Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 28-10-2006, 20.19.39   #1
frallog
Ospite
 
Data registrazione: 24-10-2006
Messaggi: 10
Angry Viva i nastri audio in auto!!!!!

Dunque, veniamo ad un ***non senso*** tecnologico dei nostri tempi, che e' anche una precisa ***regressione tecnologica***.

Quando uscirono sul mercato i Compact Disc, i CD erano superiori ad una cassetta audio per tre motivi:

1) Il rapporto S/N (fruscio di fondo) pari a 90Db (oggi 110Db), la' dove le cassette "normali" offrivano 57 Db al naturale, 67 Db con Dolby B e 75-78Db con Dolby-C (quest'ultimo assolutamente all'altezza dei palati piu' raffinati ve lo assicuro). Per le cassette fu allora sviluppato il DB-X, un espansore-compressore totale del suono, che portava il rapporto S/N a 110Db, ma chissa' perche' questa tecnologia non ebbe successo (ovvero non vollero che avesse un successo). Oggi l'hanno ribattezzata Dolby digitale, l'hanno inserita perfino nei lettori CD, e sui nastri continua a non avere alcuno sbocco.

2) La dinamica del CD era, e ripeto era, nettamente superiore a quella dei nastri analogici (parliamo di quelli delle cassette da 2,5 cm/sec con testine non rotanti). Il limite dinamico delle cassette venne superato in due modi: con nastri "drogati" (le cassette al al cromo ed al metallo, costose e dannose per le testine), e infine con tecnologia digitale su audio-tape (DAT). Entrambi fallirono (o piu' probabilmente si volle che fallissero).
Oggi anche questi limiti sono superati. Avete provato una cassetta TDK T1, che e' di tipo normale, saggiandone le qualita' dinamiche? Garantisco che questa e' quasi come un CD.

3) La risposta in frequenza delle cassette. Checche' se ne dica questo era il limite principale. Negli anni "70, "80 e "90 pochissimi registratori erano in grado di imprimere su nastri a cassetta di tipo normale frequenze superiori a 13000-14000Hz anche se poi nominalmente ne dichiaravano (non si sa come e') 16000-17000. Anzi a dirla tutta si sa' anche come e' che veniva (e viene) dichiarato il falso. La banda passante (della risposta in frequenza) ***normalmente*** si prende a -3dDb di rapporto di attenuazione. Ora basta dichiarare una banda passante *** a -20Db *** di attenuazione per ottenere un drogaggio della banda passante con risposte in frequenza dell'ordine dei 19KHz sui nastri di tipo normale, la' dove invece la risposta reale e' di soli 12-13KHz. Il CD audio ha un limite teorico (dovuto alla frequenza di campionatura dei CD) pari a 22000Hz che si traduce in un limite pratico dell'ordine dei 20000Hz. (Nota: l'orecchio umano in realta' riesce a percepire anche 25000-30000Hz, ma anche il CD questo se lo sogna).


OGGI:

Ad oggi ***INVECE*** abbiamo le seguenti tecnologie analogiche per nastri audio assolutamente normali (parlo delle cassette TDK T1, per registratori/lettori a cassette del tipo PIONEER 990)

1) Rapporto S/N con Dolby B+C di 90Db (Sottolineasi 69Db con Dolby B 82 Db con Dolby C e 90 Db con Dolby B+C).

2) Risposta in frequenza sui nastri normali dell'ordine dei 19KHz

3) Risposta dinamica (nastri TDK T1 90 min da 1 euro!) "quasi" paragonabile a quella di un CD

A questi tre punti si sommano altri punti "fondamentalissimi":

a) Un nastro e' pressocche' infinitamente riscrivibile, un CD assolutamente no.

b) Contrariamente a un CD inciso da un masterizzatore casalingo, un nastro si deteriora molto ma molto poco. In un CD masterizzato in casa la traccia e' senza protezione, e si graffia e si rovina al minimissimo contatto.

c) Il volume di registrazione (con relative sfumature) e' pressocche' disponibile solo su nastri audio.

d) Per l'automobile una cassetta presa in malomodo tra le mani e magari caduta a terra rimane pressocche' integra, la' dove un CD masterizzato preso male si rovina, anche per la sola impronta delle dita lasciata sulla traccia.

e) In auto l'operazione di inserimento di una cassetta e' decisamente piu' semplice e naturale di quella di un CD. Anzi a dirla tutta, l'operazione di inserimento di un CD e' talmente complessa che meriterebbe di essere vietata con l'auto in moto, al pari di quella di telefonare con il telefonino.

PER TUTTI I SUDDETTI MOTIVI:

Io resistero' contro e sottolineo contro il mondo fino all'ultima cassetta disponibile.

INVITO TUTTI A FARE ALTRETTANTO.

E' probabile che se dovessi comperare un'auto nuova io decida di imporre da contratto di montarmi un registratore a cassette. Non importa come lo facciano, se non lo facessero probabilmente mi terrei la mia auto e non comprerei quella nuova. Se le tengano le auto nuove con una tecnologia audio in completa, totale, assoluta regressione.

Opinioni in merito sono gradite.

Regards,
Francesco 8)))
frallog is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it