Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Non credenteReligioni?
Il mondo di NonCredo

di Paolo Bancale   indice articoli

 

Il lato dark delle religioni

Gennaio 2016

 

Il momento per tutto il mondo contemporaneo è reso problematico dal terrorismo di fede islamica. E’ la fase parossistica di una religione che reagisce, tra l’altro, in modo bellico a secoli di arrogante supremazia coloniale cristiana. Di chi la colpa? Ritengo che il concetto sia posto male: di fronte al deterministicamente inevitabile quale è la genetica incompatibilità tra le religioni, si può parlare di colpa? Dalla ferocia ebraica sui popoli “gentili” ordinata dal loro dio, e poi il medio evo cristiano con le sue crociate contro l’islam ordinate dal loro dio, e le guerre di religione europee tutte combattute sempre nel nome di un qualche dio, e lo sterminio a fini di conversione di popoli animisti adoranti dèi diversi rispetto al dio dei colonialisti cristiani, e il conflitto islamico-hindu della spartizione indiana con molti dèi in campo, ci sono state sempre guerre tutte originate dalla implicita impossibilità di convivenza di aggregati diversi tra loro, quali sono le religioni, tutti confliggenti nel nome di quella paranoica perversione che si chiama “fede religiosa”, un inconsistente nulla grondante sangue.
Le religioni sono come le cellule neoplastiche che debbono espandersi a spese di quelle circostanti diverse da loro, e così non vivono di sé ma di come integrare le altre nel proprio sé: le religioni vogliono il potere sui territori e sui popoli, aborriscono il diverso e bramano l’espandersi del numero di proseliti ottenuti in qualsiasi modo. Tutti i loro dèi sono dei famelici Moloc. Questo è l’identikit delle religioni che chiamerei occidentali e che nulla però hanno potuto nei loro tentativi di assorbimento, neppure nel Kerala, rispetto al fondamento spirituale e umanistico di quelle orientali quali induismo, buddhismo, taoismo, ove il senso di potere come obbiettivo di una religione è letteralmente aborrito. Ma anche quelle occidentali non sono tutte uguali, e ve ne è una sola che ha fatto versare sangue contro tutte le altre religioni coesistenti ad essa, perseguitandole senza eccezioni: contro gli ebrei, gli islamici, i valdesi, gli ortodossi, i catari, gli hussiti, i luterani, i calvinisti, gli anglicani, gli animisti e quant’altri non fossero cattolici romani super-allineati. Ma è ancora poi possibile chiamare il cattolicesimo papista una “religione” e non uno Stato colonialista?
Ben dice al riguardo il noto teologo valdese Vittorio Subilia che nella sua critica teologica al papato dimostra che la pretesa del dominio sull’umanità intera è parte integrante del cattolicesimo romano nella sua mira alla dimensione imperiale”. Lo ha sempre fatto in modi diversi con rara abilità camaleontica e sempre lo farà, essendo un problema di genoma a tutti i livelli della loro gerarchia: dalla parrocchia alla diocesi alla curia al papato. E’ lampante come il sole, ma i ciechi si trovano sempre. Cito Dacia Maraini che esulta alla laicità italiana ove si è felicemente avverata, lei scrive “la separazione tra lo Stato e la Chiesa”. Ma va! E allora gaudeamus, igitur.

 

Paolo Bancale
Dalla rivista "NonCredo"

 


Oltre 300 articoli come questo, ma inediti, in 600 pagine all’anno, a casa tua, con l’abbonamento a NonCredo, per meno di un caffè al mese:
Pdf € 17,00 e cartaceo € 32,90.

 

Religioni? Il mondo di NonCredo NonCredo rappresenta l'unica pubblicazione culturale italiana totalmente dedicata alla informazione e documentazione dei NonCredenti, cioè di quei cittadini che, nel primato della laicità dello Stato, per qualsivoglia motivo NON SI RICONOSCONO IN ALCUNA RELIGIONE, ma soltanto nel rispetto delle leggi, di un'etica condivisa e nella solidarietà, optando in termini culturali per la cultura del dubbio contro ogni dogmatismo, per una consapevole autonomia della coscienza e per la più totale libertà della conoscenza e del pensiero.

 

 

Altri articoli di questa rubrica

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...