Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 01-06-2005, 18.02.32   #1
AM3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-12-2004
Messaggi: 75
L'esposizione del Male a Torino : un percorso personale

Di sicuro ,a più riprese si è trattato del tema della mostra che si tiene in questi mesi a Torino ( Stupinigi per essere esatti ) , sul Male , come forma di espressione e di contatto col il prossimo .
Lo visitata proprio un paio di giorni or sono e ne ho tratto un impressione molto strana , come di essere rimasto all'oscuro per tutti questi anni di una realtà umana che tutti noi temiamo di scoprire .
La cattiveria e la perfidia , si manifestano ancora prima di mettere piede all'interno dell'esposizione .
Due bambini impiccati ad un palo ti guardano beffardamente , quasi con una certa sufficienza come se volessero sfidarti e mettere alla prova i tuoi nervi .
Dopo aver pagato il biglietto ( 9 euro l'intero , ma se avete la tessera musei è gratis ) ti immergi un'altra realtà e vieni a contatto con il Male , vera forma animalesca mai del tutto sopita .
I quadri del Beato Angelico , così casti e tranquilli nella loro plasticità quasi faraonica , ci comunicano un disincanto nell'uomo , che dopo il 1000 e specialmente nel Medioevo , si accorge della sua vera natura ( metà angelica e metà bestiale , come diceva Paracelso ) .
La prima ala riserva strane sorprese , infatti si arriva fino al ridosso del 900' , con quadri sempre più crudi e convincenti nello scandagliare l'animo umano .
Dalla testa del Battista ( rappresentata in ogni forma e sotto ogni aspetto ) alle pitture di Durer e Goya , fino a giungere a ridosso del passato secolo , forse l'apice della crudeltà umana .
Una citazione la meritano le streghe , i maghi e le tenebre create dagli uomini , con sortilegi e malelingue , che tanto influenzeranno il pensiero medioevale e non solo .
Dopo una breve passeggiata all'aperto , creata per decongestionare il visitatore che ormai da 2 ore è all'interno dell'esposizione , ci rechiamo alla seconda ala della Palazzina di Caccia di Stupinigi .
Il 900 mi accoglie bruscamente , le immagini cambiano , ma le inquietudini e le paure sono le stesse di sempre .
è giovedì pomeriggio , quindi l'atmosfera e calma e tranquilla , si ha tutto il tempo di guardare le opere esposte ( a differenza di sabato e domenica , in cui il delirio prende possesso della struttura ) .
I nuovi artisti a fianco delle nuove leve , così tecnologiche e cibernetiche , Balthus ( con una splendida serie di schizzi e immagini domestiche sempre sul tema della crudeltà ) a fianco di Alessandri ( artista recentemente scomparso , che vedeva nei teschi e negli scheletri una forma di arte ) .
Tre manichini macabri e con brandelli umani addosso , mi accolgono nell'ultimo pezzo della mostra ( sempre 2 ala comunque ) e dopo aver tributato un omaggio visivo alle opere di Bacon , mi dirigo verso le opere più recenti e costeggio con interesse le fotografie dei grandi fotografi di ieri e di oggi .
Un pannello al neon , di un artista di cui non ricordo il nome , mi ricorda " I figli di puttana che non moriranno mai " , fra cui spiccano i cognomi di personaggi celebri come Bush, Arafat , Hitler e al fondo Vittorio Sgarbi .
Vi sono da vedere le foto , belle ma inquietanti e parecchio oscene ( forse sulla mostra vietata ai minori di 14 anni , il caro Vittorio , non aveva torto ) e si passa per ultimo ai fumetti , specchio dell'evoluzione giovanile del male .
Da Martin Mistère a Diabolik , senza nessun errore o indecisone , con una piccola sosta sulle striscie più famose e conosciute .
E alla fine si esce , dopo quasi 4 ore di male e crudeltà , senza filtri nè indecisioni di sorta .
Appena entrati la proiezione del film " 2001 , Apocalisse nello spazio " di Stanley Kubrick ci aveva avvisati di cosa avremo trovato all'interno dell'esposizione , facendoci subito intendere il motivetto del nostro giro .
Il Male viene mostrato , ma la comprensione è molto soggettiva francamente non tutti vedono la crudeltà nella sua pienezza e in tutte le sue sfumature .
Che cos'è il Male ? .
Quale peso ha nella nostra vita ? .
Sono due domande che mi sono subito balenate in mente e non so il perchè e tanto meno so dare una spiegazione ai mei quesiti .
Il Male non lo si può toccare nè quantificare e la cosa non tutti la accettano , con serenità e forza d'animo .
La crudeltà ha segnato la nostra storia , ma un percorso personale delle sue sfaccettature è possibile , anche per illuminare la nostra coscienza di uomini liberi .
La mostra di Stupinigi può far riflettere senza ipocrisia nè pretese , crenado ad alcuni dubbi e perplessità .
La domanda è sempre la stessa : che cos'è il Male ? .

La mostra si concluderà il 26 giugno 2005 .

Saluti
Alessio
AM3 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it