Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito


Il nostro orizzonte mentale

 

Si vorrebbe essere sempre felici. Ma nella realtà non è così.

Più si desidera la felicità, più essa si allontana, come quando vorremmo fissare i confini dell’orizzonte alzandoci dal suolo: essi si allontanano quando ci solleviamo ulterioriomente.

Pensiamo ingenuamente che la felicità sia direttamente proporzionale alle cose che possediamo o al grado di successo delle nostre azioni e dei nostri rapporti umani.

E’ nella nostra natura desiderare un po’ di tranquillità e godere un po’ di calore umano, ma questi sono spesso il frutto del nostro modo di vedere la vita e della percezione che abbiamo  di noi stessi e degli altri.

Quando entriamo in profondità nel nostro “io” per scoprire con coraggio cosa siamo realmente, emergono spiacevoli conflitti interiori, paure non ancora risolte, passioni gestite male, sensi di colpa rimossi, frustrazioni ecc.

Ci sono delle malattie fisiche che rivelano la nostra realtà interiore che non osiamo affrontare: esse sono in gran parte dovute a tensioni prolungate che trovano sfogo in una parte del nostro corpo, quella più fragile. La “psicosomatica” ci sta rivelando molte interazioni tra corpo e psiche. L’enorme diffusione di psicofarmaci su così grande scala è un indicatore di questo inquietante stato d’animo relativo a milioni di persone che non riescono a risolvere conflitti interiori.

Gli stessi psicanalisti oggi hanno molto lavoro, soprattutto con persone considerate “benestanti”, quali professionisti, manager, industriali, politici, persone di successo, insegnanti, ecc. Ma prendere coscienza dei motivi della nostra infelicità non è sufficiente in quanto, dal momento in cui ci si chiede se siamo felici,  l’orizzonte si allontana ancora di più. Questo perché non si è ancora capito che la felicità è un’idea molto astratta e che dipende dal nostro orizzonte mentale. Se esso è limitato alle cose materiali si esaurisce in esse, se si basa sui meri rapporti umani di convenienza diventa altrettanto effimero, ma se trova il suo substrato in una interiorità libera da pregiudizi e sgombra da fatui desideri, capace di osservare l’essere nelle sue profondità, allora si è felici spontaneamente e si smette di chiedere che cosa sia la felicità semplicemente perché la si vive inconsciamente.



Pier Angelo Piai
Cividale del Friuli (UD) -
aprile 2007
www.friulicrea.it

Indice raccolta
Verso l'uomo integrale
di Pier Angelo Piai

 

Report sul 21° secolo. John Ethan Titor 2 dal futuro Pier Angelo PiaiReport sul 21° secolo. John Ethan Titor 2 dal futuro di Pier Angelo Piai - Mjm Editore - 2009
"Attraverso un fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci vantiamo di essere progrediti.
In che cosa consiste, allora, la vera evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono in queste pagine scritte attraverso riflessioni e considerazioni sociologiche, antropologiche e filosofiche".

 

In sintesi il messaggio fondamentale che l'autore vorrebbe trasmettere attraverso questo libro:

 

Progresso ed etica sono in continua evoluzione, ma se non diventano complementari portano all'implosione strutturale della società privata di tutti i valori umani che in migliaia di anni di storia, tra sofferenze e gioie, sono stati tramandati alle generazioni successive.
Emerge così il profilo dell'uomo integrale del 24° secolo, molto comune ed apprezzato .
Un uomo che utilizza le tecnologie più sofisticate per la promozione umana, per la scoperta della pura Verità, per la salvaguardia del Pianeta, per la riscoperta dell'attività più inconscia della mente, per la contemplazione dell'esistenza stessa, per la solidarietà e la creatività finalizzata al miglioramento della qualità della vita di ogni essere umano presente e futuro.

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter

Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...