Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 29-01-2005, 21.19.02   #1
Fredric
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-01-2005
Messaggi: 22
Mente e Corpo

Il corpo come l'unica grande verità,
la ragione alla base di tutto.
Due filosofi affermano ciò,chi di loro ha ragione?Quale relazione intercorre tra loro?Forse l'anima può metterli in comune,ma come agisce?ed esiste veramente?
Non si può negare che una connessione esista tra mente e corpo,esterno ed interno,la conoscenza di noi stessi avviene su questi due livelli,i quali necessitano di un equilibrio,come raggiungere questo equilibrio perfetto dell'essere?L'illuminazione?!i dea_
Fredric is offline  
Vecchio 30-01-2005, 16.04.40   #2
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
ciao Fredric,

penso che nello spinoso problema mente-corpo sia meglio tralasciare l'anima, perche`se si volesse usare tale termine correttamente (come le religioni lo propinano usualmente) cio` porterebbe solamente ad un arresto dogmatico dell'analisi del problema, del tipo: "So pressappoco cos'e` la mente, pero` so che interagisce con il cervello tramite l'anima. Ma di quest'ultima non so niente e non si puo` analizzare".
Quindi evitiamo di tirare in ballo l'anima.

Io penso che il termine 'mente' sia forviante perche` suggerisce un organo materiale o immateriale. In realta` la mente e` un sistema fortemente connesso di facolta` (o capacita`), quali: amare, calcolare, avere aspettative, stupirsi, elaborare immagini, padroneggiare un linguaggio, dedurre, rattristirsi, essere consapevoli di se.............

Questa e` la mente, non il cervello. Certo e` che vi e` una strettissima dipendenza tra cervello e mente: penso che nessuno, nel nostro secolo, possa negare questa banalita`.
Quindi io non vedo con straordinaria meraviglia l'interazione mente-cervello (non nel senso che non provo un senso di bellezza di fronte tale fatto, bensi` che non lo vedo come un super-mistero): penso che questo eccessivo stupore del collegamente mente-corpo sia un retaggio delle vecchie filosofie.

Non mi sembra proprio il caso di identificare la mente con la ragione (che e` un calcolo deduttivo + induttivo): questo lo petevano fare i greci un po' di tempo fa, non noi.

Per quanto riguarda la tua ultima questione (cioe` come raggiungere un equilibrio) penso che esuli dalla filosofia della mente e rientri nella psicologia & affini: comunque credo che il trovare un equilibrio (o armonia) psico-fisico sia una faccenda fortemente dipendente dalla persone e che non vi sia un metodo generalizzabile ed universale.


epicurus

Ultima modifica di epicurus : 30-01-2005 alle ore 16.06.58.
epicurus is offline  
Vecchio 31-01-2005, 08.33.12   #3
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Mente, corpo e anima non sono forse ingredienti dell'io che è ognuno di noi?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 31-01-2005, 15.06.45   #4
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Bean, cerca di essere meno supersintetico altrimenti il tuo apporto alla discussione risulta tendente a zero.

a presto
epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 01-02-2005, 17.59.39   #5
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
essenza

Il corpo come l'unica grande verità,
la ragione alla base di tutto


Dai ricordi ancestrali dei miei studi di filosofia al liceo,circa 35 anni , mi tornano alla mente Epicuro e Platone; il primo aveva una visione della realtà immanente e la legava al corpo e al materiale il secondo per la prima volta parla di un trascendente (il mondo delle Idee)e lo lega alla logica (mente).

Tu ti e ci chiedi se c'è una connessione tra loro, io credo di si; le due componenti dell'essere Uomo sono tenute insieme da un'Essenza indimostrabile ma percebile mediante qualcosa che supera la materia e la ragione.

Ps Se ho scritto un mare di c......te abbiate pietà per un animo semplice
fallible is offline  
Vecchio 02-02-2005, 12.31.35   #6
Fredric
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-01-2005
Messaggi: 22
Il binomio mente corpo potrebbe essere la chiave dello spiegamento del problema relativo alla verità dell'essere?!questa la domanda che mi sono posto oggi.Partendo dall'equilibrio necessario per una vita serena si potrebbe giungere alla nostra verità di esseri viventi?Avviene nella vita di tutti noi una propria conoscienza di se,conoscienza della propria mente e del proprio corpo.Ciò porta alla coscienza dell'essere.Chi sa di tutti voi di essere un UMANO?Tutti e forse nessuno.Quanti sono realmente consapevoli di far parte di una specie,quella umana,che si trova su questo pianeta ,che si muove ed agisce su esso e su di esso in maniera fisico-chimico,e forse spirituale?mi capite?Noi inqunto viventi siamo sia mente che corpo e mai solo una delle due cose separate,ma forse non coscienti veramente del fatto di esserlo.Un equilibrio tra le due parti non è facile da raggingere e arriva solo quando riusciamo a congiungerci con la nostra vera natura,quella animale..qui potri ricollegarmi con "l'enigma del sesso",solo in quell'atto mente e corpo,sono tutt'uno,quel tutt'uno però è raggiungibile solo con il congiungimento del nostro essere con il nostro opposto,potrebbe dunque essere una chiave per il raggiungumento di un'illuminazione umana?Bò!Queste le mie idee,mi auguro sia riuscito ad incuriosirvi,aspetto vostre notizie...
Bye
Fredric is offline  
Vecchio 04-02-2005, 00.59.17   #7
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fredric
Partendo dall'equilibrio necessario per una vita serena si potrebbe giungere alla nostra verità di esseri viventi?Avviene nella vita di tutti noi una propria conoscienza di se,conoscienza della propria mente e del proprio corpo.Ciò porta alla coscienza dell'essere..


Lasciami iniziare con un sorriso dicendo che avresti fatto bene a titolare.. "L'Enigma" !

Sì.. Secondo me , sì.. Da un reale buon punto d'equilibrio sereno e da una volontà introspettiva dopo un buon periodo di pratica si può giungere ad un'altrettanto buona conoscenza di sé; questa conoscenza di sé può portare ed è 'porta' alla coscienza d'essere.

Chi è Realmente Cosciente di essere un Umano?
Nessuno.. credo (che abbia occhi per sentire)!
Cosa e Chi è un 'essere umano'? Un nome? Uno 'stato' su carta definito? Una radiografia?
O non è più che altro un accordo preso in sintonia tanto per sentirci più 'simili', interagenti, coesistenti..?
Chi può realmente sentire il mio sentire e farne un tutt'uno a specchio.. se non per convenienza 'formale'?
Chi in solitudine di fronte ad un tramonto o nel cielo scuro della notte può coscientemente definirsi 'qualcosa' 'qualcuno' se non per evitare la distanza di un suono o l'inconcepibile a dirsi..?

Dici : "Un equilibrio tra le due parti ('mente'/'corpo') non è facile da raggiungere
e arriva solo quando riusciamo a congiungerci con la nostra vera natura,quella animale.."

Anche qui, ancora e solo 'definizioni'.. Cosa è 'natura animale'? Privazione di coscienza-'eterna'?
Vivere calati nella fusione degli istinti? O 'natura animale' >da 'anima'?

Io penso che forse il punto da ricercare non sia tanto il punto di 'congiunzione' (ammesso esista!!) ed equilibrio tra le due ipotetiche parti, ma il senso profondo di benessere.. Un 'baricentro' di benessere.. inteso come capacità di costante senso-vista di benessere..
Nell'atto dell'amare, Non dell'amare 'fisico' ma dell' Amare profondo dentro & oltre, io riconosco 'Porta'('Chiave' -se vuoi) ad una Coscienza ('Sentire-Vedere') incredibilmente 'Stupefacente'.. poiché non ho 'aggettivi' per.. 'nominarla'.. Ed a tal punto, poco m'importa se tale 'Stupefacente Visione' o Coscienza o Divina Illuminazione sia iscritta all'albo delle 'Illuminazioni Buddhamente o meno <riconosciute>'..

Prima l'ipotetico 'equilibrio' tra le ipotetiche polari divergenze (mentale-materiale)
poi.. la 'Coscienza'.. che potrebbe pure chiamarsi 'Purè di Patate' -per ciò che ci frega..

C'è un punto chiave in ciò che dici :
"quel tutt'uno però è raggiungibile solo con il congiungimento del nostro essere con il nostro opposto"
Interpretando però per bene ogni singola parola della tua frase..

Dove l 'opposto' >non è esattamente un 'luogo'(fisico) (//per quanto possa esistere a rappresentanza//)
né l' 'essere'..

Sulla medesima Strada..



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 04-02-2005, 09.26.55   #8
Ettore
Ospite abituale
 
L'avatar di Ettore
 
Data registrazione: 29-12-2004
Messaggi: 398
Re: Mente e Corpo

Citazione:
Messaggio originale inviato da Fredric
Il corpo come l'unica grande verità,
la ragione alla base di tutto.
Due filosofi affermano ciò,chi di loro ha ragione?Quale relazione intercorre tra loro?Forse l'anima può metterli in comune,ma come agisce?ed esiste veramente?
Non si può negare che una connessione esista tra mente e corpo,esterno ed interno,la conoscenza di noi stessi avviene su questi due livelli,i quali necessitano di un equilibrio,come raggiungere questo equilibrio perfetto dell'essere?L'illuminazione?!i dea_

La ragione non risiede nel cervello?

Non vedo contraddizione in queste 2 affermazioni, anzi! L'una completa l'altra.

La ragione alla base di tutto è una affermazione di circa 400 anni fa, oggi l'intelletto non viene visto come un corpo a sè stante e indipendente. La separazione corpo/mente, iniziata con Platone e terminata con Hegel ci ha prmesso di rivedere questa dualità in modo diverso.

Non a caso nell'ultimo secolo la speculazione filosofica è scesa dai cieli iperuranei ed è aterrata nelle praterie di MadreTerra dove corpo e mente sono insieme, non separati, con tutte le contraddizioni che portano assieme

La verità e il tutto abiterebbero, oggi, nell'incerto,nell'indefinito, nella contraddizione dell'animale che abita nel nostro corpo e nell"illuminazione" cercata dalla nostra mente...
non è epoca di certezze questa....

Il mio piccolo parere..che potrei anche cambiare,ovviamente..
Ettore is offline  
Vecchio 04-02-2005, 16.18.52   #9
Fredric
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-01-2005
Messaggi: 22
Gyta,c'hai colto in pieno....devo dire che mi hai proprio capito..aggiungerò al piu' presto le nueve conclusioni...che già ho in mente,ma ho poco tempo...a presto....cia!
Fredric is offline  
Vecchio 04-02-2005, 17.40.12   #10
Rocco
Ospite abituale
 
L'avatar di Rocco
 
Data registrazione: 14-05-2004
Messaggi: 301
Question ..illumination......

Credo di sì caro Fredric , anche se non pomperei troppo sul parolone.

Ossia ....illuminare il buio con la luce ...per vedere ciò che spesso è sotto il nostro naso e ci sfugge.

Non servono libri , teorie , guru....ma a vote basta solo un pò di buon senso e non andare "contronatura ".

Per ora non so dire altro , ci tenevo a dare il mio contributo.

Una sola interessante osservazione : com'è dura mettersi in discussione e credo che lo scarso numero di interventi ad alcuni post lo testimoni.....

Ma....non demordiamo !


Rocco
Rocco is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it