Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

TESTI Canzoni - Classici in lingua francese - Indice

Testi canzoni originali con traduzione in italiano di Ermanno Tassi

 

Domino - André Claveau

Di: Jacques Plante, Louis Ferrari

 

Testo della canzone (lingua originale)

 

Domino

 

Refrain:
Domino,  Domino
Le printemps chante en moi, Dominique,
Le soleil s'est fait beau,
J'ai le cœur comme un' boite à musique
J'ai besoin de toi,
De tes mains sur moi,
De ton corps doux et chaud,
J'ai envie d'être aimée Domino.

 

Méfie-toi, mon amour, je t'ai trop pardonné
J'ai perdu plus de nuits que tu m'en as données
Bien plus d'heures
A attendre, qu'à te prendre sur mon cœur,
Il se peut qu'à mon tour je te fasse du mal,
Tu m'en as fait toi-même et ça t'est bien égal,
Tu t'amuses de mes peines, et je m'use de t'aimer

 

(refrain)

 

Il est une pensée que je ne souffre pas
C'est qu'on puisse me prendre ma place en tes bras,
Je supporte bien des choses, mais à force c'en est trop...
Et qu'une autre ait l'idée de me voler mon bien,
Je ne donne pas cher de ses jours et des tiens,
Je regarde qui t'entoure prends bien garde mon amour.

 

Domino,  Domino
J'ai bien tort de me mettre en colère,
Avec toi, Domino,
Je sais trop qu'il n'y a rien à faire,
T'as le cœur léger,
Tu ne peux changer,
Mais je t'aime, que veux-tu?
Je ne peux pas changer, moi non plus,
Domino, Domino,
Je pardonne toujours, mais reviens,
Domino, Domino,

Et je ne te dirai plus rien


Testo della canzone (Traduzione in italiano)
Traduzione a cura di Ermanno Tassi

 


Domino

 

Ritornello :
Domino, Domino
La primavera canta in me, Domenica
Il sole diventa bello
Il moi cuore è come un carillon
Ho bisogno di te
Delle tue mani su di me
Del tuo corpo dolce e caldo
Ho la bramosia d’amore, Domino

 

Ma bada a te, amore mio, ti ho  perdonato troppo
Ho perso più notti di quelle che tu mi hai dato
Molte ore ad aspettarti
Per tenerti sul mio cuore
Può darsi che a mia volta ti faccia del male
Tu pure  me ne hai fatto  rimanendo indifferente
Le mie pene ti divertono ed io mi logoro nell’amarti

 

(ritornello)

 

Non è che un'idea che io non soffra
Se qualcuno prendesse il mio posto tra le tue braccia
Sopporto molte cose, ma poi il troppo storpia
E se ad un altro saltasse in mente di rubarmi il mio bene
Avreste i giorni contati tutti e due
Osservo chi ti sta intorno, stai ben attenta amore mio

 

Domino, Domino
Ho torto marcio a montare in collera
Con te, Domino
So troppo bene che non c’è niente da fare
Hai il cuore leggero
Non puoi cambiare
Ma io ti amo, che ci posso fare?
Neanche io posso cambiare
Domino, Domino
Perdono sempre, ma ritorna
Domino, Domino
E non ti dirò più niente.


Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...