutiamo di prendere in debita considerazione queste idee? Ne tratterò in miei prossimi articoli se mi daranno spazio per pubblicarli.

E' tempo di svegliarsi!

"Perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro  i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti".  -  Efesini 6:12

 

di  B O J S

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter

Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...