Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 12-06-2007, 01.29.40   #1
gnotis auton
Ospite
 
Data registrazione: 08-06-2007
Messaggi: 8
Talking ricerca della felicità....

il futuro è una scatola vuota in cui metti tutte le
tue illusioni, il passato è una scatola chiusa in cui hai messo quello
che ti piace e da cui hai cacciato cio che non vuoi….



ma assodato questo ho frammentato il momento in cui ritenevo di essere
felice e ho capito che lo ero inquanto "mi sentivo parte" .. sono
felice se "mi sento parte..." nel significato più ampio che puoi dare
a queste tre parole messe insieme. Provo a spiegarmi meglio .. è uno
stato che permette di mettere in contattò se con il resto.. è una
sensazione di unione che coinvolge anche tutti i nostri sensi (odori,
gusto, tatto, vista), unione a cio che ci circonda e questo puo
essere la natura, altri uomini, amici, persone che si amano.. questo
presuppone un senso di totale agio nella situazione e quindi,
presuppone ancora, una conoscenza di sè stessi.. e quindi di ciò che
chiamo bisogni. E' come uscire da se per unirsi al resto ... sentirsi
parte, non ci sono due elementi separti... te e il resto .. ma è un
momento di unione.

Secondo voi cosa è la felicità?
gnotis auton is offline  
Vecchio 12-06-2007, 06.38.00   #2
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Riferimento: ricerca della felicità....

Anch'io considero questo.. "felicità" !
Tranne quella frase di cui non sono sicura di aver bene inteso,
quella in cui ti riferisci ai bisogni. Beh, non so cosa tu intenda..
per me l'unico reale Bisogno che mi permette nel caso di soddisfare
tutti quelli logici umani è proprio quella presenza a se stessi attraverso cui
anche i momenti di sofferenza o di gioia restano colori di un qualcosa di unico chiamato "Essere".



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 12-06-2007, 09.42.41   #3
lordalbert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 54
Riferimento: ricerca della felicità....

Citazione:
Originalmente inviato da gyta
Anch'io considero questo.. "felicità" !
Tranne quella frase di cui non sono sicura di aver bene inteso,
quella in cui ti riferisci ai bisogni. Beh, non so cosa tu intenda..
per me l'unico reale Bisogno che mi permette nel caso di soddisfare
tutti quelli logici umani è proprio quella presenza a se stessi attraverso cui
anche i momenti di sofferenza o di gioia restano colori di un qualcosa di unico chiamato "Essere".



Gyta

io invece sono felice quando NON mi sento parte.
Quando sto da solo nella mia cameretta...
lordalbert is offline  
Vecchio 12-06-2007, 12.49.42   #4
DanieleR
Ospite
 
L'avatar di DanieleR
 
Data registrazione: 24-03-2007
Messaggi: 3
Question Riferimento: ricerca della felicità....

Ciao gnotis, quando si realizza questo stato in cui integriamo la nostra coscienza di essere con il resto?
DanieleR is offline  
Vecchio 12-06-2007, 20.28.42   #5
gnotis auton
Ospite
 
Data registrazione: 08-06-2007
Messaggi: 8
Riferimento: ricerca della felicità....

Cara Gyta e LordAlbert,

non è facile esprimere in paroce certe sensazioni o concetti astratti come quello sulla felicità su cui sono stati scritti valanghe di libri.

Quando parlo della necessità di conoscere i propri bisogni, mi riferisco all'importanza di conoscere noi stessi per trovare il nostro equilibrio e rapportarsi alla vita.

LordAlbert perchè tiu senti felice chidendondoti nella tua stanza? non ritieni utile lo scambio con gli altri che sono alla fine ilnostro specchio per capire meglio chi siamo?

forse riesco a spiegarmi meglio con questo aneddoto:
Una leonessa, partorendo muore e il leoncino rimasto orfano viene adottato da un branco di pecore. Cresce con loro, con loro mangia l’erba,con loro impara a belare, finché un giorno un vecchio leone attacca il branco di pecore. Il leoncino è impaurito come le altre pecore e scappa via ma il vecchio leone lo raggiunge lo prende per la collottola lo porta ad uno stagno e lo costringe a guardarsi nello specchio dell’acqua . Allora chi sei? Una pecora? Il leoncino ruggisce …. I nostri occhi non riescono a vedere se stessi e per vedersi hanno bisogno di uno specchio.. cioè di uno strumento adeguato di conoscenza…una persona un guru

vi auguro un universo di momenti felici
gnotis auton is offline  
Vecchio 12-06-2007, 20.32.19   #6
gnotis auton
Ospite
 
Data registrazione: 08-06-2007
Messaggi: 8
Riferimento: ricerca della felicità....

Per rispondere a Daniele,

dico che lo stato di felicità non si manifesta in momenti particolari diciamo speciali.. sono anche emozioni vissute in momenti semplici, quotidiani.. ripeto secondo me alla base di tutto c'è la sensazione di sentirci parte del momneto di non sentire la separazione tra se ed il resto che ci circonda ..
gnotis auton is offline  
Vecchio 13-06-2007, 01.27.05   #7
gnotis auton
Ospite
 
Data registrazione: 08-06-2007
Messaggi: 8
Riferimento: ricerca della felicità....

Per conoscere se stessi, per apprendere il funzionamento del proprio pensiero, bisogna essere straordinariamente vigili e iniziare così a sviluppare una sensibilità sempre maggiore al complesso intrico dei propri pensieri, reazioni e sentimenti, una maggiore consapevolezza non solo di se stessi, ma anche degli altri, di coloro con cui si è in rapporto. Conoscere se stessi vuol dire studiare se stessi nell'azione che è rapporto. La conoscenza di sé non ha mai termine. Man mano che lo studio di sé procede e va sempre più in profondità, si trova la pace. La comprensione di sé è il vedersi attimo per attimo nello specchio dei rapporti. I rapporti con la proprietà, le cose, le persone, le idee (l'idea è il risultato del processo del pensiero, e il processo del pensiero è la risposta della memoria, e la memoria è sempre condizionata). Per comprendere ciò che è bisogna osservare i propri pensieri, i sentimenti e le azioni, attimo per attimo. Questo è il "reale". Qualunque altra azione, ideale, o ideologia non è il "reale", ma semplicemente un desiderio, un'aspirazione illusoria a essere qualcosa di diverso da ciò che è.
gnotis auton is offline  
Vecchio 13-06-2007, 02.11.10   #8
Pierre
Ospite abituale
 
L'avatar di Pierre
 
Data registrazione: 14-03-2004
Messaggi: 58
Riferimento: ricerca della felicità....

Bravissimo Gnotis Auton,

La tua mi sembra un'ottima sintesi che approda ad un'ineccepibile definizione di felicità.

A voler proprio aggiungere qualcosa, direi che, nella nostra società complessa, forse la felicità profonda consiste nel sentirsi parte di più unioni:

- con la persona che si ama;
- con la famiglia creata con la persona che si ama;
- con la propria famiglia d'appartenenza;
- con il gruppo di lavoro in ufficio;
- con la comitiva di amici.

E di unioni se ne potrebbero aggiungere ancora altre.
Pierre is offline  
Vecchio 13-06-2007, 11.37.00   #9
lordalbert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 54
Riferimento: ricerca della felicità....

Citazione:
Originalmente inviato da gnotis auton
Cara Gyta e LordAlbert,

non è facile esprimere in paroce certe sensazioni o concetti astratti come quello sulla felicità su cui sono stati scritti valanghe di libri.

Quando parlo della necessità di conoscere i propri bisogni, mi riferisco all'importanza di conoscere noi stessi per trovare il nostro equilibrio e rapportarsi alla vita.

LordAlbert perchè tiu senti felice chidendondoti nella tua stanza? non ritieni utile lo scambio con gli altri che sono alla fine ilnostro specchio per capire meglio chi siamo?

forse riesco a spiegarmi meglio con questo aneddoto:
Una leonessa, partorendo muore e il leoncino rimasto orfano viene adottato da un branco di pecore. Cresce con loro, con loro mangia l’erba,con loro impara a belare, finché un giorno un vecchio leone attacca il branco di pecore. Il leoncino è impaurito come le altre pecore e scappa via ma il vecchio leone lo raggiunge lo prende per la collottola lo porta ad uno stagno e lo costringe a guardarsi nello specchio dell’acqua . Allora chi sei? Una pecora? Il leoncino ruggisce …. I nostri occhi non riescono a vedere se stessi e per vedersi hanno bisogno di uno specchio.. cioè di uno strumento adeguato di conoscenza…una persona un guru

vi auguro un universo di momenti felici

Stare con la società, l'attuale società, non mi rende felice. Anzi, mi deprime. Stare con me stesso invece mi rende felice.
lordalbert is offline  
Vecchio 13-06-2007, 17.57.43   #10
DanieleR
Ospite
 
L'avatar di DanieleR
 
Data registrazione: 24-03-2007
Messaggi: 3
Riferimento: ricerca della felicità....

Citazione:
Originalmente inviato da gnotis auton
Per rispondere a Daniele,

dico che lo stato di felicità non si manifesta in momenti particolari diciamo speciali.. sono anche emozioni vissute in momenti semplici, quotidiani.. ripeto secondo me alla base di tutto c'è la sensazione di sentirci parte del momneto di non sentire la separazione tra se ed il resto che ci circonda ..

Gnotis effettivamente io non intendevo quando si manifesta lo stato di felicità, ma la mia domanda faceva riferimento a quando la nostra coscienza di essere entra in contatto con ciò che è?; credo comunque il tuo post successivo abbia in parte risposto alla mia domanda, volevo aggiungere che l'attenzione al processo del pensiero è utile per comprendere che non esiste un "io penso", detto questo secondo me esistono solo sensazioni che il nostro corpo capta e che stimolano le nostre azioni, la presenza di un pensiero che definisce un azione è tuttavia inutile e corrompe il gesto spontaneo.
DanieleR is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it