Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

salute alimentazione naturale

Salute e alimentazione naturale

Del dott. Giacomo Bo   indice articoli

  

 

Malattie, prevenzione e stile di vita

Maggio 2008
pagina 1/2 - pagina successiva

 

Si discute molto su quale possa essere – tra le mille soluzioni offerte sul mercato – il famoso ‘elisir di lunga vita’, in grado di risolvere ogni problema e di conseguenza garantire felicità, benessere e longevità.
Periodicamente, si assiste alla scoperta di nuovi principi, frutto di intense ricerche nel campo della chimica, della biologia, della genetica, che danno poi origine a prodotti industriali che promettono miracoli; integratori vitaminici, omega 3, erbe misteriose, ormoni, probiotici, antiossidanti...
Ad ogni lancio è forte la speranza che queste sostanze possano risolvere i problemi di salute che affliggono l’umanità, ma purtroppo ci si ritrova alla fine a fare i conti con l’amara realtà: la malattia permane e al limite si è riusciti ad alleviare i sintomi.

 

La tendenza generale della ricerca medica è ancora troppo rivolta alla cura delle malattie invece che alla loro prevenzione.
Esiste una fondamentale differenza tra questi due termini: curare significa dover risolvere una malattia in atto, mentre prevenire significa creare quelle condizioni affinché la malattia non possa fare la sua comparsa.
Radicalmente diversi sono anche gli approcci: per curare una malattia occorre studiarla in profondità, ed intervenire con sostanze specifiche che siano il più efficaci possibili. Prevenire invece implica una visione di ampio raggio, che prenda in considerazione lo stile di vita e il rapporto dell’uomo con l’ambiente in cui vive, quindi influenzare il suo comportamento individuale e collettivo. Per fare questo, occorre ‘educare’ piuttosto che ‘visitare’ la persona; occorre renderla consapevole che le proprie azioni influiscono sulla salute propria e della collettività, e che un reale miglioramento non può avvenire come singolo ma come insieme.

 

Vediamo ora uno schema molto noto che mostra l’andamento della vita dal punto di vista delle possibili malattie; ad esso abbiamo aggiunto la nostra personale visione dal punto di vista della reale prevenzione.

Malattie, Prevenzione e Stile di Vita
Cliccare sull'immagine per ingrandirla

 

Prima Fase di Vita – dalla nascita alla pubertà

Anche se sono sempre più frequenti le malattie infantili, di norma madre natura fornisce ad ogni bambino il massimo livello possibile di salute. Sta all’adulto saperlo preservare con comportamenti corretti e consapevoli, oppure rovinarlo creando le basi ad infiniti problemi futuri.

Nei primi anni di vita, l’organismo è impegnato a crescere, a rafforzarsi e a trovare i suoi equilibri.
Ancora oggi si sottovalutano gli effetti positivi di una buona gravidanza e di un parto naturale sulla salute psico-fisica del nascituro. Non solo la madre deve prestare attenzione alla propria alimentazione, ma tutto lo stile di vita deve essere rivisto alla luce del figlio. Una madre che in gravidanza continua a lavorare e a sottoporsi a stress eccessivi indebolisce la futura salute del suo bambino.
Le potenzialità dal punto di vista della salute di un parto naturale rispetto alle soluzioni proposte dai medici in termini di cesareo, epidurale, anestesia e quant’altro sono di inestimabile valore. Un bambino che abbia la possibilità di nascere in casa e di essere accolto unicamente dall’amore del propri genitori sarà un individuo fortunato da tutti i punti di vista.

Il secondo elemento di fondamentale importanza è l’alimentazione - della madre e del bambino. Fermo restando che l’allattamento al seno dovrebbe essere la condizione normale, l’allattamento artificiale rimane un’eccezione percorribile solo nel caso in cui la madre abbia veramente una carenza di latte, situazione che si verificherebbe assai raramente se le donne fossero sostenute a livello personale e sociale.
Anche lo svezzamento dovrebbe avvenire con consapevolezza e attenzione, perché anticipare i tempi significa indebolire il sistema digerente del neonato, mentre posticiparlo può facilmente creare situazioni di debolezza psicologica.

I primi cibi solidi dovrebbero essere naturali e sani, fatti con verdure e frutta fresche, cereali in chicchi, proteine vegetali. Zucchero, uova, latte vaccino, cereali raffinati e in genere prodotti industriali dovrebbero essere proibiti per molti anni.
Bisogna aver presente che con l’alimentazione si costruisce la qualità dei tessuti del corpo, la sua resistenza e la sua forza, la sua capacità di perdurare nel tempo. Come una casa è solida prima di tutto per le fondamenta, così un corpo si sviluppa con successo grazie ad un’alimentazione sana e corretta.

Un terzo fattore fondamentale per la salute è il processo e il metodo educativo con cui si sceglie di crescere i bambini. Esistono numerosi studi che mostrano una relazione tra sviluppo mentale e nervoso e malattie fisiche in età adulta, a conferma del fatto che nei primi anni di vita le energie di crescita dovrebbero dare priorità principalmente al corpo e secondariamente al sistema nervoso e al cervello. Ecco che programmi educativi che stimolino precocemente attività intellettuali e di ragionamento possono interferire con questo delicatissimo processo.
Un elemento spesso trascurato perché troppo sottile da essere rilevato è il ritmo dei tempi, ossia il fatto che per il bambino la giornata dovrebbe essere scandita sempre da tempi regolari, in modo che la sua struttura psicofisica possa crescere in equilibrio e in armonia. L’errore che più spesso si commette consiste nel far vivere il bambino all’interno dei ritmi dell’adulto, molto più veloci e frenetici.
Questi due punti possono essere semplificati con la seguente affermazione: dovremmo lasciare i bambini piccoli a giocare liberamente. Ci sarà tempo per educarli alla vita sociale.

 

Seconda Fase di Vita – l’adolescenza

Una volta impostato alla base, il corpo umano prosegue il suo sviluppo sulle direttive ricevute nei primi anni, e sarà il grado di liberare le sue potenzialità in funzione di quanto ricevuto nella fase precedente.
Vediamo infatti giovani con già dei problemi fisici, come brufoli, sovrappeso, intolleranze alimentari, carie e perdita della vita. Questi problemi sono dovuti principalmente ad un errata alimentazione, troppo povera di frutta e verdura e troppo carica di proteine animali, grassi saturi, zuccheri e cereali raffinati.
Una corretta alimentazione rimane un caposaldo fondamentale per la salute per tutto il corso della vita.
Il giovane, desideroso di provare esperienze nuove ed estreme anche in campo alimentare, dovrebbe comunque avere una ‘base’ sana, dove frutta, verdura e cereali integrali sono presenti quotidianamente. La principale fonte di proteine dovrebbero essere i semi oleosi (noci, mandorle, nocciole, pistacchi, anacardi ecc.), mentre carne, pesce, formaggio e uova andrebbero consumati saltuariamente e comunque dovrebbero sempre essere di ottima qualità.

Un secondo fattore fondamentale in questa fase di vita è l’attività fisica. Mentre il bambino si muove continuamente, il giovane, complice la scuola, inizia a rimanere seduto per troppe ore al giorno. A questo contribuiscono anche la televisione (4,5 ore al giorno come media) ed il computer (2,5 ore al giorno).
L’attività fisica permette al corpo di mantenersi in salute, perché ‘brucia’ le tossine e rinforza tutto il sistema immunitario, oltre che l’organismo in generale.
Per il giovane, l’interesse principale potrebbe essere lo sport (non agonistico perché troppo intenso), occasione anche per sviluppare doti morali e interiori, come la tenacia, la forza, l’amicizia, la costanza e così via.

Terzo e ultimo fattore importante diviene l’ambiente in cui si vive, perché ora più che mai l’inquinamento in ogni sua forma diventa deleterio per la salute.
Anche lo stress e le nevrosi del nostro tempo possono danneggiare un sistema nervoso che ancora non ha raggiunto la maturità, per cui la giornata dovrebbe seguire ritmi intensi ma non eccessivi.

pagina 1/2
pagina successiva

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...