Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 16-01-2007, 08.38.23   #1
Cornelio
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-03-2004
Messaggi: 214
Peccati e peccatori

Prendo spunto da un vecchio film in bianco e nero visto in TV tempo fà su Bernadette. In una scena del film Bernadette stava parlando di peccatori, ad un certo punto viene interrotta dal Sacerdote che gli chiese: <<ma tu sai chi sono i peccatori?>> la risposta non si fece attendere, e fu questa: <<certo che lo sò padre "peccatori sono coloro che AMANO il peccato">>.
Dunque che cos'è il peccato?, e chi sono i peccatori?. Forse coloro che inconsapevolmente..ignoranteme nte, oppure idiotamente lo commettono, od invece chi il peccato sà benissimo cos'è..e ama commetterlo?.
Cornelio is offline  
Vecchio 16-01-2007, 10.30.02   #2
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Peccati e peccatori

Citazione:
Originalmente inviato da Cornelio
Dunque che cos'è il peccato?, e chi sono i peccatori?. Forse coloro che inconsapevolmente..ignoranteme nte, oppure idiotamente lo commettono, od invece chi il peccato sà benissimo cos'è..e ama commetterlo?.
La domanda mi pare molto più difficile di come appare ad una prima lettura......

Lo spirito è forte ma la carne è debole.

Credo dunque che i peccatori siano coloro che aderiscono consapevolmente e con soddisfazione al peccato.
freedom is offline  
Vecchio 16-01-2007, 11.30.49   #3
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Peccati e peccatori

Citazione:
Originalmente inviato da Cornelio
Prendo spunto da un vecchio film in bianco e nero visto in TV tempo fà su Bernadette. In una scena del film Bernadette stava parlando di peccatori, ad un certo punto viene interrotta dal Sacerdote che gli chiese: <<ma tu sai chi sono i peccatori?>> la risposta non si fece attendere, e fu questa: <<certo che lo sò padre "peccatori sono coloro che AMANO il peccato">>.
Dunque che cos'è il peccato?, e chi sono i peccatori?. Forse coloro che inconsapevolmente..ignoranteme nte, oppure idiotamente lo commettono, od invece chi il peccato sà benissimo cos'è..e ama commetterlo?.
ciao Cornelio,
quelli che amano commettere dei peccati credo siano molto pochi, piuttosto è più facile trovare persone che commettono peccati nella convinzione di fare la cosa giusta, il che diventa un peccato solo agli occhi di chi non la pensa allo stesso modo. Il vero peccato sta nell'incoerenza, ovvero, per usare una frase più conosciuta, chi predica bene e razzola male. Questo è un peccato verso il prossimo, ma in primo luogo verso se stessi. Anche qui ci sono delle eccezioni però; solo il cuore di chi lo commette è consapevole se la sua incoerenza è dovuta al fatto di voler mostrare agli altri quello che non si è e che non intendiamo realmente diventare, oppure è il cammino per diventare quello che vorremo essere. Nel primo caso è un peccato grave, nel secondo è un "peccato" che merita degli incoraggiamenti.
angelo2 is offline  
Vecchio 16-01-2007, 13.02.31   #4
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Riferimento: Peccati e peccatori

Il peccato serve ad aumentare il senso di inadeguatezza della gente che poi per farselo passare deve rivoglersi alla chiesa per l'assoluzione. E' tutto un grosso rituale compulsivo organizzato. Non che col nuovo dio denaro le cose vadano meglio, la pubblicità ed i media creano senso di inadeguatezza ed allora tutti a comprare cose inutili per farselo passare.


sisrahtac is offline  
Vecchio 16-01-2007, 15.55.37   #5
salvatoreR
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 351
Riferimento: Peccati e peccatori

Vi regalo un brano molto interessante, che non abbraccia nessuna teoria religiosa, ma che indica come l’evoluzione è legge di vita.
Buona riflessione
SalvatoreR.


Peccato o errore ?
Vivere da uomo equivale a sbagliare.
Errare humanum est.

Conoscendo il suo errore, l’uomo conosce se stesso..
Non ha altro strumento per conoscersi.
L’errore finisce alla fine dell’uomo.

Vi è una distinzione tra la coscienza e l’io, la posticcia e mutevole personalità che è spontaneamente egoistica, chiusa nel suo progetto di conquista del mondo.
La coscienza sa, oltre una certa soglia, che il mondo non esiste.
L’io afferma se stesso nel mondo e contro il mondo dato per reale.

L’intenzione della coscienza impersonale e l’intenzione dell’io personale sono i due estremi, antitetici, di ogni motivazione dell’agire, del desiderare e del pensiero umano.
Tra questi due estremi, alternativi e compresenti, si collocano tutte le sfumature più o meno egoistiche, più o meno altruistiche, che colorano l’agire e cioè l’errare dell’uomo.

Ogni moto intimo, tradotto o no in azione, si avvicina o si distanzia dalla pura coscienza, che è altruistica e impersonale, e si avvicina o si distanzia dal puro egoismo, che è personale e auto riferito, cioè riferito solo all’io.

L’errore è sentito più lieve o più pesante in proporzione di questo distanziarsi o di quell’avvicinarsi alla pura coscienza. Questa, se esattamente intesa e ascoltata, sarebbe l’eliminazione dell’errore e quindi, l’essere dell’uomo oltre se stesso. Ma questa perfetta intesa con la coscienza non sarebbe più umana, in quanto non più erronea: perciò rappresenta solo l’ideale sempre sfuggente, il traguardo sentito come raggiungimento dell’essere oltre la condizione umana.
Questa è l’infelicità necessaria, che lo evolve.

Tutto sembra materia, forma, tempo, peribilità, diversità, divisione, lacerazione, solitudine: ma è apparenza e prova: in verità, tutto è amore, un solo amore che tutto sostiene, fa lascia e rifà, nel gioco senza inizio e senza fine dell’esistenza.
Tutto è Amore.
L’uomo Zero.


Ogni essere umano, pur essendo nell’essenza uguale all’altro, ne differisce nel relativo per il grado di coscienza raggiunto. Da queste differenze scaturiscono culture, abitudini e religioni diverse.
salvatoreR is offline  
Vecchio 16-01-2007, 17.20.56   #6
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Peccati e peccatori

Citazione:
Originalmente inviato da salvatoreR
Vi regalo un brano molto interessante, che non abbraccia nessuna teoria religiosa, ma che indica come l’evoluzione è legge di vita.
Buona riflessione
SalvatoreR.
bello, è uno scritto molto interessante, mi piace l'idea che anche gli sbagli, proprio perchè necessari alla crescita, facciano parte dell'amore e non siano contro di esso.
angelo2 is offline  
Vecchio 18-01-2007, 13.13.53   #7
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Peccati e peccatori

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
bello, è uno scritto molto interessante, mi piace l'idea che anche gli sbagli, proprio perchè necessari alla crescita, facciano parte dell'amore e non siano contro di esso.

Poichè errare è umano, solo il perseverare diabolico
come dice il proverbio saggezza popolare
il peccatore è colui che volontariamente e senza "presa di coscienza"
non apprende e non apprezzal'insegnamento che il proprio "errore" vuole essere nella sua esistenza
e si rifiuta di agire in maniera differente.
In ogni caso per me il peccato è "mancanza di amore".
In primo luogo verso sè stessi attraverso comportamenti scorretti nei nostri confronti ( eccessi di qualunque tipo sconvolgono il nostro equilibrio psico/fisico). Noi siamo entità degne di rispetto perchè sacre e divine.
E dopo che cominciamo a comprendere il rispetto e l'amore che
dobbiamo a noi stessi comprendiamo anche che lo stesso è doveroso darlo agli altri.
In ogni caso come recita il catechismo, occorre l'intenzionalità di recare danno
a qualcuno.....certo che chi è in un percorso di crescita di consapevolezza
non può che controllare persino il pensiero....poichè sa che anche i pensieri
sono vibrazioni energetiche e possono far male..a te e agli altri.
Prendere coscienza del proprio potenziale energetico è importantissimo
perchè ti fa attenzionare pensieri, parole, azioni....Siamo bombe energetiche
nel bene e nel male.....Se riuscissimo a far esplodere tutto l'amore incondizionato che siamo in grado di contenere dentro di noi! Che magnifica esplosione!
E invece esplodono bombe reali che uccidono i nostri simili, dilaniano le carni di nostri fratelli! E si continuano a costruire questi strumenti di morte e ci si arricchisce vendendoli!!!!!!
paperapersa is offline  
Vecchio 18-01-2007, 15.43.33   #8
salvatoreR
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 351
Riferimento: Peccati e peccatori

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Poichè errare è umano, solo il perseverare diabolico
come dice il proverbio saggezza popolare
il peccatore è colui che volontariamente e senza "presa di coscienza"
non apprende e non apprezzal'insegnamento che il proprio "errore" vuole essere nella sua esistenza
e si rifiuta di agire in maniera differente.
In ogni caso per me il peccato è "mancanza di amore"....


Carissima Paperapersa, è ovvio che l’errore ( io preferisco chiamarlo cosi invece di peccato) è mancanza d’Amore.
Nel brano postato si spiega il perché l’uomo è portato all’errore.
Non si può negare che esiste l’errare. Il problema è non evitare ma redimere attraverso l’esperienza: questa è la provocazione.

“All’inizio era luce come unità che tutto abbraccia. Al di fuori di questa luce non c’era nulla, altrimenti la luce non sarebbe stata l’unica esistente. Solo con la dualità nascono le tenebre, al solo scopo di rendere la luce percepibile. Il buio è quindi un puro prodotto artificiale della dualità, necessario per rendere la luce visibile sul piano della coscienza duale. Se sparisce la dualità, sparisce anche il buio.”

Dunque se c’è Amore che è unità non c’è peccato.
Conosci il male è il male sarà redento.
Lo strumento che serve a unire gli opposti si chiama AMORE.
Un abbraccio.
SalvatoreR.



Chi semina Amore traccia il sentiero su cui gli altri impareranno ad amare.
salvatoreR is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it