Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 28-02-2008, 23.45.21   #1
berenger11
Ospite abituale
 
L'avatar di berenger11
 
Data registrazione: 10-08-2007
Messaggi: 222
Religione e tradizione.

Qualche giorno fa è morto uno dei personaggi più noti e pittoreschi del paese dove vivo, in pratica lo conoscevano tutti. Di mestiere faceva, non so come definirlo, diciamo l'attacca manifesti. Girava per le vie sulla stessa auto da più di vent'anni e tappezzava gli appositi spazi con pubblicità, eventi e annunci mortuari; ora qualcun'altro ha attaccato il suo. Quest'uomo, appendeva le locandine in mezzo ad un turbine di bestemmie, bestemmiava per qualsiasi cosa, in mezzo ad una frase di dieci parole c'erano almeno tre o quattro bestemmie. Malediceva tutto e tutti, specialmente i preti, contro i quali aveva un'autentica avversione. Viveva con il fratello, anche lui della stessa pasta, bestemmiatore e mangiapreti, nessuno dei due si era mai sposato.
E allora? vi chiederete.
Allora mi ha fatto sorridere vedere il suo funerale celebrato in chiesa, con processione verso il cimitero e prete in testa, clamorosa croce sulla lapide di legno temporanea, e infine immagine della Madonna su quadro di ceramica, che lui tante volte ha nominato nella sua vita e mai... per pregare.
E allora è religione o tradizione?
berenger11 is offline  
Vecchio 29-02-2008, 09.47.00   #2
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: Religione e tradizione.

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Qualche giorno fa è morto uno dei personaggi più noti e pittoreschi del paese dove vivo, in pratica lo conoscevano tutti. Di mestiere faceva, non so come definirlo, diciamo l'attacca manifesti. Girava per le vie sulla stessa auto da più di vent'anni e tappezzava gli appositi spazi con pubblicità, eventi e annunci mortuari; ora qualcun'altro ha attaccato il suo. Quest'uomo, appendeva le locandine in mezzo ad un turbine di bestemmie, bestemmiava per qualsiasi cosa, in mezzo ad una frase di dieci parole c'erano almeno tre o quattro bestemmie. Malediceva tutto e tutti, specialmente i preti, contro i quali aveva un'autentica avversione. Viveva con il fratello, anche lui della stessa pasta, bestemmiatore e mangiapreti, nessuno dei due si era mai sposato.
E allora? vi chiederete.
Allora mi ha fatto sorridere vedere il suo funerale celebrato in chiesa, con processione verso il cimitero e prete in testa, clamorosa croce sulla lapide di legno temporanea, e infine immagine della Madonna su quadro di ceramica, che lui tante volte ha nominato nella sua vita e mai... per pregare.
E allora è religione o tradizione?
un bestemmiatore è un credente (volente o nolente), anche se avverso al clero.
tradizione, tradizione.....
andre2 is offline  
Vecchio 29-02-2008, 13.35.20   #3
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Religione e tradizione.

Solo l'"essere religiosi" non è religione,ovverossia ..tradizione.
Noor is offline  
Vecchio 07-03-2008, 22.55.42   #4
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Religione e tradizione.

tradizione pura e semplice..... si fa così!

Di religioso, di religiosità cosa c'è mai stato? cosa è rimasto? non lo so.

Usi e consuetudini, e via. Tanto per restare in carreggiata, tanto per non essere additati dai tradizionalisti.

Spero che di me si ricordino quelli a cui l'ho detto che voglio essere cremata e non voglio alcun funerale religioso.
Ora vedo queste funzioni come somma espressione di ipocrisia, di falsità.

Messa funebre prete annoiato che non vede l'ora di sbrigarsi. Butta là qualche pensiero trito e ritrito mescolato alla prassi quotidiana. Ci mette il nome del.... ei fu, e via.

A volte ho pensato che dio si assenti un attimo quando il feretro entra in chiesa, per poi tornare ad essere vicino ai parenti.

Ad osservare il tutto con occhi disincantati è di uno squallore incredibile.

Anche se solo tradizione fino a qualche decennio fa ci mettevano più impegno e partecipazione, ma forse ero io che ci mettevo tutta me stessa e credevo che il rito fosse una cosa seria e importante.

E quando, alla fine, mi lasciava una specie di vuoto dentro cercavo di non farci caso, di non domandarmi mai il perchè.
Oggi lo so, oggi so che questi riti mercificati, non hanno proprio niente del rituale. Hanno perso del tutto l'energia che sta dietro ad un vero rito.
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it