Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 11-06-2007, 10.14.59   #1
benedetto
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-03-2007
Messaggi: 173
Astensione dal voto

Penso che la nostra classe politica avrebbe bisogno di una lezione dal popolo.
Trovo che l'unica vera arma a disposizione del cittadino sia il rifiuto dell'urna, oppure sarebbe falsa l'affermazione che echeggia in tutti gli angoli della nostra società: "Sono tutti uguali, ciascuno cura i propri interessi e non gli interessi del paese"
benedetto is offline  
Vecchio 11-06-2007, 10.44.49   #2
Guido
Ospite abituale
 
L'avatar di Guido
 
Data registrazione: 09-02-2007
Messaggi: 96
Riferimento: Astensione dal voto

Citazione:
Originalmente inviato da benedetto
Penso che la nostra classe politica avrebbe bisogno di una lezione dal popolo.
Trovo che l'unica vera arma a disposizione del cittadino sia il rifiuto dell'urna, oppure sarebbe falsa l'affermazione che echeggia in tutti gli angoli della nostra società: "Sono tutti uguali, ciascuno cura i propri interessi e non gli interessi del paese"

Potrebbe essere un'idea ma siamo sicuri che gli estremisti di ambo le parti si asterrebbero....e così cadremmo dalla padella alle braci!
Abbiamo bisogno di persone obiettive, preparate e sopratutto oneste! Ma tali persone si rifiutano di entrare in politica (e mi dicono non è neppure semplice) perchè appunto non sono capaci di accettare i compromessi.
Io trovo che mia figlia (per esempio) possieda tali capacità e sa separare il proprio credo da quello che è il corretto comportamento laico del governare e nelle inevitabili discussioni la sua imparzialità si evidenzia.
Più volte le ho detto "Abbiamo bisogno di persone come te in politica" risposta "Troppi compromessi per entrare per cui entrerei già contaminata. Assolutamente no!"

Forse il problema è come convincere questo tipo di persone (e ce ne sono tante!) a mettersi al servizio della società, a mettersi in politica; ma immetterle preservando la loro indipendenza!
Guido is offline  
Vecchio 11-06-2007, 11.31.42   #3
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Astensione dal voto

Citazione:
Originalmente inviato da benedetto
Penso che la nostra classe politica avrebbe bisogno di una lezione dal popolo.
Trovo che l'unica vera arma a disposizione del cittadino sia il rifiuto dell'urna, oppure sarebbe falsa l'affermazione che echeggia in tutti gli angoli della nostra società: "Sono tutti uguali, ciascuno cura i propri interessi e non gli interessi del paese"

Io non concordo. A mio avviso i significati che si possono dare in modo inequivoco ad una votazione sono i seguenti.

1) Voto valido - Esprime la volontà di scelta del cittadino fra quele proposte.

2) Scheda bianca - Esprime l'accordo del cittadino per il sistema (infatti è andato ad esercitare il suo diritto-dovere di voto), ma l'equipollenza delle varie possibilità. Come dire "per me l'uno vale l'altro, mi va bene chiunque vinca"

3) Assenteismo - Esprime l'ostilità del cittadino verso il sistema. Nella fattispecie della realtà italiana, rifiuto del sistema democratico basato sul suffragio universale.

4) Scheda genericamente nulla - Esprime l'accordo del cittadino per il sistema ma il dispregio o magari lo schifo verso indistintamente tutti i candidati, anche quando ci sia indicata ostilità solo verso alcuni. Infatti anche tutti gli altri ne hanno nocumento (perdita del voto)

5) Scheda nulla mirata - Espressione di una volontà precisa, che se numericamente consistente può imporre delle pregiudiziali di tipo politico.
Per esempio se un milione di schede fossero annullate dalla dizione "TIZIO FOR PRESIDENT", sarebbero si comunque schede nulle, ma il potere non potrebbe ignorare questo parere espresso da una certa fetta di popolo. Sarebbe cioè questa una forma democratica di rivoluzione non violenta.
Lucio Musto is offline  
Vecchio 11-06-2007, 12.46.00   #4
peregrina
Ospite
 
Data registrazione: 12-05-2007
Messaggi: 16
Riferimento: Astensione dal voto

Non credo che astenersi dal voto sia un modo di far capire alla classe politica qualcosa. Se fossimo in tanti, davvero in tanti ad astenerci sarebbe un altro discorso; ma l'astensione dal voto può essere interpretata o come"non approvo il sistema, non voto, la mia astensione è di protesta" oppure "gli italiani non hanno fiducia nella politica, i giovani pensano solo ai fatti loro e non al bene comune,italiani popolo di individualisti ecc". insomma credo sia un'arma a doppio taglio: può indicare protesta o disinteresse, che mi pare anche peggio.
Invece vedrei molta più incisività nel presentare schede nulle con su scritto magari "parlamentari tutti a casa", o qlcs del genere. certo, se sono oin pochi a farlo, è una cosa senza efficacia; ma vi immaginate cosa sarebbe(bei sogni faccio,si!) se alle prossime elezioni la maggioranza degli italiani portasse schede nulle con su scritto"date le dimissioni"? insomma, credo che non dormirebbero sonni tranquilli!a pensarci sarebbe una bella arma..inutilizzabile, però.
Inoltre, per qnt riguarda la politica in generale..il problema è il sistema congelato..non i compromessi. i compromessi fanno parte della politica, ma dipende che tipo di compromessi!!Quando il sistema è fondato sulle clientele , è corrotto,se il singolo che vi entra è valido, o si adegua o perisce. Bisognerebbe essere tanti valorosi insieme, non pochi valorosi sparsi.
peregrina is offline  
Vecchio 11-06-2007, 16.30.34   #5
benedetto
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-03-2007
Messaggi: 173
Riferimento: Astensione dal voto

Guido- "Potrebbe essere un'idea ma siamo sicuri che gli estremisti di ambo le parti si asterrebbero....e così cadremmo dalla padella alle braci!"

Non è detto, in ogni caso bisogna rischiare per ottenere


Guido - "Abbiamo bisogno di persone obiettive, preparate e sopratutto oneste! Ma tali persone si rifiutano di entrare in politica (e mi dicono non è neppure semplice) perchè appunto non sono capaci di accettare i compromessi."

Forse è la saggezza che li guida istintivamente

Per Rudello : Ok, vada per scheda nulla mirata sul tipo "INCAPACI"


Per Peregrina : Beh, se pensi che la classe politica debba capire qualcosa, ma continui a non capire nonostante molti continuino a gridarlo, penso che questa delle schede nulle sia la via maestra proprio per essere anche la più rischiosa, nel senso che votare scheda nulla costituisce qualcosa in più di una semplice chiacchiera di piazza.
E' evidente che il problema delle clientele è quello che ci affligge da millenni, ovvero da quando qualcuno introdusse il concetto di favore, di diplomazia. Alla classe politica basterebbe questa politica per andare avanti: alla classe politica sarebbe sufficiente conoscere ciò che può essere oggetto di mercanzia e questa conoscenza, al giorno d'oggi, sembra sfuggire un pò a tutti, non nelle parole naturalmente, bensì nei fatti. Ciao
benedetto is offline  
Vecchio 12-06-2007, 15.20.20   #6
T-Dragon
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-06-2005
Messaggi: 130
Riferimento: Astensione dal voto

Intanto salve a tutti. Non capito su questo fòro da un sacco di tempo; magari quelli che conobbi non ci sono neanche più, e probabilmente neanche si ricorderanno... Comunque sia, ri-salve a tutti.

A mio avviso, come già accennato, il problema è che generalmente l'astensione dal voto viene considerata come disinteresse.
Questo dagli stessi votanti. Conosco non poche persone che ritengono anzi che votare sia un dovere.
Dacché, come già detto, l'astensione avrebbe senso solo qualora fosse di massa, ci sarebbe da vincere, prima di tutto, questa ostilità un po' onnipresente all'astensionismo
T-Dragon is offline  
Vecchio 12-06-2007, 17.14.48   #7
benedetto
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-03-2007
Messaggi: 173
Riferimento: Astensione dal voto

Citazione:
Originalmente inviato da T-Dragon
Intanto salve a tutti. Non capito su questo fòro da un sacco di tempo; magari quelli che conobbi non ci sono neanche più, e probabilmente neanche si ricorderanno... Comunque sia, ri-salve a tutti.

A mio avviso, come già accennato, il problema è che generalmente l'astensione dal voto viene considerata come disinteresse.
Questo dagli stessi votanti. Conosco non poche persone che ritengono anzi che votare sia un dovere.
Dacché, come già detto, l'astensione avrebbe senso solo qualora fosse di massa, ci sarebbe da vincere, prima di tutto, questa ostilità un po' onnipresente all'astensionismo

La tua affermazione è in linea con la tua firma: Gli uomini oggi hanno paura di se stessi. Hanno dimenticato i doveri più sacri; quelli che si hanno verso di sé. Certo, sono caritatevoli. Nutrono chi ha fame, e vestono chi è nudo. Ma il loro spirito è affamato e ignudo.

E' proprio questo il punto. La gente ha paura di essere sincera. La gente vota turandosi il naso. Cosa uscirà mai di buono?
Non ci si può mettere d'accordo per non votare, o per votare "INCAPACI" ; si fa semplicemente a meno di votare e basta. Anche se non si è sicuri che sia la scelta migliore, una volta nella vita si potrà pur fare; non è che dobbiamo ammazzare qualcuno. Non si può avere sempre paura di qualcosa che tra l'altro non è mica detto che avvenga, oppure smettiamola di affermare che i nostri politici son tutti ammanicati. Tra l'altro io non sono affatto convinto che i politici siano in gran parte ammanicati... per me sono semplicemente falsi....., ma cortesi....come tutti del resto.....In altre parole, non sanno bene chi sia il responsabile di cotanto degrado sociale e si muovono un pò a vanvera, ma finchè mi muovo a vanvera io, di sicuro non provocherò tanto scompiglio, io non firmo leggi valide per 60 milioni di persone
benedetto is offline  
Vecchio 12-06-2007, 20.42.06   #8
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Astensione dal voto

Citazione:
Originalmente inviato da benedetto
...

Non ci si può mettere d'accordo per non votare, o per votare "INCAPACI" ; si fa semplicemente a meno di votare e basta. ...


Solo un piccolissimo distinguo... che però ha il suo peso spicologico.

- Se annulli la tua scheda scrivendo magari "iNCAPACI" o quello che vuoi, mostri di essere una persona che
ha scelto di votare,
si è presa la briga di andare al seggio,
ha espresso il suo dissenso.

- Se invece semplicemente non vai a votare sarai confuso nel numero (che ognuno strumentalizza come può e riesce)
di quelli che sono stati impediti,
di quelli che non sapevano affatto delle elezioni
dei malati,
di quelli che hanno preferito andare al mare,
di quelli cui andava bene qualunque cosa,
degli ignavi.

E anche con quelli che hanno perso il certificato elettorale e non hanno capito di poterne avere un duplicato!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 15-06-2007, 19.17.24   #9
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Astensione dal voto

Citazione:
5) Scheda nulla mirata - Espressione di una volontà precisa, che se numericamente consistente può imporre delle pregiudiziali di tipo politico.
Per esempio se un milione di schede fossero annullate dalla dizione "TIZIO FOR PRESIDENT", sarebbero si comunque schede nulle, ma il potere non potrebbe ignorare questo parere espresso da una certa fetta di popolo. Sarebbe cioè questa una forma democratica di rivoluzione non violenta.

Mi piace molto come idea, perchè è molto probabile che la prossima volta che mi recherò alle urne scriverò qualcosa di simile, ma prima ne darò ampio avviso su questo forum. O chiederò qualche buon pensierino.

Per far entrare gente onesta in politica, occorrerebbe formare un partito che nel proprio statuto preveda esplicitamente che il candidato sia onesto anche mostrando pubblicamente la propria dichiarazione dei redditi e chiunque ne voglia far parte sottoscriva esplicitamente l'osservanza della trasparenza e della imparzialità ovvero non privilegiare alcune categorie a discapito di altre e l'eliminazione delle caste degli "intoccabili".
Mary is offline  
Vecchio 15-06-2007, 20.39.41   #10
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Astensione dal voto

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
.....

Per far entrare gente onesta in politica, occorrerebbe formare un partito che nel proprio statuto preveda esplicitamente che il candidato sia onesto anche mostrando pubblicamente la propria dichiarazione dei redditi e chiunque ne voglia far parte sottoscriva esplicitamente l'osservanza della trasparenza e della imparzialità ovvero non privilegiare alcune categorie a discapito di altre e l'eliminazione delle caste degli "intoccabili".


Già. Secondo me questo dovrebbe essere il Primissimo prerequisito.
Magari arricchito da un bel timbro e dalla dichiarazione autografa di un capoccia della finanza che dicesse:
"HO PERSONALMENTE CONTROLLATO. QUESTA DICHIARAZIONE è VERITIERA!"

non per mancanza di fiducia certo!.... ma perché quattro occhi controllano meglio di due.....
Lucio Musto is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it