Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 06-03-2007, 00.10.58   #11
sangarre
Ospite abituale
 
L'avatar di sangarre
 
Data registrazione: 10-01-2007
Messaggi: 58
Riferimento: Alcune riflessioni sul Vangelo.

Consiglio vivamente massylety e altri di leggere con attenzione , tra le NOVITA' del forum di Riflessioni, l'interessante pezzo dedicato al " Cristianesimo esoterico".
Uscire dalla dimensione del letteralismo per esplorare visioni differenti,e a mio parere molto più valide, fa un sacco di bene...

Nota del webmaster
questo il link all'articolo: https://www.riflessioni.it/la_rifless..._esoterico.htm
sangarre is offline  
Vecchio 07-03-2007, 18.31.19   #12
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Alcune riflessioni sul Vangelo.

Citazione:
Originalmente inviato da sangarre
Consiglio vivamente massylety e altri di leggere con attenzione , tra le NOVITA' del forum di Riflessioni, l'interessante pezzo dedicato al " Cristianesimo esoterico".
Uscire dalla dimensione del letteralismo per esplorare visioni differenti,e a mio parere molto più valide, fa un sacco di bene...

Nota del webmaster
questo il link all'articolo: https://www.riflessioni.it/la_rifless..._esoterico.htm


Ti ringrazio del consiglio, ma preferisco rimanere sempre nella Verita' della Mia Chiesa.
Comunque grazie lo stesso.
massylety is offline  
Vecchio 08-03-2007, 23.41.41   #13
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Alcune riflessioni sul Vangelo.

Quello che devi fare fallo presto!!
Anche qui una riflessione e' d'obbligo.
Troppo spesso, si sente dire che il tradimento di giuda fu voluto o anzi preordinato da Cristo, affinche' si adempissero le sue profezie e il disegno di Amore e di Riconciliazione che Dio voleva operare.
Quindi giuda sarebbe stato scelto come strumento, per portare a compimento la Crocifissione e di conseguenza la Redenzione.
Un po' di chiarezza...
Tutto questo, non tiene conto pero' del fatto, che Dio creando l'uomo, lo ha lasciato libero di pensare e di agire, cioe' il libero arbitrio.
Giuda poteva e doveva dire no alla tentazione che il diavolo gli stava suggerendo in quel momento, poteva ma non lo ha fatto..perche'?
Forse perche' Cristo non sarebbe potuto morire sulla Croce?
No! ma solo perche' lo ha voluto, ha preferito il male al bene, la morte alla vita, l'inferno alla Misericordia.
Ci sono un paio di cose che nel Vangelo non solo ci aiutano, ma ci fanno riflettere.
Dopo il boccone di pane, satana entro' in lui!
Quindi parla ancora di satana, non dice, dopo il boccone di pane si compi' la Volonta' di Dio, ma satana entro' in lui!
Ed e' cosi'..ecco la triste realta' di chi compie il peccato e non si tuffa subito nella riconciliazione con Dio, Misericordia infinita!
massylety is offline  
Vecchio 09-03-2007, 14.30.19   #14
sangarre
Ospite abituale
 
L'avatar di sangarre
 
Data registrazione: 10-01-2007
Messaggi: 58
Riferimento: Alcune riflessioni sul Vangelo.

Citazione:
Originalmente inviato da massylety
Quello che devi fare fallo presto!!
Anche qui una riflessione e' d'obbligo.
Troppo spesso, si sente dire che il tradimento di giuda fu voluto o anzi preordinato da Cristo, affinche' si adempissero le sue profezie e il disegno di Amore e di Riconciliazione che Dio voleva operare.
Quindi giuda sarebbe stato scelto come strumento, per portare a compimento la Crocifissione e di conseguenza la Redenzione.
Un po' di chiarezza...
Tutto questo, non tiene conto pero' del fatto, che Dio creando l'uomo, lo ha lasciato libero di pensare e di agire, cioe' il libero arbitrio.
Giuda poteva e doveva dire no alla tentazione che il diavolo gli stava suggerendo in quel momento, poteva ma non lo ha fatto..perche'?
Forse perche' Cristo non sarebbe potuto morire sulla Croce?
No! ma solo perche' lo ha voluto, ha preferito il male al bene, la morte alla vita, l'inferno alla Misericordia.
Ci sono un paio di cose che nel Vangelo non solo ci aiutano, ma ci fanno riflettere.
Dopo il boccone di pane, satana entro' in lui!
Quindi parla ancora di satana, non dice, dopo il boccone di pane si compi' la Volonta' di Dio, ma satana entro' in lui!
Ed e' cosi'..ecco la triste realta' di chi compie il peccato e non si tuffa subito nella riconciliazione con Dio, Misericordia infinita!


E chi è che porge a Giuda il boccone intinto?
-------------------------------------------

Interessante la simbologia dell"Impiccato", arcano maggiore del Tarot: come molti sanno i 22 arcani maggiori rappresentano il percorso iniziatico dell'adepto, in ogni sua fase.
La carta rappresenta un uomo, identificato con Giuda, appeso a testa in giù per un piede. L'altra gamba è ripiegata su quella appesa, a formare una croce.
Ha le braccia incrociate dietro, e il suo tronco, più la gamba incrociata vanno a formare un triangolo equilatero con la punta in basso, sormontato da una croce: il simbolo del compimento della Grande Opera. Dalle sue ascelle cadono a terra numerose monete d'oro. Questi tesori, provenienti da lui, andranno a beneficio di chi li raccoglierà.
Il significato di questo arcano è: sacrificio necessario, dono di sè,martirio, prova.
Vi asrebbe poi da analizzare il significato della forca cui è appeso: due tronchi morti da cui spuntano alcune gemme rosse, e la forma stessa della forca, somigliante alla lettera ebraica Thav, ultima dell'alfabeto, ma mi fermo qui.
sangarre is offline  
Vecchio 09-03-2007, 15.33.24   #15
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Alcune riflessioni sul Vangelo.

Citazione:
Originalmente inviato da sangarre
Vi asrebbe poi da analizzare il significato della forca cui è appeso: due tronchi morti da cui spuntano alcune gemme rosse, e la forma stessa della forca, somigliante alla lettera ebraica Thav, ultima dell'alfabeto, ma mi fermo qui.


A cosa ti serve conoscere quel simbolismo?
In pratica cosa significa?

Per esempio, io posso sapere tutto di tutte le dottrine esoteriche del mondo e anche di altri mondi, ma questo non mi rende diverso da chi conosce tutto sul campionato di calcio o da chi sa a memoria la bibbia e i vangeli.

Perche'?

Se non c'e' la pratica e la realizzazione del senso, sto solo contrapponendo delle convinzioni ad altre convinzioni.
I due contendenti sono sullo stesso piano "ideologico".

(Osservo che hai una grande conoscenza dell'esoterismo di diversa specie e natura, credo sarebbe opportuno che tu aprissi dei 3d appositi nei quali parlarne, invece che continuare a litigare con Mass.)
Yam is offline  
Vecchio 09-03-2007, 16.34.49   #16
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Alcune riflessioni sul Vangelo.

Torino, 09/03/07

Ciao sangarre, dietro tuo consiglio sono andato e leggermi "cristianesimo-esoterismo. Che dirti, l'autore non fa altro che esprimere il suo punto di vista facilmente confutabile per chi ha una visione diversa dalla sua e soprattutto per chi conosce GESU. D'altronde, non è l'unico che cerca di screditare secondo propri ragionamenti e interpretazioni il messaggio di Cristo. Lui termina con quanto segue:


<Il Nuovo Testamento “è stato organizzato e strutturato, nella sua forma, in modo che potesse conformarsi alle profezie formulate nell’Antico Testamento ebraico, in cui si parlava del prossimo avvento di un Messia terreno. Questo è particolarmente chiaro nelle numerose affermazioni del tipo: ‘che la Scrittura possa compiersi o ‘secondo le Sacre Scritture’”.>



Egli, evidentemente trascura o neglige l'archeologia biblica, la quale è prova inconfutabile di ciò che nel Nuovo Testamento viene esposto. Nel mio post (IN DIFESA DELLA FEDE “Le prove che Gesù è chi dice di essere” post del 07/03/07 che, più volte ho esortato a leggere, là dove viene esposto chiaramente questo concetto (archeologia-bibblica), credo di aver esposto in modo esauriente ad un fatto che non si può smentire, lo si può di proposito solo ignorare. Riporto un sunto di quel post:

Quale personaggio religioso ebreo, che sosteneva di essere il Messia, è nato a Betlemme, ed è morto con le mani e i piedi forati, esattamente 483 anni dopo l’emissione del decreto di Artaserse, e il tutto prima della distruzione del tempio ebraico del 70 d.C. ? C’è solo un personaggio storico che risponde a questi requisiti: Gesù.
Come potrebbe la Bibbia predire eventi così clamorosi, con centinai d’anni di anticipo, se non fosse vera, e Cristo non fosse chi dice di essere? Le probabilità sono infinitesimali che un uomo possa adempiere esattamente queste profezie, in un arco di tempo di parecchie centinaia d’anni; è stato il modo di Dio per assicurarsi che noi non sbagliassimo sulla sua venuta.
Ti importerebbe profetizzare con 700 anni di anticipo, il nome di una minuscola cittadina dove dovrebbe nascere un nuovo leader religioso? Saresti anche in grado di profetizzare 600 anni in anticipo l’anno e le settimana esatta della morte di questo leader religioso, descrivendone dettagliatamente la morte? La Bibbia lo ha fatto.

Tal uni dicono che gli scrittori della Bibbia hanno riscritto gli eventi del passato in modo da far sembrare che non siano ancora accaduti. Una simile teoria può facilmente essere confutata. Con la scoperta dei Rotoli del Mar Morto, siamo in grado di provare che tutte le profezie riguardanti Gesù furono scritte prima del loro adempimento.
Ad esempio, a Gerusalemme, nel museo chiamato Teca del Libro, è contenuta una copia completa del libro di Isaia tratta dai Rotoli del Mar Morto, incluso il cap. 53, che descrive come e perché il Messia ebreo doveva morire per i peccati del mondo (versetti 4-12).

Riguardo alla profezia di Daniele del cap. 9:24-27, non è possibile che questo brano sia stato alterato o riscritto dopo la morte di Gesù. Come faccio a saperlo? Perché la Septuaginta (la traduzione greca dell’Antico Testamento) fu scritta nel 270 a.C., ovvero oltre 200 anni prima della nascita di Cristo, la Septuaginta riporta lo stesso brano dal libro di Daniele, parola per parola.

Amica sangarre, forse mi sbaglio ma temo che tu, come moltissimi al giorno d’oggi, abbiate più a cuore quello di contrastare la Parola di Dio (la Bibbia), piuttosto che credere in essa. Tutto questo non mi sorprende affatto. Anche questi atteggiamenti fanno parte di profezie bibliche citate da Gesù.

Vai alla “croce”! Li troverai la verità.

<Gesù ci ama e non vuole che alcuno perisca.> Ciao Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 09-03-2007, 19.46.02   #17
sangarre
Ospite abituale
 
L'avatar di sangarre
 
Data registrazione: 10-01-2007
Messaggi: 58
Riferimento: Alcune riflessioni sul Vangelo.

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
A cosa ti serve conoscere quel simbolismo?
In pratica cosa significa?

Per esempio, io posso sapere tutto di tutte le dottrine esoteriche del mondo e anche di altri mondi, ma questo non mi rende diverso da chi conosce tutto sul campionato di calcio o da chi sa a memoria la bibbia e i vangeli.

Perche'?

Se non c'e' la pratica e la realizzazione del senso, sto solo contrapponendo delle convinzioni ad altre convinzioni.
I due contendenti sono sullo stesso piano "ideologico".

(Osservo che hai una grande conoscenza dell'esoterismo di diversa specie e natura, credo sarebbe opportuno che tu aprissi dei 3d appositi nei quali parlarne, invece che continuare a litigare con Mass.)

Non litigo affatto: osservo. L'intenzione era solo quella di offrire alcuni spunti interessanti per interpretazioni meno consuete del solito: se anche altri lo facessero, ne sarei felice.
Il paragone con chi conosce a memoria il campionato di calcio, o le scritture, non è congruo: La conoscenza dei simboli relativi ad un percorso iniziatico, se autentica, non può essere disgiunta dalla pratica di quel percorso. Può non esserlo se tutto rimane nel solco di un vuoto accademismo: e io non sono un'accademica.

Nella fattispecie, la figura di Giuda si prestava particolarmente bene ad un approfondimento , sulla linea di questo thread, che parla di osservazioni su Vangelo. Chi può negare che i Vangeli parlino per simboli? Giuda è, per l'appunto, uno di questi simboli, e come tale può essere interpretato all'interno di un percorso iniziatico che, se corretto, richiede a tutti (anche a te, Yam) il passaggio da questa fase.
Le lame del Tarot, da cui ho tratto la figura dell'Appeso, sono, per l'appunto, la sintesi simbolica del cammino iniziatico, in tutte le sue fasi.
Voglio precisare che il simbolo è una figura che parla in sintesi all'interiorità dell'individuo, ed è capace di modellarla e trasformarla: è qualcosa di puro e di perfetto, che può dare a chi "ha", per la legge di risonanza e interdipendenza: è qualcosa di vivo, lega il visibile all'invisibile, possiede una forza trasmutante e favorisce il risveglio interiore. Ha una funzione occultante e disoccultante, al tempo stesso. E' tutto fuorchè qualcosa di sterile e di arido.

X Lucio P.
l'idea che ti sei fatto di me come persona che vuol "contrastare" la parola di Dio, è drammaticamente fuori bersaglio. Ma non mi aspetto che tu lo capisca.
sangarre is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it