Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

TESTI Canzoni - Classici in lingua inglese - Indice

Testi canzoni originali con traduzione in italiano di Ermanno Tassi

 

Polka Dot Bikini - Brian Hyland

(Itsy Bitsy Teenie Weenie Yellow Polka Dot Bikini)

Di: Paul Vance, Lee Pockriss - Kapp Records

 

Testo della canzone (lingua originale)

 

Polka Dot Bikini

 

She was afraid to come out of the locker
She was as nervous as she could be
She was afraid to come out of the locker
She was afraid that somebody would see
(spoken: two, three, four tell the people what she wore)

Chorus
It was an itsy bitsy teeny weenie yellow polka
dot bikini
That she wore for the first time today
An itsy bitsy teeny weenie yellow polka
dot bikini
So in the locker she wanted to stay
(Spoken: two, three, four stick around we’ll tell you more)

She was afraid to come out in the open
So a blanket around her she wore
She was afraid to come out in the open
So she sat bundled up on the shore
(spoken:  tow, three, four tell the people what she wore)

(chorus)

(spoken: two, three, four stick around we’ll tell you more)

Now she’s afraid to come out the water
And I wonder what she’s gonna do
Now she’s afraid to come out of the water
And the poor little girl’s turning blue
(spoken: two, three, four tell the people what she wore)

(chorus)

From the locker to the blanket 
From the blanket to the shore
From the shore to the water 
Guess there isn’t any more?


Testo della canzone (Traduzione in italiano)
Traduzione a cura di Ermanno Tassi

 


Ridottissimo Bikini Giallo A Pois

 

Aveva timore di uscire dalla cabina
Era nervosa al massimo
Aveva timore di uscire dalla cabina
Aveva timore che qualcuno la vedesse
(parlato: due, tre, quattro dicci cosa indossava)

 

Ritornello
Era un ridottissimo bikini giallo a pois

Che indossava oggi per la prima volta
Un ridottissimo bikini giallo a pois
Sicché voleva rimanere nella cabina
(parlato: due, tre, quattro non andatevene vi diremo di più)

 

Aveva timore di uscire all’aperto
Cosi indossò una coperta
Aveva timore di uscire all’aperto
Così si sedette infagottata sulla riva
(parlato: due, tre, quattro dicci cosa indossava)

(ritornello)

 

(parlato: due, tre, quattro non andatevene vi diremo di più)

Adesso ha timore di uscire dall’acqua
E mi chiedo  cosa farà
Adesso ha timore di uscire dall’acqua
E la poverina sta diventando blu
(parlato: due, tre, quattro dicci cosa indossava)

 

(ritornello)

 

Dalla cabina alla coperta
Dalla coperta alla riva
Dalla riva all’acqua
Indovinate, non ci sarà altro?

 

 

NOTA

E’ una canzone molto carina che balzò in vetta alle classifiche degli anni ’60 anche in Italia, sia nella versione originale, sia nella versione italiana il cui testo rispecchia abbastanza bene quello in lingua inglese.

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...