Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

TESTI Canzoni - Classici in lingua francese - Indice

Testi canzoni originali con traduzione in italiano di Ermanno Tassi

 

Une Belle Histoire - Michel Fugain

Di: Michel Fugain, Pierre Delanoe

 

Testo della canzone (lingua originale)

 

Une Belle Histoire

 

C'est un beau roman, c'est une belle histoire
C'est une romance d'aujourd'hui
Il rentrait chez lui, là-haut vers le brouillard
Elle descendait dans le midi, le midi
Ils se sont trouvés au bord du chemin
Sur l'autoroute des vacances
C'était sans doute un jour de chance
Ils avaient le ciel à portée de main
Un cadeau de la providence
Alors pourquoi penser au lendemain?

 

Ils se sont cachés dans un grand champ de blé
Se laissant porter par les courants
Se sont racontés leur vies qui commençaient
Ils n'étaient encore que des enfants, des enfants
Qui s'étaient trouvés au bord du chemin
Sur l'autoroute des vacances
C'était sans doute un jour de chance
Qui cueillir le ciel au creux de leurs mains
Comme on cueille la providence
Refusant de penser au lendemain

 

C'est un beau roman, c'est une belle histoire
C'est une romance d'aujourd'hui
Il rentrait chez lui, là-haut vers le brouillard
Elle descendait dans le midi, le midi
Ils se sont quittés au bord du matin
Sur l'autoroute des vacances
C'était fini le jour de chance
Ils reprirent alors chacun leur chemin
Saluèrent la providence en se faisant un signe de la main

 

Il rentra chez lui, là-haut vers le brouillard
Elle est descendu là-bas dans le midi
C'est un beau roman, c'est une belle histoire
C'est une romance d'aujourd'hui.



Testo della canzone (Traduzione in italiano)
Traduzione a cura di Ermanno Tassi

 


Una Bella Storia

 

E’ un bel romanzo, è una bella storia
E’  una storia d’amore di oggi
Lui rientrava a casa sua lassù verso la nebbia
Lei scendeva al sud, al sud
Si sono trovati sul ciglio della strada
Sull’autostrada delle vacanze
Era senza dubbio un giorno fortunato
Avevano il cielo a portata di mano
Un regalo della provvidenza
Perché dunque pensare al domani?

Si sono nascosti in un vasto campo di grano
Si sono lasciati portare dalla corrente
Si sono raccontate le loro vite che iniziavano
Non erano ancora che dei bambini, dei bambini
Che si son trovati sul ciglio della strada
Sull’autostrada delle vacanze
Era senza dubbio un giorno fortunato
Da prendere il cielo a piene le mani
Come si coglie la provvidenza
Rifiutando di pensare al domani

E’ un bel romanzo, è una bella storia
E’ una storia d’amore di oggi
Lui rientrava a casa sua lassù verso la nebbia
Le scendeva al sud, al sud
Si sono lasciati sul fare del giorno
Sull’autostrada delle vacanze
Era finito il giorno fortunato
Quindi ripresero ciascuno il proprio cammino
Salutarono la provvidenza facendosi un cenno con
la mano

Lui rientrò a casa, lassù verso la nebbia
Lei è scesa giù al sud
E’ un bel romanzo, è una bella storia
E’ una storia d’amore di oggi.

 

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...