Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 13-05-2006, 21.49.30   #1
argos
Ospite abituale
 
L'avatar di argos
 
Data registrazione: 30-03-2006
Messaggi: 80
Chi genera la fantasia?

Cos'è che scatena la fantasia dalle nostre menti?

Secondo me è una magia!
argos is offline  
Vecchio 14-05-2006, 17.30.11   #2
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Non capisco bene la domanda?

Cos'è che scatena la fantasia dalle nostre menti?

Secondo me è una magia!


La magia di cosa?


Vedere un colore scatena una fantasia

Dal quel colore sorge una magia...
klee is offline  
Vecchio 14-05-2006, 18.21.44   #3
argos
Ospite abituale
 
L'avatar di argos
 
Data registrazione: 30-03-2006
Messaggi: 80
Non capisco bene la domanda?
-------------------------------------------------------------------------------------
Provo a formularla meglio:
come mai nelle nostre menti si genera la fantasia? qual è il motore che la mette in azione?
La fantasia è qualcosa d'istintivo d'incontrollabile, ed è inoltre una caratteristica principale dell'arte. Ma sopratutto la fantasia evade dalla realtà... come mai?

Non so se così è più chiaro o ancora meno comprensibile di prima..
argos is offline  
Vecchio 15-05-2006, 00.43.28   #4
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
La fantasia è la salvezza dell'uomo..è la controparte alla realtà.

Come in tutte le cose bisogna trovare il giusto mezzo, vivere solo nella fantasia è psicosi, non avere fantasia è aridità.

Cmq la fantasia è la salvezza..beh, un attimo, penso che la fantasia nasconda tanti pericoli quanti la realtà.. per come la vedo io ultimamente essendo una sublimazione dell'aggressività umana c'è poco da scherzare..
sisrahtac is offline  
Vecchio 15-05-2006, 20.53.19   #5
argos
Ospite abituale
 
L'avatar di argos
 
Data registrazione: 30-03-2006
Messaggi: 80
Come in tutte le cose bisogna trovare il giusto mezzo, vivere solo nella fantasia è psicosi, non avere fantasia è aridità.
----------------------------------------------------------------------------------------
Giusto... trovare il giusto equilibrio tra follia e razionalità.
Ma come mai nè la realtà nè la fantasia ci appagano, come dici te non si può vivere solo nella fantasia (quindi si ha bisogno della realtà); e nemmeno si può vivere solo nella realtà, perchè come sostieni in parte, la fantasia è salvezza (quindi in questo caso si ha bisogno della fantasia)...
Questo Vuol dire forse che la civiltà d'oggi (occidentale soprattutto), che si basa esclusivamente sulla materialità delle cose, sulla scienza e sulla spiegazione di ogni fenomeno basandosi su leggi scientifiche sta percorrendo una via del tutto sbagliata?! e che invece le popolazioni che ancora hanno fede su principi mistici e arazionali e superstizioni stanno imboccando la via giusta, favorendo una civiltà più fantasiosa?! o che in realtà non esiste nessuna società in grado di far generare una maggior fantasia nel suo popolo?! e che la fantasia è generata solo da ogni singola persona per la noia che la realtà coi suoi limiti applica alla persona stessa?!.....
argos is offline  
Vecchio 15-05-2006, 21.04.36   #6
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
La società deve spronare alla realtà perchè un uomo che vive nella fantasia non è produttivo, tranne nel caso degli artisti forse. Una società come la nostra sprona all'aggressione e non alla regressione. Tant'è che regressione spesso si interpreta come l'opposto di progresso, ma questo è tutto da vedersi..

Personalmente parlando io da quando faccio una facoltà scientifica sento il bisogno di una controparte spirituale e "fantastica". Al liceo bene o male parte umanista e scientifica si bilanciavano. Questo per dirti che senza uno sguardo all'interno io mi inaridisco. Poi ci sono persone che riescono a vivere solo di realtà. Si vede che sono più appagati e meno frustrati . Si torna sempre lì, la fantasia come evasione e ripiegamento dalla realtà. Però non penso sia solo quello, è più una questione di equilibrio insito nella natura umana. Tutti e dico tutti gli uomini non a caso passano meta di ogni loro giorno dormento ripiegati in quello che è il loro mondo interiore e fantastico. Che poi da vigili non se lo ricordino è un fatto..ma ciò non toglie la necessita fisiologica di staccare l'attenzione dalla realtà.

sisrahtac is offline  
Vecchio 15-05-2006, 21.15.45   #7
argos
Ospite abituale
 
L'avatar di argos
 
Data registrazione: 30-03-2006
Messaggi: 80
Tutti e dico tutti gli uomini non a caso passano meta di ogni loro giorno dormento ripiegati in quello che è il loro mondo interiore e fantastico
---------------------------------------------------------------------------------------------
Questo è vero non ci avevo pensato;
ma allora perchè fantastichiamo di giorno, se già lo facciamo durante tutta la notte?...
argos is offline  
Vecchio 16-05-2006, 23.05.27   #8
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Per lo stesso motivo che tra il bianco ed il nero c'è tutta la scala dei grigi o tutti i colori..

Non c'è solo il sonno e la veglia, ma mille e mille stadi dati da variazioni di percentuali.

Poi la stessa aggressività vitale di cui parlavo prima, qualcuno parlerebbe di volontà di potenza, non prende sempre il verso della realtà durante la veglia ed allora si fantastica..

Concludendo...è più vita quella fuori o quella dentro? La realtà e la fantasia sono così separate od in fondo sono fatte della stessa "sostanza"? I sogni possono diventare realtà e la realtà sogno?

Ultima modifica di sisrahtac : 16-05-2006 alle ore 23.06.36.
sisrahtac is offline  
Vecchio 16-05-2006, 23.34.03   #9
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
La fantasia si alimenta di dati reali, ma gioca a spostarli.
Può essere un modo di ampliare le possibilità degli oggetti, delle immagini, dei concetti, che di rimando allarga le vedute personali e di conseguenza anche la vita stessa.
E' un gioco, un esercizio mentale, a volte un modo per evadere da una realtà piatta o troppo vincolata.
Chi usa la fantasia non ne è usato, sa quando il gioco deve smettere.
Essere fuori dalla realtà non ha a che vedere con la fantasia, si tratta di una patologia che di fantastico purtroppo non ha nulla.
cannella is offline  
Vecchio 22-05-2006, 13.26.31   #10
cincin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-05-2006
Messaggi: 185
Re: Chi genera la fantasia?

Citazione:
Messaggio originale inviato da argos
Cos'è che scatena la fantasia dalle nostre menti?

Secondo me è una magia!
Se per fantasia intendi la creatività del pittore, scultore, poeta, ecc. (e immagino di sì, visto che siamo nell'argomento arte), allora sì, è una magia, o meglio ancora, un mistero.
La creatività è un qualcosa che scaturisce in tutti noi, quando ci troviamo in uno stato di non pensiero, e che non sappiamo da dove sia venuta.
Il pittore è in uno stato di non pensiero in maniera più naturale degli altri, e solo colui che si trova in questo stato può creare.
Ma anche le più grandi scoperte scientifiche avvengono in uno stato di non-pensiero.
Quando lo scienziato si rilassa e non "pensa" più alla scoperta, ecco che trova la soluzione. Poi, grazie alla mente passerà a dimostrarla o meno.
Se per fantasia invece intendi l'immaginazione, quella che ci fa fantasticare, allora quella è un'attitudine della mente e non ha nulla a che vedere con la creatività dell'artista.
La mente può "creare" solo le cose conosciute, che a quel punto non sono creazioni; la non mente crea dal nulla, inventa.
Ciao, cincin.
cincin is offline  

 

« canzoni | help! »


Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it