Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalitÓ solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte


Vecchio 23-06-2005, 14.35.34   #1
AM3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-12-2004
Messaggi: 75
Antonio Ligabue in mostra

Sono passati esattemente 40 anni dalla morte del grande pittore Antonio Ligabue , un uomo solitario , sempre difficile da capire e con un carattere mutevole e scontroso .
Il critico Mario De Micheli lo vide cosý : " Un uomo ossuto , come prosciugato , col volto ispido , gli occhi foschi e ardenti .
Taciturno , nei suoi vestiti da bracciante , guardava davanti a sŔ come se fosse estraneo alle cose che gli accadevano intorno , ma da tutta la sua figura sgraziata e dura si sprigionava una strana forza , una viva energia .
Una quercia colpita dal fulmine , mi venne da pensare , resta pur sempre una quercia " .
Penso che parole del critico italiano ben rappresentino il caso del pittore Ligabue .
La sua esistenza non Ŕ certo stata una delle migliori , sempre alle prese con una esistenza forse mal digerita e con una personalitÓ che molto spesso sconfinava nell'eccesso verbale e soprattutto visivo .
I suoi quadri sono vivi , pieni di una energia misteriosa che solo lui sapeva infondere ai suoi soggetti , gli sfondi sembrano baciati dal sole e sferzati da un vento leggero ma costante , che non finisce mai .
Molti sostengono che la sua produzione pittorica ( veramente smisurata , composta da oltre 1000 dipinti solo negli ultimi 10 anni ) sia da ricollegare al periodo Naif , ma io francamente non lo mai pensato .
Ligabue era ben di pi¨ , un pittore geniale che era nato a Zurigo quasi per errore e che arriv˛ in Italia a vent'anni nel 1919 .
La madre lo aveva abbandonato a nove mesi e lui venne sballottato da un istituto rieducativo all'altro , addirittura nel 1917 finý in un manicomio .
Quindi si decise ad andare in Emilia , a Gualtieri per essere precisi , dove non si sposterÓ mai pi¨ , dileggiato e schernito dai suoi stessi concittadini .
Da dove vengono i soggetti di Ligabue ? .
Dove ha visto i soggetti da lui ritratti ? .
Forse nelle osterie svizzere o su qualche libro , il mistero rimane , di lui si sÓ solo che veniva definito da alcuni il " Van Gogh dell'Emilia " e che nelle sere sembrava quasi ululare nel bosco , come se fosse un abitante di un altro mondo .
Oggi la sua cittadina di adozione , Gualtieri gli dedica una mostra bella ed intensa , con dipinti , appunti , foto e qualche moto ( ne ebbe 18 ), grande passione dell'artista .
Le sue figure vi rapiranno , perchŔ dotate di una vita e di una energia misteriosa , che Ligabue solo sapeva gestire e ricreare .


" Antonio Ligabue "
Reggio Emilia : Palazzo Magnani ,
Corso Garibaldi 29
Gualtieri : Palazzo Bentivoglio
Fino al 18 settembre 2005



Saluti a tutti e buona giornata
Alessio
AM3 is offline  
Vecchio 03-08-2005, 11.28.49   #2
virgitalic
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-06-2005
Messaggi: 74
Ú un grande Antonio ligabue ho visto una esposizione molto tempo fÓ a Roma...................sono rimasto molto affascinato da questo personaggio grande sentimento... se avete la possibilitÓ non perdete la sua mostra vale veramente la pena



http://www.virginio.new.fr
virgitalic is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright ę Riflessioni.it