Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-01-2004, 18.51.12   #1
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Bigottismo?????

Qualcuno mi spiega la differenza tra religiosità e bigottismo???? Io ultimamente vedo solo quest'ultimo concetto..tra l'altro..espresso ai massimi livelli.
Grazie
deirdre is offline  
Vecchio 08-01-2004, 20.41.58   #2
Moonlit knight
Ospite abituale
 
L'avatar di Moonlit knight
 
Data registrazione: 13-11-2003
Messaggi: 49
Secondo me semplicemente: La religiosità consiste nel vivere la propria religione con elasticità ed apertura mentale (cosa di solito rara nei credenti), il bigottismo nel essere "integralisti" (intendo anche nelle piccole cose) e vedere i "non credenti" come "nemici" o "peccatori"...
Moonlit knight is offline  
Vecchio 08-01-2004, 21.05.34   #3
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Io credo questo:
La religiosità è un fenomeno squisitamente intimo, nasce e vive nel profondo dell'uomo. E se si porta alla superficie per condividerlo lo si fa per rendere partecipo altri di questo sentimento, nel pieno rispetto della sensibilità dell'altro nei confronti di questo "sentire". Cioè stando attenti a non offendere un sentire diverso dal nostro.

Il bigottismo è una "cieca visione della vita", con la mente chiusa nei loro quattro pensieri i bigotti si mettono al centro del mondo pretendendo che tutto giri intorno alla loro mente bacata. Nessun pensiero alternativo è ammesso e ritengono che al di fuori di loro la stupidità regna sovrana.

Non credo che il bigottismo sia in perfetta antitesi con la religiosità: è in antitesi con qualunque persona intelligente.
Attilio is offline  
Vecchio 09-01-2004, 08.29.00   #4
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Pienamente in accordo con ambedue... di fatto, io vedo molto bigottismo e tanto predicare che, di fatto, serve a poco...
Nel medioevo, forse, era utile..ai giorni nostri, l'imposizione forzata di penitenza, castrazione di desideri, ecc.. è un'arma a doppio taglio.
Ciò che non comprendo è il motivo per il quale la religione non abbia coraggio di adeguarsi ai tempi e rimane fossilizzata su alcuni schemi del tutto sorpassati.
deirdre is offline  
Vecchio 09-01-2004, 10.43.55   #5
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Propongo timidamente un'ipotesi:

POTERE?????

Sono dell'idea che i sistemi 'bigotti' si basino sulla prevaricazione di alcuni (che tengono principalmente conto dei propri interessi) su molti (che non hanno l'autonomia mentale per rendersene conto).

Sono d'accordo con Attilio quando parla di rispetto per il sentire dell'altro, parla di una comunicazione 'alla pari', da uomini liberi e consapevoli.

Ma questo tipo di comunicazione porta al 'non controllo' dell'altro, ci impedisce di direzionare le sue azioni dove fa comodo a noi...

Da questo si forma dentro di me l'embrione dell'ipotesi iniziale.

Forse sono impietosa ma consentitemi di essere anche tanto in.....ta per quello che i miei occhi vedono nel mondo e che viene fatto in nome di Dio (quale che sia il nome specifico che viene usato)!

rodi is offline  
Vecchio 09-01-2004, 19.19.51   #6
sarpina
luna e terra
 
L'avatar di sarpina
 
Data registrazione: 22-11-2003
Messaggi: 148
Credo che il bigottismo sia pura e semplice ottusita' mentale, come dice Attilio, cioe' e' un "integralismo", per usare l'espressione di Moonlit knight, rivolto agli aspetti piu' esteriori, ritualistici, e, se si vuole, meno importanti di un credo.Non a caso infatti spesso il bigottismo si riscontra in persone di bassa intelligenza (non per forza di bassa cultura), che erroneamente fanno coincidere la religione con le loro convinzioni bigotte, e non le abbandonerebbero mai, perche' hanno una fede molto fragile, proprio perche' basata piu' su aspetti esteriori.La religiosita'e', credo, la percezione del divino, e' un qualcosa di molto personale, quindi distaccato dai dogmi, dai riti...penso che anche chi non aderisce ad una religione, ma crede nel divino abbia in se' la religiosita'...poi ci sarebbe da discutere anche sulla fede allora...che non e' religiosita', ma religiosita' che crede anche nei riti,nei dogmi, nei libri sacri, senza pero' scivolare nel bigottismo...credo sia un po' a meta' fra le due cose...
sarpina is offline  
Vecchio 12-01-2004, 20.41.58   #7
Dariel
Ospite abituale
 
L'avatar di Dariel
 
Data registrazione: 07-11-2003
Messaggi: 65
Be' di bigottismo basta pensare alla classica frase di Gesu'...........
Non pregate come i farisei.In una frase ha espresso tutto il concetto.
Dariel is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it