Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 05-02-2006, 21.41.05   #1
Heraclitus
Panta rei...
 
L'avatar di Heraclitus
 
Data registrazione: 28-01-2006
Messaggi: 181
Esempio di sintesi della conoscenza e del pensiero personale

Uno dei più interessanti sintesi della conoscenza c'è in questo link

http://humanknowledge.net/Thoughts.html

in cui l'autore Brian Holtz oltre a esporre tali conoscenze propone le sue opinioni che presuppone saranno condivise nel mondo, specialmente filosofiche, ovvero:

nell'ontologia: materialismo
metafisica: naturalismo
epistemologia: empirismo e positivismo
filosofia della mente: funzionalismo
teologia: ateismo
assiologia: estropianesimo (ovvero i valori di base sono la vita, l'intelligenza e la capacità di aumentarle, vedi http://it.wikipedia.org/wiki/Estropianesimo, assiologia che meriterebbe un thread a parte)
politica: libertarismo
economia: capitalismo


Anche se penso sarebbe interessantissimo che ognuno di noi filosofi facesse una paginetta simile, proviamo a confrontarci a compilare le nostre opinioni usando lo schema sopra, comincio io:

nell'ontologia: materialismo ma la materia ha proprietà "mentali" come già detto altrove
metafisica: naturalismo
epistemologia: empirismo e positivismo
filosofia della mente: funzionalismo esteso a tutta la materia
teologia: agnosticismo ma moralmente panteismo
assiologia: stoicismo
politica: stato sociale
economia: capitalismo
Heraclitus is offline  
Vecchio 06-02-2006, 02.47.17   #2
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
schema riassuntivo:

ontologia/metafisica: pluralismo ontologico, cioè il realismo interno di putnam

epistemologia*: normativismo in modo massiccio, più naturalismo. appoggio la teoria della non sconfiggibilità come quarta condizione per la conoscenza (oltre alle canoniche: (1) credere p, (2) p è vera, (3) la credenza in p è giustificata); mentre come teoria della giustificazione appoggio una sorta di funzionalismo proprio.

filosofia della mente: anti-riduzionismo, che si basa sul fallimento delle teorie dell'identità e del funzionalismo e che è supportato dal pluralismo ontologico.

teologia: agnosticismoo ateismo, naturalmente dipende da che cosa si è disposti a chiamare 'dio'. io credo che l'esistenza di un dio che possiede tutte le proprietà del dio della tradizione occidentale sia logicamente impossibile (ateismo), ma che può esistere un dio minimizzato, cioè un ente per il quale valdono alcune sue proprietà (agnosticismo).

assiologia*: oggettivismo e relativismo della morale: il discorso valutativo è (per la maggior parte) retto da regole linguistiche che gli garantiscono l'oggettività (oggettivismo), ma non è possibile che vi siano imposizioni assolute nell'agire (relativismo).

politica: stato sociale, che tente a minimizzare le ingiustizie economiche e sociali.

economia: capitalismo (nel senso minimale del termine, cioè che si mantiene la proprietà privata), ma molto molto blando, cioè fortemente influenzato da una politica sociale: forse potrebbe essere un keynesianesimo.



epicurus

* penso che stiamo palando di cose diverse.

** con 'assiologia' ho inteso la meta-etica, ma ho dei dubbi che tu (e Holtz) la indenda in questo modo.
epicurus is offline  
Vecchio 06-02-2006, 03.12.35   #3
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Re: Esempio di sintesi della conoscenza e del pensiero personale

Citazione:
Messaggio originale inviato da Heraclitus
in cui l'autore Brian Holtz oltre a esporre tali conoscenze propone le sue opinioni che presuppone saranno condivise nel mondo, specialmente filosofiche, ovvero:

nell'ontologia: materialismo
metafisica: naturalismo
epistemologia: empirismo e positivismo
filosofia della mente: funzionalismo
teologia: ateismo

proverò a pruncinciarmi sulla plausibilità della sua previsione (che tali tesi verranno condivise dalla maggior parte del mondo).

- meterialismo e naturalismo: probabilmente si allargheranno molto, ma ho dei dubbi che il teismo verrà sconfitto (penso che la tendenza sarà il deismo), quindi il materialismo/naturalismo avrà un gran avversario.

- epistemologia: il positivismo e l'empirismo ormai fanno parte della storia della filosofia, e al giorno d'oggi praticamente non esistono più filosofi che appoggiano completamente l'empirismo-positivismo.

- funzionalismo: effettivamente la tendenza in filosofia della mente, al giorno d'oggi, è pesantemente incentrata su questa posizione, ma ultime scoperte di neuroscienza sembrano imporre più restrizioni fisiche di quanto un funzionalismo puro può accettare (anzi, sembra che il funzionalismo non possa che appiattirsi al mero materialismo delle teoria dell'identità mentale-fisico).

- ateismo: come già accennato, non penso che la visione religiosa del mondo verrà soppiantata, piuttosto penso che sarà più popolare la posizione del deista, che ha i vantaggi del ateismo e i vantaggi del teismo: cioè si può contunuamente credere in dio e ad una dimensione divina, minimizzando l'attrito scienza-fede e rinnegando l'importanza centrale del dogma.


epicurus

P.S. mi puzza un po' che Brian Holtz espone le teorie alle quali crede, e fatalità saranno anche quelle alle quali il mondo tenderà
epicurus is offline  
Vecchio 07-02-2006, 17.23.02   #4
Heraclitus
Panta rei...
 
L'avatar di Heraclitus
 
Data registrazione: 28-01-2006
Messaggi: 181
Re: schema riassuntivo:

Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus


* penso che stiamo palando di cose diverse.

** con 'assiologia' ho inteso la meta-etica, ma ho dei dubbi che tu (e Holtz) la indenda in questo modo.

Beh per epistemologia, nello schema di Holtz si intendeva lo "studio della conoscenza" e la sua tesi nonchè la mia era che tutte le proposizioni sintetiche possono esser conosciute solo mediante l'esperienza (empirismo) e che le proposizioni con significato sono quelle che sono logicalmente decidibili o empiricalmente verificabili (positivismo). Tuttavia conosco poco dell'epistemologia attuale.

Per assiologia invece si intendeva semplicemente "studio dei valori" ed include l'etica, la filosofia politica, l'estetica...
Io ho scelto come sistema dei valori io ho scelto lo stoicismo (ovvero i valori di base sono le quattro virtù cardinali e la saggezza), anche se anch'io penso che un relativismo etico sia innegabile sebbene non arrivi mai ad azzerare il valore di quest'assiologia.

Mi sapresti dire che tipo di epistemologia sarebbe quella che intendevi prima (magari dimmi anche qualche suo esponente) e se hai un assiologia nel senso inteso prima?

Ciao
Heraclitus is offline  
Vecchio 07-02-2006, 17.34.52   #5
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Re: Re: schema riassuntivo:

Citazione:
Messaggio originale inviato da Heraclitus
[b]Beh per epistemologia, nello schema di Holtz si intendeva lo "studio della conoscenza" e la sua tesi nonchè la mia era che tutte le proposizioni sintetiche possono esser conosciute solo mediante l'esperienza (empirismo) e che le proposizioni con significato sono quelle che sono logicalmente decidibili o empiricalmente verificabili (positivismo). Tuttavia conosco poco dell'epistemologia attuale.

Per assiologia invece si intendeva semplicemente "studio dei valori" ed include l'etica, la filosofia politica, l'estetica...
Io ho scelto come sistema dei valori io ho scelto lo stoicismo (ovvero i valori di base sono le quattro virtù cardinali e la saggezza), anche se anch'io penso che un relativismo etico sia innegabile sebbene non arrivi mai ad azzerare il valore di quest'assiologia.

Mi sapresti dire che tipo di epistemologia sarebbe quella che intendevi prima (magari dimmi anche qualche suo esponente) e se hai un assiologia nel senso inteso prima?

anch'io intendevo filosofia della conoscenza (e cioe`, piu` correttamente, gnoseologia). la questione che sollevi (analiticita` e sinteticita`) e` sempre di gnoseologia, ma viene dopo le questioni che citavo io (per questa discussione e` molto interessante la discussione di quine sui due dogmi dell'empirismo che propone il suo olismo semantico: cerca il testo su web o nel mio sito). quelle questioni che citavo io riguardano la natura della conoscenza (criteri per dire che un soggetto conosce p) e la natura della giustificazione. (per questi temi ti consiglio fortemente di leggere almeno il seguente pdf: http://lgxserve.ciseca.uniba.it/lei/...ssallo-1.0.pdf )

si, si, il mio relativismo non vuole distruggere i valori, ed infatti sarebbe piu` corretto chiamarlo 'pluralismo etico'. mah, se mi chiedi quali sono i valori base non saprei proprio, non credo che un discorso etico si possa ridurre a pochi concetti, comunque riconosco che tali valori devono essere fatti su misura d'uomo (compreso il fatto che devono mutare col mutare degli interessi e scopi dell'uomo).


epicurus

P.S. il mio nick e` un omaggio proprio ad epicuro per questo motivo, per ricordare che la morale e` e deve restare umana...
epicurus is offline  
Vecchio 07-02-2006, 21.02.07   #6
Pensierostupendo
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 26-01-2006
Messaggi: 230
il bene &il male
Virtü&Vizio
Avarazia&superficialitä
.....il meglio e'...
&

Pensierostupendo
Pensierostupendo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it