Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Riflessioni sulla Psicologia TranspersonaleRiflessioni sulla Psicologia Transpersonale

di Diego Pignatelli Spinazzola     indice articoli

 

Verso una Psicologia dell'Essere.

 

Sat Essere e Bhava Divenire, sembrano opposti ed agli antipodi. Tuttavia anche iniziatori di moderne psicologie si sono serviti di questa apparente dicotomia. Non a caso Abraham Maslow, che con uno studio pioneristico ha premesso il grande avvento della psicologia transpersonale e dei metodi metateorici a riguardo dell'auto-trascendenza o Self Actualization (vedi A. Maslow) si è imbattuto in una psicologia esistenziale seppur trascendendola.
Potremmo senz'altro dire che tali studi hanno propiziato una vera Psicologia dell'Essere.
Tuttavia, lo stesso Maslow, non si soffermò sulla dimensione archetipica dell'Essere, ma la utilizzò nel paradigma piramidale dei bisogni di autorealizzazione e di trascendenza. Evitando qualsiasi teoria speculativa sulla trascendenza, Maslow, si appropriò in linea generale di tale definizione. Con la fondazione della psicologia umanistica (AHP) ad opera di Maslow e Sutich, si delineò una diversa esigenza, alternativa, che lo stesso Maslow, considerò trans-umanistica. Le nuovi correnti esploravano territori quasi sconosciuti della psiche: dal misticismo, alla trance, alla coscienza cosmica, alle esperienze psichedeliche.
Il movimento della quarta forza, così venne soprannominata la psicologia transpersonale, che con le teorie messe in campo da Maslow, si proponeva, quindi, di affrontare tematiche spirituali, non ristrette nell'ambito psicosociale, bensì in quello psicospirituale.
Il Self Actualization ed i Peack Expierences (esperienze di vetta) di Maslow, diverranno fenomeni espressamente adottati dalla psicologia transpersonale. Tuttavia prima di Maslow, una sintesi coerente non era ancora stata sviluppata all'interno delle psicologie.
Ed è proprio adottando le posizioni dell'umanistica che il movimento del transpersonale, si farà strada. Nel modello psicoanalitico il aveva solo una connotazione di ordine psicopatologico, a scarso quindi di un elevazione spirituale o di una crescita interiore dello spettro della coscienza. Transpersonale od inter-personale, sta ad indicare, che l'esperienza del Sè, non può essere raggirata e circoscritta in ambito psico-analitico, quindi seguendo lo stampo di Freud, ma che la stessa trascendenza si situa oltre lo stato di coscienza ordinario. Gli studi sugli stati di coscienza non ordinari, sono stati i maggior contributi di Stanislav Grof, che nella cartografia degli stati psicopatologici, ha inserito le esperienze di tipo condensato, cosiddetti sistemi COEX (condensed expierences). I COEX, non sono altro che esperienze di sottofase che risultano ostacolare la realizzazione o la strutturazione del Sè. La strutturazione del Sè può di norma essere ostacolata dai sistemi COEX, che ne bloccherebbero l'avvio all'autorealizzazione SA (Self Actualization). Sta di fatto che situazioni bollate come patologiche non sono altro che espressioni e manifestazioni della dinamicità della psiche che secondo Grof, potrebbe far ricorso agli stessi COEX, come mezzo o tentativo all'auto-guarigione (S. Grof). Molti studiosi teorici e meta-teorici, sono all'opera per delineare un completo spettro della coscienza e dello sviluppo umani. Uno di questi, Ken Wilber, rappresenta una sintesi di pensiero amplia nell'ambito delle teorie evoluzionistiche della scienza, della filosofia, della metafisica, della psicologia e di altre branche.
L'apporto di Wilber ha fornito il miglior approccio olistico, dopo quello della Gestalt e delle filosofie orientali.
Wilber è il neo fondatore della Psicologia Integrale. La sua teoria sugli oloni, definita un olarchia a sistemi o fulcri di transizione del Sè, non fa rimpiangere la piramide dei bisogni di Maslow. Tuttavia una nuova psicologia dell'Essere sta prendendo forma.
L'essere può situarsi nel divenire nella completa integrazione trascendente. Nella citazione di uno dei più grandi maestri indiani contemporanei, Jiddu Krishnamurti, l"essere" può "divenire" solo se liberi dal confine di "ciò che dovrebbe essere". In quell'assenza di percezione in cui il percetto è il percepibile e si fondono in un unica esperienza.
Il divenire può essere una sorta di guaina o di falsa ed utopica rincorsa. L'Essere è coerenza spirituale o addirittura, dimensione perfezionata dell'archetipo divino.
L'Essere archetipico sembra alquanto diverso dall'Essere Maslowniano. Entrando nel reame trascendentale, il progredire salutare, non serve un gran che, poiché se l'Essere è proiettato nell'autotrascendenza, qualunque bisogno di tipo motivazionale, etico, morale e realizzativo non servirebbe.
Come rileva Grof ,molte delle crisi spirituali accompagnano le nevrosi psicotiche o da borderline.
In ognuno di questi stadi ci può essere una tendenza a trascendere. La dinamicità della psiche può estendersi a qualsiasi livello di patologia e tuttavia trascenderne i confini.
E' la piramide transazionale di Wilber. Il Grande Campo dell'Essere. Ogni fulcro intregra, consolida e trascende il precedente.
Dal fisico-emotivo-mentale-spirituale, o meglio prepersonale (fisico-emotivo)-personale (razionale-egoico)-transpersonale.
Onde, sistemi, cerchi concentrici, sfere rappresentano il Grande Campo dell'Essre a rappresentazione Olonica.
Un olone è un intero che è parte di un intero più grande. Come sosteneva Jiddu Krishnamurti, che il maggiore può contenere il minore e non viceversa.
Al centro di un principio realizzativo è l'Essere. L'Essere trascendente di Maslow, l'Essere Integrale di Wilber, L'Essere Transpersonale Olotropico di Grof, rappresentanti di un progetto alternativo all'esperienza umana di tipo razionale.
Le nuove teorie possono presentare paradigmi interessanti, che potrebbero convergere o prendere le distanza da altre teorie.
Sta di fatto che la psicologia transpersonale è piuttosto giovane, e soprattutto se comparata alla psicologia del profondo, promette nuove scoperte in nuovi territori ed in nuove dimensioni della coscienza.

 

      Diego Pignatelli Spinazzola

 

Altri articoli di Diego Pignatelli Spinazzola


Bibliografia

A. Maslow - Verso una Psicologia dell'Essere
K. Wilber - Integral Psychology
S. Grof - Olotropic Mind
S. Grof - Storia della Psicologia Transpersonale
Jiddu Krishnamurti - Domande e risposte
R. Assagioli - Psychosyntesis - Approcci alla psicosintesi

 

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...