Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 01-06-2006, 21.46.15   #1
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
economia governativa ed economia familiare

Gentili amici,

I banchieri, i governatori, gli alti politici teorizzano, formulano ipotesi e con retorica dettano ciò che il popolo dovrebbe fare. Bisognerebbe considerare i conti della casalinga: sono più giusti e meno “Ideologizati”. Questa, per risparmiare compera una cassetta piena di frutta a 7 euro dagli arabi; si avvicina ad un banchetto di cinesi ove si procura un vestito a 5 euro, si accosta ad un ambulante africano acquistando una borsa firmata a meno della metà. Dove sono dirottati questi capitali mentre i negozianti italiani mantengono i prezzi elevati? Intanto la benzina continua l’ascesa, ed elevando le tasse s’accresceranno i prezzi. Convinti delle loro Verità, gli alti economisti affermano come ottimizzare l’economia e stare al passo con l’Europa. A causa del loro ruolo e deformazione professionale, sottovalutano i parametri della microeconomia italiana, lasciando il popolo nella desolazione.

Saluti a Tutti
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 02-06-2006, 09.30.53   #2
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
A me sembra che questo stia succedendo un po' dappertutto in Europa.

Se si devono fare sacrifici, sarebbe bene dare il buon esempio dall'alto, cominciando da trasparenza e limitazioni dei compensi dei parlamentari europei e nazionali. Non sarebbe male scendere verso una dimensione più terra terra e, senza demagogia, avere un approccio dal basso verso l'alto, partendo dall'economia domestica, che deve poter beneficiare di servizi collettivi appropriati.

Monica 3 is offline  
Vecchio 02-06-2006, 10.01.43   #3
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Mia nonna dice spesso: "chi legge il cartello non mangia il vitello". Credo si capisca il significato. E' anche vero che chi sta in alto una volta era in basso, e allora che faceva? Inoltre, ci lamentiamo dell'alto costo dei carburanti e seguitiamo a spostarci in auto anche sulle piccole e medie distanze. Ci incolonniamo in file interminabili per andare in vacanza perché è un nostro diritto, però i miei genitori non sono mai andati in albergo in ridenti località. I loro periodi di relax li hanno sempre trascorsi dai loro genitori fin che li hanno avuti. Oggi c'è solo la mia nonna materna, che ha quasi 91 anni... ah dimenticavo: noi abitiamo vicino a Monza e miei parenti sono quasi tutti nel Veneto.. Mia mamma ha sempre amministrato le sostanze familiari nel migliore dei modi. Di sacrifici ne hanno fatti loro e qualcuno anche i loro due figli e con me, primogenito, con consistenti problemi di salute, la situazione non è mai stata facilissima. I politici, gli economisti e tutti i predicatori in genere dovrebbero provare ad indossare i panni di coloro dei quali credono di poter parlare....
Mr. Bean is offline  
Vecchio 03-06-2006, 10.31.40   #4
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Parto sempre, o quasi, dall'idea che è l'ultimo anello della catena a tenere in alto qualsiasi ingranaggio.

Se le basi cedono, cede anche il soffitto. E' solo fisica.

Nella realtà le cose non cambiano. Se ciascun cittadino non milionario, ovviamente, cominciasse a riflettere seriamente sulle proprie azioni i potenti non dormirebbero più fra due guanciali.

Tutti quei soldi che ballano in borsa possono in pochi minuti divenire carta straccia.

Il solo metodo, alla portata di tutti, che abbiamo oggi per incidere sull'economia è il risparmio. Evitare qualsiasi tipo di consumo superfluo. Ricercare l'indispensabile, molti lo fanno per necessità. Ma io spero che possa farlo anche chi ha i soldi da spendere.

Vedo un futuro possibile solo nella cooperazione sociale.
Una cooperazione fatta modificando le linee di attuale tendenza. Ovvero riprendere in mano i valori umani, riappropriarsi di una equilibrata intelligenza emotiva, riavvicinandosi al rispetto, alla tolleranza, al vero benessere collettivo e personale.

La società dell'usa e getta deve scomparire per far posto ad una tecnologia bio compatibile.

Una vera società civile non può permettere che vi siano miseria e ricchezza senza alcun controllo.

Se mi fosse impedito di avere, possedere 100.000.000.000 miliardi di euro o dollori o sterline come singolo ma anche come gruppo non ci sarebbe senso nel saccheggiare e distruggere la Terra.
Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 03-06-2006, 10.49.23   #5
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
[quote]Messaggio originale inviato da Mary
[b]Parto sempre, o quasi, dall'idea che è l'ultimo anello della catena a tenere in alto qualsiasi ingranaggio.

Se le BASI CEDONO, CEDE anche il SOFFITTO. E' solo fisica.

Nella realtà le cose non cambiano. Se ciascun cittadino non milionario, ovviamente, cominciasse a riflettere seriamente sulle proprie azioni i potenti non dormirebbero più fra due guanciali.
############
Certamente, le BASIi sono le famiglie della media e bassa borghesia. Se gli stipendi non sono adeguati e si paventa lo scontento, anche i PAPAVERI cadono.
Molti di loro, non conoscendo la "Microeconomia", credono di rimanere sulla cresta dell'onda in perpetuo. Dimenticano la storia e la possibilità dei popoli di reagire: a volte in modo anche inaspettato.

Saluti a tutti.
Alessandro D'Angelo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it