Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 12-06-2003, 09.32.00   #1
chievo
Ospite abituale
 
L'avatar di chievo
 
Data registrazione: 05-02-2003
Messaggi: 53
amici - cercasi

... alcuni di voi si ricorderanno un po' della mia situazione ....
mia moglie ha chiesto la separazione dopo 15 anni di matrimonio e 2 figli di 12 e 10 anni....
Le coppie che frequentavamo che hanno figli, li sento raramente e cosi' visto che durante la settimana uscivo 1 o 2 sere per giocare a calcetto con un gruppetto di persone che conosco ma non posso considerare amici, perche' non andiamo oltre la partita di calcetto, mentre il fine settimana l' ho sempre dedicata alla famiglia, ora mi trovo da solo e senza amici e quando dico cosi' e' proprio cosi' e vi assicuro che la solitudine e' una brutta bestia, ti manda giu' ma molto giu'....
si perde ogni interesse alla vita e questo ti manda ancora piu' giu'.... ma nonostante questo io vorrei conoscere e avere amici ma ogni volta che contatto qualcuno di vecchia data, dei tempi della scuola, io ho 38 anni, subito sono contenti di sentirmi ma poi fine, nessuno si e' piu' fatto risentire...
Io sono di Verona... non c'e' nessuno delle mie parti che capisca e condivida dei valori e non pensi come un mio collega che a 31 anni, non pensa altro a farsi ragazzze una dopo l' altra e andare nei vari bar piu' in di questo momento a verona, il mazzanti e al mascaron....sempre piu' abbronzato piu' palestrato ... ma allora io ho sbagliato tutto nella mia vita, ho dato tutto alla mia famiglia ... mi preoccupavo troppo di cose importanti ma ora secondarie come la casa, il lavoro stressante e questo mi ha portato a trascurare o dare per scontata mia moglie... ma ero li' per la mia famiglia due bambini meravigliosi che non si meritano un padre come me in questo momento ... depresso e piagnone...
.... lo so forse e' assurdo che chieda aiuto qui .... ma se c'e' qualcuno di Verona ...
ora ho trovato un bilocale e a luglio entrero' in questo appartamento, al solo pensiero vado a terra, sara' tremendo...
scusatemi .... ciao a tutti
chievo is offline  
Vecchio 12-06-2003, 10.06.23   #2
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Non sono di Verona e questo limita un eventuale dialogo, ma non mi impedisce di mandarti un pensiero affettuoso.

Quando per tanto tempo si vive immersi dentro una situazione coinvolgente come può essere una famiglia, specialmente con due figli dell'età dei tuoi e che richiedono molte attenzioni, nel momento in cui tutto questo cessa ti cade addosso il mondo.

Perchè non hai avuto tempo ed energia per coltivare altri interessi veri.
Perchè hai tralasciato di viver esperienze tue personali in nome del 'gruppo' che doveva essere mandato avanti.
Perchè noi siamo tendenzialmente pigri e siamo portati a 'sederci' sulle situazioni consolidate, e lo capiamo solo dopo che così facendo abbiamo contribuito al disfacimento di quello che avevamo messo in piedi.
Perchè a guardar fuori non è poi così facile trovare nuove direzioni di vita.

E' una fase, tremenda, schiacciante, per alcuni aspetti disumana, sicuramente dolorosa.
Ma è una fase e dipende da te come la supererai.

I tuoi figli ora hanno un padre 'piagnone', come dici tu.
Non moriranno per questo, stai tranquillo, ne questo causerà dentro di loro complessi insuperabili, anche se magari preferirebbero un padre un po' più su di morale.

Non toglie nulla al dolore che stai provando in questo momento, lo so perchè l'ho provato sulla mia pelle, ma tanti come te ci sono passati attraverso e ne sono usciti.

Cerca di fissarti questo nella mente: non vedi la tua soluzione ora, ma c'è, e se non la vedi ora non è perchè tu sei un incapace ma perchè è necessario del tempo per smaltire una botta così.

E' come una malattia c'è la fase acuta, la convalescenza ma anche la guarigione.

Un abbraccio sincero

rodi is offline  
Vecchio 12-06-2003, 23.57.08   #3
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
In queste situazioni si capisce come una serie di interessi ti possa portare lontano dal libero rapporto umano disinteressato.

Immaginati quando si era ragazzi, spariva un'amicizia importante (e per quel che mi ricordi, a quell'età un'amicizia era più importante di un famigliare...): quanto durava lo smarrimento? Un giorno? due? tre? Non di più.
Subito si trovava qualcuno con cui legare e fare nuove esperienze.

Ora no, tutti presi dalle nostre cose non riusciamo a trovare un appiglio umano per dialogare e stare bene insieme.

Scusa Chievo, non voleva essere una predica. La tua situazione ha però messo in evidenza in maniera talmente chiara questa cosa che non ho potuto fare a meno di ragionarci sopra.

Mi ricordo benissimo i tuoi interventi e, per quanto possa essermi possibile, ti sono vicino con un grande augurio di tornare un pò ragazzo, di poter volare sopra qualche affanno di troppo. Guardandoli dall'alto anche questi grossi problemi sembrano talmente piccoli...

Ciao, stammi bene.
Attilio is offline  
Vecchio 13-06-2003, 09.08.27   #4
Alambra
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 40
Come ti capisco!!!
Io sono di Roma, ho 20 anni, apparentemente siamo molto diversi, ma mi rispecchio parecchio in quello che scrivi.
Ho il ragazzo, ma a parte lui, mi sento davvero una persona sola...gli amici sono davvero importanti, me ne sto accorgendo ora...
Alambra is offline  
Vecchio 13-06-2003, 09.41.24   #5
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Decisamente si.
Gli amici sono importanti.
Nel mio caso, mancando una famiglia di origine valida e presente, hanno costituito molto nella mia vita.

Alcuni strada facendo si sono persi, altri sono spariti nei vari momenti neri della mia vita.
Ma altri sono stati sempre presenti e ancora altri si sono aggiunti a sostituire quelli che la vita man mano allontanava.

E sono stati un grosso punto di riferimento.

Ti confermo questa cosa che senti, perchè hai venti anni ed in questa fase della vita si può essere più aperti alle nuove amicizie, dopo arrivano tanti problemi che riducono il tempo e l'energia e si 'rallenta'.

Cerca di costruirla ora questa base.

Con affetto
rodi is offline  
Vecchio 17-06-2003, 18.21.45   #6
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
Beh...anche io non sono di Verona, però capisco benissimo come ti senti...anche io in questo momento sto vivendo una situazione di transizione, mi sono trasferita da 6 mesi in una città che non è la mia e ho lasciato lì tutti i miei amici e le mie abitudini.
Purtroppo farsi nuovi amici dopo una certa età diventa difficile, a 20 anni basta andare in un pub o in palestra e conosci subito tante persone disposte a condividere con te interessi e idee, dopo i 30 bene o male la maggior parte delle persone ha famiglia, il suo gruppo di amici, è poco disposta ad "accoglierne" altri nella sua vita...Però non demordere, persone che hanno i tuoi interessi, che stanno vivendo o hanno vissuto una situazione simile alla tua sicuramente esistono.
Io personalmente ma credo tutti i ragazzi del forum siamo qui (virtualmente?) e puoi aprirti, confidarti, SFOGARTi con noi in qualsiasi momento. Verrà anche il momento di un incontro per una pizza magari e avremmo modo di conoscerci e parlarci di persona.

NON TI BUTTARE GIU'... tutto passa, anche le situazioni che in questo momento ti sembrano drammaticamente impossibili da superare. Prendila come una nuova sfida con la vita e con te stesso. Vedrai che ne uscirai vincitore! Hai due figli che ti vedono come un esempio da seguire: continua a fargli pensare che il loro papà è IMBATTIBILE!!!
Noi siamo qui...con te!
Un abbraccio,
Rain
rain is offline  
Vecchio 18-06-2003, 10.27.37   #7
Alambra
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 40
Citazione:
Messaggio originale inviato da rain
Beh...anche io non sono di Verona, però capisco benissimo come ti senti...anche io in questo momento sto vivendo una situazione di transizione, mi sono trasferita da 6 mesi in una città che non è la mia e ho lasciato lì tutti i miei amici e le mie abitudini.
Purtroppo farsi nuovi amici dopo una certa età diventa difficile, a 20 anni basta andare in un pub o in palestra e conosci subito tante persone disposte a condividere con te interessi e idee, dopo i 30 bene o male la maggior parte delle persone ha famiglia, il suo gruppo di amici, è poco disposta ad "accoglierne" altri nella sua vita...Però non demordere, persone che hanno i tuoi interessi, che stanno vivendo o hanno vissuto una situazione simile alla tua sicuramente esistono.
Io personalmente ma credo tutti i ragazzi del forum siamo qui (virtualmente?) e puoi aprirti, confidarti, SFOGARTi con noi in qualsiasi momento. Verrà anche il momento di un incontro per una pizza magari e avremmo modo di conoscerci e parlarci di persona.

NON TI BUTTARE GIU'... tutto passa, anche le situazioni che in questo momento ti sembrano drammaticamente impossibili da superare. Prendila come una nuova sfida con la vita e con te stesso. Vedrai che ne uscirai vincitore! Hai due figli che ti vedono come un esempio da seguire: continua a fargli pensare che il loro papà è IMBATTIBILE!!!
Noi siamo qui...con te!
Un abbraccio,
Rain

Uhm...io sono al livello che non ho nessuno con cui andare al pub...
Alambra is offline  
Vecchio 18-06-2003, 10.48.47   #8
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
Ma come????
Quanti anni hai? Hai sempre vissuto a Roma?
Anche io in questo momento non ho nessuno (salvo il mio ragazzo) per andare al pub, ma io vivo qui da 5-6 mesi. Nella mia città di origine ne ho sempre avute persone con cui uscire...
Magari è un momento? O è sempre stato così?
rain is offline  
Vecchio 19-06-2003, 10.31.22   #9
Alambra
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 40
Citazione:
Messaggio originale inviato da rain
Ma come????
Quanti anni hai? Hai sempre vissuto a Roma?
Anche io in questo momento non ho nessuno (salvo il mio ragazzo) per andare al pub, ma io vivo qui da 5-6 mesi. Nella mia città di origine ne ho sempre avute persone con cui uscire...
Magari è un momento? O è sempre stato così?

Ho parlato anche di questo con il mio ragazzo (sta sempre in mezzo come il mercoledì quello!!!) e lui dice che ora mi trovo sola perchè sono in un periodo di transizione: è finita la scuola, non faccio l'università e sto studiando per un conconcorso. Insomma, di gente ne frequento veramente poca, le amiche del liceo appena è finita la scuola sono andate tutte per cavoletti loro, non frequentando l'università non sono nemmeno "obbligata" a vedere dei coetanei...
Il mio ragazzo dice che non appena inizierò a lavorare tutto cambierà, frequenterò più gente...io spero che sia così anche perchè adesso le uniche persone che vedo sono i padroni dei cani...età media 40 anni! Non che i 40enni non mi vadano bene, ma credo che abbiamo esigenze diverse!
Spero che sia solo un momentaccio...è davvero dura
Alambra is offline  
Vecchio 19-06-2003, 10.48.46   #10
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
Piccola! non ti preoccupare, ha ragione il tuo ragazzo, è un momento di transizione che affrontano tutti. Sarebbe stato diverso se tu avessi fatto l'università, certo, ma al momentoin cui comincerai a frequentare altri ambienti (anche di lavoro) vedrai che le cose cambieranno!!!
Abbi fiducia! E intanto, scusa, perchè nonricontatti un pò di amiche del liceo e fai qualche uscita con loro? Mica si saranno volatilizzate!!!
Poi ora è estate...sai quanti concerti, ,manifestazioni ci sono in gior? Su, non ti buttare giù...datti da fare e comincia a ricontattare!!!
Un bacione e in bocca al lupo!
Rain
rain is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it