Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 15-12-2007, 08.47.55   #21
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Il Papa contro il comunismo e l'ateismo.

[quote=roberto.52]
....C’è un modo di dire che credo sia conosciuto da tutti e che recita: “non si muove foglia che Dio non voglia”; una frase banale che però esprime interamente il concetto di fede.
...../QUOTE]

Mi sembra di capire che tu sia un cattolico praticante, questo non per inquadrarti da qualche parte ma per meglio comprendere il tuo pensiero.

Io sono cristiana non cattolica. Sono stata fino ad un decennio fa nella barca del cattolicesimo poi sono stata costretta, dalla mia coscienza, a saltare fuori e ora vedo una realtà terribile, la barca è piena di tarli che la consumano.

Credo anch'io che Dio ci guardi, ma ciò non toglie che Dio sia Amore e che permetta ai suoi figli di crescere, imparare, tornare a Lui da qualunque punto essi decidano di farlo. E un Papa non è superiore a Dio.

Non è meglio del Dalai Lama ( a parte che non esprime mai la dolcezza immensa di quell'uomo) è un "capo" come tanti altri capace di combinare guai molto grossi da centinaia d'anni. Basta leggersi un poco di storia. Non che oggi siano poi tanto migliori visto che proteggono i pedofili e sguazzano nel potere economico.

Il Papa non può e non deve fare politica, se è una guida spirituale deve fare la guida. "chi è senza peccato scagli la prima pietra" disse Gesù, bene i papi non sono candide colombe senza peccato e non possono scagliarsi contro nessuno.
Se lo stesso Dalai Lama tiene un atteggiamento di perdono verso le orde che hanno occupato e stanno distruggendo il suo popolo vuol dire che da noi c'è qualcosa che non va.
Il Papa si occupa delle leggi dello stato che riguardano anche atei, omosessuali e comunisti o tutti quelli che non la pensano come lui.

Comunisti e atei sono figli di Dio, come ogni creatura. Ciascuno sceglie il proprio cammino e deve farlo nella piena libertà che Dio ci ha donato, nessun uomo può erigersi a dittatore dello spirito.

Se non ci liberiamo dal giogo che uomini hanno imposto ad altri uomini non riusciremo mai a costruire un mondo migliore.

Dio si aspetta che arriviamo con i nostri piedi e i nostri cuori, i nostri sforzi dopo aver imparato dai nostri errori, e non con orribili stampelle uscite da una catena di montaggio. O trascinati con la forza, l'inganno, l'imposizione da chi credeva di fare le veci di Dio.
Mary is offline  
Vecchio 15-12-2007, 17.38.42   #22
roberto.52
Ospite
 
Data registrazione: 12-12-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Il Papa contro il comunismo e l'ateismo.

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Mi sembra di capire che tu sia un cattolico praticante
E’ evidente che non riesco ad esprimere in maniera chiara i concetti che voglio comunicare e mi sento mortificato per questo.
Userò una metafora (premettendo che i termini adoperati nulla hanno da spartire con l’argomento che stiamo trattando).
Se un rapinatore mette a segno una rapina, e questa è fruttuosa, si potrà dire di lui che ha ben delinquito per cui è un “buon delinquente”;
se, invece, non ci ricava un centesimo e magari viene pure arrestato, allora si dirà che è un “pessimo delinquente”. L’espressione “buon delinquente” è
un ossimoro (una specie di contraddizione di termini) che ha la funzione di stravolgere il senso letterale di una parola (ma questo è gia chiaro a tutti).
Un “buon Papa” (absit iniuria verbis) è tale solo se svolge bene la sua funzione.
Se vuoi, puoi rivedere il mio intervento con una chiave di lettura diversa.
Mi piacerebbe approfondire l’assioma Dio-Amore ma non so se il regolamento del forum mi consente di allontanarmi dall’argomento di conversazione. C’è qualche possibilità di farlo?
roberto.52 is offline  
Vecchio 15-12-2007, 17.43.07   #23
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Citazione:
Originalmente inviato da roberto.52
Mi piacerebbe approfondire l’assioma Dio-Amore ma non so se il regolamento del forum mi consente di allontanarmi dall’argomento di conversazione. C’è qualche possibilità di farlo?
Soltanto aprendo una nuova discussione.
Grazie
webmaster is offline  
Vecchio 15-12-2007, 18.18.42   #24
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Il Papa contro il comunismo e l'ateismo.

Citazione:
Originalmente inviato da roberto.52
...La Chiesa riconosce all’uomo il libero arbitrio ma esso non serve per scegliere fra percorsi diversamente validi; la via giusta è una: quella della fede che porta alla vita eterna. L’arrogante intelligenza dell’uomo deve essere punita perché prevarica il volere di Dio.
Personalmente credo che se non si hanno le idee chiare su questi concetti basilari, è inutile cavillare su qualche parola che, e ribadisco, esprime coerentemente l’essenza della fede.
Se qualcuno crede che si possa avere una fede rispettosa della libertà di pensiero dell’uomo si inganna e farebbe bene a riesaminare la propria posizione.
Rivolgo un sincero ringraziamento a Sua Santità Papa Benedetto XVI per la chiarezza delle proprie posizioni.

Ho riletto il tuo post, e mi sono venuti i brividi perchè non avevo afferrato bene i tuoi concetti, o quelli della chiesa che forse sono uguali.

"la chiesa riconosce all'uomo il libero arbitrio ma......."
Cielo! credimi sto ancora rabbrividendo, meno male che non sono più cattolica
Ho capito fin troppo bene quel che la mia ottusità in decenni mi aveva impedito di comprendere.

"L'arrogante intelligenza dell'uomo deve essere punita...."

Ora comprendo, in un solo istante, i roghi, le torture, le scomuniche.

Dio mi perdonerà certamente per essermi ostinata per decenni a stare con chi non stava dalla Sua parte.
Il Papa è libero di dire qualsiasi cosa, di schierarsi contro comunisti, ateisti, omosessuali ecc. ma che parli in nome di Dio mi offende profondamente.
E' libero di imporre ai suoi seguaci tutto quello che gli passa per la mente, ma che non pretenda di imporre il suo Dio anche su chi non lo vuole.

Il mio Dio, il mio Gesù è Amore. E l'Amore è tollerante, paziente, comprensivo, accogliente, non giudica, non intima, non possiede, non violenta.

Una folla immensa segue il Papa, ma come fanno?! Non hanno letto il Vangelo?
Non vedono il contrasto stridente che c'è tra quello che è scritto e quello che il vaticano fa?
Ribadisco che il Papa è libero di dire e fare quel che vuole sempre che lasci stare quelli che vogliono seguire strade diverse.
Solo la presunzione può far pensare che esista una sola via che porti a Roma.
E se tutte le strade portano a Roma! quante altre strade porteranno a Dio!

Si ha una ben scarsa considerazione di Dio se si pensa di poter prendere impunemente il Suo posto e costringere tutti i greggi del mondo ad entrare a forza nell'ovile.

Se il Papa di allora si fosse scagliato contro i nazzisti con lo stesso slancio che fa quello attuale contro omosessuali e comunisti, non avremmo avuto, molto probabilmente, nessun olocausto.
Mary is offline  
Vecchio 16-12-2007, 01.44.50   #25
roberto.52
Ospite
 
Data registrazione: 12-12-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Il Papa contro il comunismo e l'ateismo.

Gentile Mary
cercherò di ridurre fino all'osso il mio messaggio sperando per l'ultima volta di essere compreso.
Personalmente nutro un interesse irrilevante per il Papa, per la Chiesa Cattolica, per il cristianesimo e via via risalendo verticalmente.
Quello che volevo dire è che se un pinco pallino si sente investito da una qualche divinità della funzione di custode della morale e riesce a convincersi di questo, allora potrà pure esprimere dei giudizi sulla sua controparte.
Il mio era un invito a rendersi conto che è meglio avere a che fare con una persona che parla chiaro anche se dice cose inaccettabili, che con chi vuole accaparrarsi i clienti con i concerti rock ma che sotto sotto si comporta peggio dell'altro. Mi dispiace solo di non aver ricevuto critiche per alcune affermazioni che ho fatto e che se fossero state fatte da un mio interlocutore per me sarebbero state come un pugno nello stomaco.
Tieni presente che, per chi è credente, Dio è padrone e signore del cielo e della terra e questo non mi sembra molto "amorevole".
Volendo riprendere un'altro di quei simpatici modi di dire, per significare che una persona è una brava persona ed un vero credente, si dice: "è timorato di Dio" e non "è innamorato di Dio". Il papa si rivolge a chi lo vuole ascoltare perchè ne condivide la stessa fede. Perchè non potrebbe farlo?
Sai quale è stato un'atto veramente deprimente? Quello di accogliere Giovanni Paolo II in Parlamento con il plauso di tutti gli schieramenti politici. Gli hanno consegnato la palma d'oro di massima autorità morale. Però risultava una persona simpatica, e allora tutto va bene. Benedetto XVI ci ricorda che lui rappresenta l'autorità morale ed allora non ci sta bene perchè lo troviamo meno simpatico. Io ho la sensazione che il primo sia stato più utile al potere di quanto lo sia il secondo.
roberto.52 is offline  
Vecchio 16-12-2007, 10.10.53   #26
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: Il Papa contro il comunismo e l'ateismo.

Credo di aver capito che Roberto non è affatto un cattolico, o se lo è non condivide comunque e quello che ha detto lo dice dalla parte avversa a quella del papa.
Cioè da ateo, o da non cattolico o da diversamente cattolico legge nell’enciclica quell’estremismno tipico di chi segue l’ortodossia di una dottrina che per essere creduta deve essere rappresentata come unica vera via di salvezza al di sopra di ogni altra che, evidentemente è falsa e porta solo alle “più enormi crudeltà”, si tratti di ateismo da tutti gli dei o dal suo solo dio cattolico ratzingeriano.

Ribadisco che anche a me pare che in questa enciclica, molto più che in ogni altra il papa è stato molto chiaro su quali siano le strade per il paradiso, ma allo stesso modo quanto ci tenga a far si che si verifichino in questo mondo e per tutti queste condizioni.
La_viandante is offline  
Vecchio 16-12-2007, 18.53.48   #27
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Il Papa contro il comunismo e l'ateismo.

Citazione:
Originalmente inviato da roberto.52
Gentile Mary
cercherò di ridurre fino all'osso il mio messaggio sperando per l'ultima volta di essere compreso.
Personalmente nutro un interesse irrilevante per il Papa, per la Chiesa Cattolica, per il cristianesimo e via via risalendo verticalmente.
Quello che volevo dire è che se un pinco pallino si sente investito da una qualche divinità della funzione di custode della morale e riesce a convincersi di questo, allora potrà pure esprimere dei giudizi sulla sua controparte.
Il mio era un invito a rendersi conto che è meglio avere a che fare con una persona che parla chiaro anche se dice cose inaccettabili, che con chi vuole accaparrarsi i clienti con i concerti rock ma che sotto sotto si comporta peggio dell'altro. Mi dispiace solo di non aver ricevuto critiche per alcune affermazioni che ho fatto e che se fossero state fatte da un mio interlocutore per me sarebbero state come un pugno nello stomaco.
Tieni presente che, per chi è credente, Dio è padrone e signore del cielo e della terra e questo non mi sembra molto "amorevole".
Volendo riprendere un'altro di quei simpatici modi di dire, per significare che una persona è una brava persona ed un vero credente, si dice: "è timorato di Dio" e non "è innamorato di Dio". Il papa si rivolge a chi lo vuole ascoltare perchè ne condivide la stessa fede. Perchè non potrebbe farlo?
Sai quale è stato un'atto veramente deprimente? Quello di accogliere Giovanni Paolo II in Parlamento con il plauso di tutti gli schieramenti politici. Gli hanno consegnato la palma d'oro di massima autorità morale. Però risultava una persona simpatica, e allora tutto va bene. Benedetto XVI ci ricorda che lui rappresenta l'autorità morale ed allora non ci sta bene perchè lo troviamo meno simpatico. Io ho la sensazione che il primo sia stato più utile al potere di quanto lo sia il secondo.

Ti chiedo scusa se è stato percepito come qualcosa contro di te. Non era assolutamente mia intenzione.

Il fatto è che davvero mi sono sentita rabbrividire nel rendermi conto di un qualcosa che la mia mente non aveva del tutto realizzato.

Ti ringrazio per quel che hai scritto, mi è servito a vedere con maggiore chiarezza.

Per il resto condivido pienamente questo tuo ultimo scritto.

Voglio solo aggiungere, prendendo lo spunto proprio dalla visita del Papa in parlamento, che non dovrebbe essere permesso ad un capo religioso di dettare leggi civili di uno stato sovrano e (teoricamente) indipendente.

E come giustamente tu dici, meglio vedere chi si ha di fronte piuttosto che doverlo scoprire sotto il suo mimetismo.
Mary is offline  
Vecchio 29-12-2007, 23.24.45   #28
Oxymoron.
Ospite
 
L'avatar di Oxymoron.
 
Data registrazione: 29-12-2007
Messaggi: 25
Riferimento: Il Papa contro il comunismo e l'ateismo.

Credo in Dio. Non nella chiesa.

Il parere del papa è degno, come qualsiasi altro membro della chiesa, di ben poca considerazione.

Intendo, la storia mi insegna che l'istituzione ecclesiale ha l'inestinguibile tendenza a sbagliare. Insomma, ascoltare è sempre buona abitudine. Essere consapevoli di tutte le opinioni. Ma per quanto mi riguarda, la chiesa è poco meno di un punto di vista.
Oxymoron. is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it