Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 15-07-2003, 23.03.28   #1
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
anziani

è un argomento triste di norma, ma non è vero.

Probabile, perchè la maggior parte "si vede giovane" (non male)

Prendo spunto dal trhead di chievo (veline..... velone.....
vattelapesca)

Se è vero, come è vero, che l'età anagrafica non conta... perchè sfottere anziani che hanno cmq voglia di divertirsi e di vivere?
Forse che gli occhi di chi li guarda son giovani e si vede in loro la fine della vita e la saggezza dell'età? (che fa paura?)
Gli anziani sono la "memoria storica" e degni di tutto il rispetto.
Personalmente non mi vergogno a ballare con loro o ridere o ascoltare, ho molto da imparare e mi piacciono i loro ricordi, meglio dei libri fatti solo di "quel che il pubblico legge".

Come pensate d'invecchiare?
Ci pensate alla vecchiaia?
Se e come ci pensate...vi rapportate in quel che oggi pensate degli "anziani"?

Eppure la vita è una ruota.....

a tutti
tammy is offline  
Vecchio 15-07-2003, 23.33.30   #2
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Anziani... li vedo un po' come dei ragazzotti con troppe disfunzioni fisiche per fare ancora delle "ragazzate".

Mi spiego: sono stato per un certo periodo a contatto con gli anziani, estranei e familiari, ed ho notato che, al di là della grande esperienza che si portano dentro (non tutti...) hanno varie volte un atteggiamento capriccioso ed in ricerca di affetto, quasi come degli adolescenti.

Quando stai con loro ti scontri con dei comportamenti trasgressivi nei confronti delle regole a cui sono soggetti (molte volte per motivi di salute) che ricordano molto le trasgressioni adolescenziali quando ci venivano proibite varie cose: tipo scappare in paese a farsi offrire un bianchino dagli sconosciuti (giuro! sono testimone), rubare le caramelle ovunque per sopperire a strane crisi di astinenza, fare la corte a quel "bel ragazzo" che si trova a vivere (anche lui single...) accanto a loro, fingere strani mali per farsi coccolare un po' (sopratutto le donne) etc.
Questo è un mio ritratto dell'anziano, che molte volte è più giovanile di noi perchè più spontaneo, acciacchi fisici permettendo.

Per questo io non sfotto l'anziano, ma mi diverto con lui quando, in un certo senso, vuole far divertire. E cerco di stargli vicino (ma non ho più il tempo e la pazienza di una volta...) quando solamente cerca dialogo.

Io non penso alla vecchiaia, spero di ringiovanire

La vita una ruota? Una ruota sgonfia... non ci porta da nessuna parte. Si potrebbe usare solo il cerchione, ma che male al culetto...
Attilio is offline  
Vecchio 16-07-2003, 11.43.09   #3
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
La vita non ci porterà da nessuna parte,ma ciò che conta è il viaggio non tanto la meta.E proprio più la meta si avvicina,più il nulla si avvicina,più è ovvio che si cerchi di attaccarsi alla vita,di approfittare di ogni momento.Quindi se gli anziani vogliono godersi quei bianchini in più che facciano...tanto prima o poi...
sisrahtac is offline  
Vecchio 16-07-2003, 14.25.39   #4
Laurablu
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2003
Messaggi: 84
Ho letto da qualche parte che da vecchi finalmente saremo veramente noi stessi. Senza finzioni, nel bene e nel male. Per cui se uno è stato ******* o egoista per tutta la vita, ma opportunamente mascherato, da vecchio non farà che peggiorare le cose (ho conosciuto anziani-e tremendi, carogne ed ottusi, ma lo erano sempre stati) , come al contrario saranno svelate le dolcezze, il candore e la bontà d'animo di alcuni.
Giu' la maschera, sarà il vero nostro essere ad emergere, senza finzioni od orpelli (e la cosa non può che farci paura).
Laurablu is offline  
Vecchio 16-07-2003, 14.50.43   #5
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
Se ci credo così sarà?

A volte penso che invecchiamo perchè pensiamo che la vecchiaia esiste, ugualmente per la morte.
Certo è un pensiero un pò matto, ma non senza una briciola di fondamento.
Io stesso nè sono la prova vivente.

Sono rimasto colpito dalla fine prematura di Compay Segundo di quel gruppo di giovinastri di Buena Vista Social Club.
Secondo me era un mito, con quel sigaro (el puro) acceso nelle grandi occasioni, quel modo di porsi così umile, eppure la sua vita parlava per lui.
Niente di eclatante (almeno sino al successo a 90 anni), ma era come la sua musica: ritmo, voglia di vivere, ma senza eccessi.
Che maestro!

L'ho amato per il suo sguardo da fanciullo, per quegli occhi che avevano visto tante illusioni dissolversi come neve al sole, eppure con tanto amore per questo assurdo recital che è la vita.

Stringersi assieme, il cuore che si scalda al calore dell'amicizia, cantare, bere un pò di rhum, mentre la sera passa lasciando posto ad un nuovo giorno...forse il segreto è tutto lì.
visir is offline  
Vecchio 16-07-2003, 17.27.37   #6
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
La mia Maestra

Una delle pochissime persone che ho incontrato nella mia vita e che ho considerato una Maetra diceva, arrivata ben oltre i settant'anni (e ma lo si direbbe da quanto i suoi occhi sono vivi) che invecchiare è bellissimo. Ho conosciuto vecchi bellissimi. Le rughe, che noi cmbattiamo con ogni arma, possono essere un ricamo, un ornamento. Un bellissimo disegno che la vita traccia sulla nostra pelle.
La nostra società che da così tanta importanza alla bellezza (all'esteriorità) e alla produttività tende a vedere con un certo ribrezzo la vecchiaia e ad avere poco rispetto per la saggezza. Forse è anche per questo che ci sono anche anziani che sono tutto forchè che saggi modelli di vita. Arrabbiati, magari, perchè sentono di non servire più a nulla e di essere stati messi da parte. Incattiviti da questo.

Per quanto riguarda le Velone, non ho avuto il piacere di seguire la trasmissione e proprio non so di cosa si trattasse. Nulla contro una persona anziana che ha voglia di divertirsi. Qualche dubbio potrei invece averlo sulla trasmissione (non sulle persone che si sono prestate, proprio sulla trasmissione). Ma non l'ho vista e l'idea che me ne sono fatta viene solo dalle vostre parole.
Fragola is offline  
Vecchio 16-07-2003, 20.19.20   #7
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
anziani

anch'io penso sia più un fattore di fisicità che mentalità (altzhaimer a parte o sclerosi galoppante )

E' principalmente il fisico che se ne và, non dico esteticamente, (anche per me le rughe sono "disegni") ma proprio la forza fisica che, a volte, impedisce l'agire della mente.
Credo ci si adegui a ritmi diversi ed a hobby diversi... più lenti...meno frenesia nel voler fare tante cose, ma allo stesso tempo rabbia per non poterle fare. Non sò se mi sono spiegata.
Catalogare: bambini, giovani, adulti ed anziani lo vedo solo "utile" al fine di stabilire una presunta età per evidenziare il soggetto del discorso, ma presi insieme per come sono, non vedo differenze "mentali": un bimbo apprende e fa i capricci, un giovane vuol diventare adulto ed è testardo, un adulto non vorrebbe fisicamente invecchiare ed un anziano fà i capricci come un bimbo, è testardo come un giovane e non si rende conto della fisicità del suo corpo come un'adulto che invecchia.
Vabbè mi sono capita da sola
Mi ricordo di una favola o parabola mhà! Riferita agli anni da vivere degli uomini l'adulto avrebbe vissuto gli anni del somaro e l'anziano gli anni della scimmia....se la ritrovo ve la racconto, magari la conoscete.

Ciao, ciao giovincelli
tammy is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it