Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS  - Utenti connessi
Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
 Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
Vecchio 18-03-2005, 21.14.59   #1
indigesto
Utente bannato
 
Data registrazione: 16-03-2005
Messaggi: 237
Oggi!! domani!! dopodomani!! .....come la mettiamo???

Io mi domando : come andrà a finire con l'aumento smisurato demografico da parte dei più poveri e l'impoverimento incontrollato demografico dei più ricchi?? I tempi corrono veloci , 10, 20, 30, anni sono tappe decisive che succederà??
indigesto is offline  
Vecchio 21-03-2005, 11.54.11   #2
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
la cosa mi pare del tutto simile alla situazione PRE-RIVOLUZIONE FRANCESE, ma questa volta su scala MONDIALE...

ci sono tutti i presupposti:

Da una parte, pochissimi paesi "ricchi" che, felici e ridenti, continuano a vivere nel loro castello non capendo ed infischiandosene della REALE situazione del resto del mondo (la famosa frase "se non hanno pane, che gli diano delle Brioches" è molto attuale)

Dall'altra, popoli SFRUTTATI, che non ne possono piu' di vedersi privare di tutto pur di mantenere in vita paesi quali quelli occidentali e che premono sempre con maggiore violenza alle nostre porte...

l'epilogo non puo' essere che quello del POST-RIVOLUZIONE FRANCESE...
bluemax is offline  
Vecchio 21-03-2005, 17.18.27   #3
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Io credo che per riuscire in questa ardua impresa sia necessario sconfiggere il desiderio di diventare ricchi. Senza ciò è ressoché impossibile invertire la rotta. Svalutando le ricchezze materiali si potrà giungere ad un mggior equilibrio delle sostanze tra la popolazione mondiale. Teniamo presente che ci sono altri valori che abbiamo perso di vista. Se ognuno pensasse maggiormente alla crescita spirituale, per una questione di domanda ed offerta, probabilmente la ricchezza materiale sarebbe considerata in altro modo. O sbaglio?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 21-03-2005, 17.58.15   #4
indigesto
Utente bannato
 
Data registrazione: 16-03-2005
Messaggi: 237
Al mio padrino!!......

Mr Bean , finalmente una delle poche affermazioni che condivido al 100% e se tu sapessi!! ho l'onore di essere dalla teoria passato alla pratica , che sogno! un sogno avveratosi!!. La vita comincia a quarant'anni , per l'uomo , grande verità , quante belle cose si possono fare nella libertà dal lavoro dopo i quarant'anni!! le rinunce?? insignificanti!! per il resto , grandi traguardi!!. Nè di destra nè di sinistra.....indigesto!
indigesto is offline  
Vecchio 21-03-2005, 18.48.19   #5
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
avrei una proposta i legge che immagino trovereste interessante:

E' vietato commercializzare in qualsiasi forma ogni tipologia di prodotto che venga prodotta e/assemblata e/o trattata in paesi le cui tutele dei lavoratori non siano almeno equivalenti a quelle attualmente vigenti.
nonimportachi is offline  
Vecchio 21-03-2005, 19.43.40   #6
indigesto
Utente bannato
 
Data registrazione: 16-03-2005
Messaggi: 237
dai...dai...dai...che ce la fai!!.....

A Nonimportachi!! , bellissima!! oppotunatissima!! felicissima!! trovata , apre a 360º l'arco della competività , ma credo rimanga un'utopia!! e sappiamo tutti il perchè. ma l'idea è molto ben abbozzata e chissà anche in parte qualche cosa mi pare ( i dazi ) si stia studiando , la cosa è tremendamente seria infatti!! ,comunque complimenti ancora da parte mia!!.......
indigesto is offline  
Vecchio 22-03-2005, 09.07.44   #7
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Citazione:
Messaggio originale inviato da nonimportachi
avrei una proposta i legge che immagino trovereste interessante:

E' vietato commercializzare in qualsiasi forma ogni tipologia di prodotto che venga prodotta e/assemblata e/o trattata in paesi le cui tutele dei lavoratori non siano almeno equivalenti a quelle attualmente vigenti.

e come faresti scusa ?

è semplicemente impossibile da realizzare...
ed anche giustamente impossibile da fare...
bluemax is offline  
Vecchio 22-03-2005, 14.28.28   #8
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Citazione:
Messaggio originale inviato da bluemax
e come faresti scusa ?

è semplicemente impossibile da realizzare...
ed anche giustamente impossibile da fare...

Per realizzarla, sono sufficienti:

Un disegno di legge, la sua discussione in parlamento, l'approvazione di camera e senato, la firma del presidente.

E' auspicabile un decreto attuativo col quale si costituisca una commisione di vigilanza che valuti il confronto delle tutele dei lavoratori nei vari paesi.

Più che impossibile, direi improbabile, ma la possibilità c'è ed è quella appena descritta.

La cosa migliore sarbbe far valere questa regola quanto più globalmente possibile, ma in mancanza di un adeguato consenso internazionale, si potrebbe partire per primi per dare il buon esempio.

PS: purtroppo non ho l'autorità per presentare disegni di legge in parlamento.....
nonimportachi is offline  
Vecchio 22-03-2005, 15.20.47   #9
Aristippo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-10-2004
Messaggi: 365
Ah bella idea...posso fare una domanda ??

Scusa attuando la tua proposta di legge a tutti i paesi ricchi, i paesi poveri a chi venderebbero le loro merci ?? A loro stessi ?? Che non han soldi ??

Se le vendono a noi è perchè li compriamo, perchè troviamo convenienza, se crescono economicamente è grazie a noi che troviamo economici i loro prodotti, e quindi arricchendoli gli diamo una mano a crescere...( ovvio che è sbagliato favorire lo sfruttamneto come avviene in molti paesi es. Cina India ) e ergo a mettersi in linea con le vigenti norme di sicurezza etc.etc.

E cosi' facendo, quindi basterebbe mettere dei dazi esagerati come quelli proposti dalla Lega, anzi più alti ancora e su tutto, ma cosi facendo non si tutelerebbero solo gli interessi dei paesi ricchi?e cosi' facendo non diventerebbero ancora piu' ricchi facendo crescere quel solco tra poveri e ricchi...non credi ??

Non credo sia cosi' semplice come tu dici.

Ci sono troppe questioni di fondo. Come noi nel dopo guerra i siamo evoluti in paese Industrializzato, penso che nche loro debbano avere il tempo di adattarsi. Magari più velocemente sotto la spinta dei paesi più ricchi, ma non credo che tutta possa avvenire da un giorno all'altro e grazie ad una proposta di legge.

Saluti
Aristippo is offline  
Vecchio 22-03-2005, 16.23.57   #10
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
[quote]Messaggio originale inviato da Aristippo

Scusa attuando la tua proposta di legge a tutti i paesi ricchi, i paesi poveri a chi venderebbero le loro merci ?? A loro stessi ?? Che non han soldi ??


Appunto. I paesi poveri sarebbero costretti ad alzare le tutele dei lavoratori per ampliare il loro mercato.....

Se le vendono a noi è perchè li compriamo, perchè troviamo convenienza, se crescono economicamente è grazie a noi che troviamo economici i loro prodotti, e quindi arricchendoli gli diamo una mano a crescere...

Basta andare a vedere a chi va il lucro che si crea vendendo nei paesi ricchi un prodotto costruito con manodopera a basso costo. Generalmente chi realizza il lucro è una grossa società partecipata da soggetti privati dei paesi ricchi. Il meccanismo è quello di realizzare il prodotto a minor costo possibile e venderlo al maggior costo possibile per tenersi il lucro.
ESEMPIO: Compra un bel giocattolo a tuo figlio, il pupazzetto del momento. La casa che te lo vende è la Mattel, il giocattolo è made in Cina. Vorrei capire cosa ci guadagnano i Cinesi oltre un pugno di riso a fine mese....

E cosi' facendo, quindi basterebbe mettere dei dazi esagerati come quelli proposti dalla Lega, anzi più alti ancora e su tutto,

Se non ricordo male, il Dazio non è un'invenzione della Lega, era già stato tentato in passato, non ricordo però alcun successo di lunga durata di questo sistema.


ma cosi facendo non si tutelerebbero solo gli interessi dei paesi ricchi?


In tutta sincerità, penso che per i paesi ricchi sarebbe un discreto disastro, una sorta di ricominciamo da zero. Chi se lo compra più un celulare a 100 Euro....
Sono convinto che il nostro tenore di vita sia quello che sia grazie allo sfruttamento del terzo mondo, non credo che sia possibile mantenere questo tenore di vita se si vuole veramente risolvere i problemi dell'umanità.

Come noi nel dopo guerra i siamo evoluti in paese Industrializzato, penso che anche loro debbano avere il tempo di adattarsi. Magari più velocemente sotto la spinta dei paesi più ricchi....

Per il momento i paesi ricchi sono un ostacolo allo sviluppo del terzo mondo. Ti invito a documntarti sul WTO (che organismo è, che cosa fa e come lo fa) e magari una sbirciatina anche a ciò che si reclama durante i vari G77 (chissà perchè si parla tanto del G8 e mai del G77....)

a presto
nonimportachi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it