Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 30-05-2006, 16.17.15   #11
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Re: Re: Re: IO SONO il pane disceso dal cielo

Citazione:
Messaggio originale inviato da Flavio**61
Fammi capire i commenti sotto forma di domanda che hai scritto sono farina del tuo sacco o ti sei fatto condizionare da qualcuno ?
Che bisogno aveva Paolo di dire:

Io, infatti, ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, prese del pane e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e disse: ‘Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me’….. etc etc

Se queste cose erano già ascritte nei Vangeli?

Il sospetto mio, ma non solo mio ma di tanti esegeti non cattolici è che in realtà, nei vangeli iniziali non c'era quel passo. Infatti nel codice D o codice di Beza che è uno dei testi più vecchi completi ed autorevoli dai quali sono stati tratti i Vangeli canonici quell’affermazione, manca: Nel Cantabrigiensis c’è scritto questo:

XXII, 14. Quando l’ora fu venuta, egli si mise a tavola e gli apostoli con lui.
15. Ed Egli disse: - Vivamente ho desiderato di mangiare questa Pasqua con voi;
16. poiché vi dico che non ne mangerò più fino a che venga il regno dei cieli.
17. E avendo preso una coppa disse: - Prendete e dividetelo tra voi.
18. Vi dico infatti che di questo succo della vite non ne berrò più fino a che venga il regno dei cieli
19. Prese allora il pane, lo ruppe e disse: - Fatelo anche voi in mia memoria –


Per mè, (ma non solo per me), è evidente che c’è stata una manipolazione successiva ai Vangeli per adattarli alle tesi paoline.
Citazione:
Messaggio originale inviato da Flavio**61
PS:…sei sicuro che Paolo non abbia conosciuto Gesù prima che fosse crocefisso …..

Dice che glie lo ha trasmesso il Signore …ma è sottointeso che la trasmissione è passata attraverso gli apostoli …anche perché era noto che la sua conversione è avvenuta qualche anno dopo la morte risurrezione e ascensione….di Gesù……Paolo perseguitava i discepoli di Gesù dopo la sua morte in croce.

Non lo conobbe certo da suo seguace, come tu stesso scriv…. I suoi contatti con gli apostoli furono pochi e sembra anche piuttosto conflittuali….. ma questo è un altro paragrafo.

A quanto narrano gli Atti e le Lettere paoline la sua conversione sarebbe avvenuta all’improvviso, pare verso l’anno 43 o 44 in seguito ad una specie di visione avuta nel deserto, lungo la strada per Damasco. In pratica un’insolazione che lo tramortì e lo tenne tra la vita e la morte per 3 giorni. Insomma: fu convertito da un certo Anania, capo della comunità cristiana di Damasco, il quale avendolo assistito durante la malattia non mancò di fargli credere che era stato guarito per volere di Dio. Appena ristabilito in salute Paolo ricominciò a predicare nella sinagoga di Damasco una fede del tutto personale, e non si curò, se non tre anni dopo, come egli stesso dichiara, di ritornare in patria e di prendere finalmente contatto col centro di Gerusalemme. Ma anche allora vi rimase solo 15 giorni e non vide che Simone Pietro e Giacomo, il fratello di Gesù. Non aveva conti da rendere a nessuno e non voleva accettare consigli nemmeno dagli apostoli.

VanLag is offline  
Vecchio 30-05-2006, 16.59.36   #12
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Dimenticavo di dire che l’attuale Vangelo di Luca è come segue:

Quando fu l'ora, prese posto a tavola e gli apostoli con lui, 15e disse: "Ho desiderato ardentemente di mangiare questa Pasqua con voi, prima della mia passione, 16poiché vi dico: non la mangerò più, finché essa non si compia nel regno di Dio". 17E preso un calice, rese grazie e disse: "Prendetelo e distribuitelo tra voi, 18poiché vi dico: da questo momento non berrò più del frutto della vite, finché non venga il regno di Dio".
19Poi, preso un pane, rese grazie, lo spezzò e lo diede loro dicendo: "Questo è il mio corpo che è dato per voi; fate questo in memoria di me". 20Allo stesso modo dopo aver cenato, prese il calice dicendo: "Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue, che viene versato per voi".


Cioè è stata aggiunta l'offerta del corpo di Cristo secondo le tesi paoline.

(forse così è più chiaro tutto il discorso).

VanLag is offline  
Vecchio 30-05-2006, 17.08.32   #13
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
diciamo che il brano è stato impregnato di elementi atti a mistificarlo.
Penso però che nel momento in cui si scorge da una lettura evangelica il "succo" dell'insegnamento di Yeshouah distaccandosi dall'aura mistificante che contraddistingue quasi tutti i testi "sacri" tali elementi diventano in un certo qual modo "ininfluenti"
turaz is offline  
Vecchio 31-05-2006, 09.34.14   #14
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
Penso però che nel momento in cui si scorge da una lettura evangelica il "succo" dell'insegnamento di Yeshouah distaccandosi dall'aura mistificante che contraddistingue quasi tutti i testi "sacri" tali elementi diventano in un certo qual modo "ininfluenti"
Se cogli il succo dell'insegnamento vero, l'insegnamento stesso diventa ininfluente, così come diventa ininfluente l’insegnante.

Se ti ostini a difendere la bontà di un insegnamento, legittimi le disquisizioni, sui suoi contenuti, per epurarlo dalle mistificazioni.

VanLag is offline  
Vecchio 31-05-2006, 09.43.21   #15
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Se cogli il succo dell'insegnamento vero, l'insegnamento stesso diventa ininfluente, così come diventa ininfluente l’insegnante.

Se ti ostini a difendere la bontà di un insegnamento, legittimi le disquisizioni, sui suoi contenuti, per epurarlo dalle mistificazioni.


esattamente...
anche perchè un "insegnamento" è un "metodo".
Ma il succo... va oltre il "metodo"...

ciao
turaz is offline  
Vecchio 31-05-2006, 10.06.58   #16
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Se cogli il succo dell'insegnamento vero, l'insegnamento stesso diventa ininfluente, così come diventa ininfluente l’insegnante.

Se ti ostini a difendere la bontà di un insegnamento, legittimi le disquisizioni, sui suoi contenuti, per epurarlo dalle mistificazioni.


Van, prova a leggere i Vangeli in chiave Advaita (come hanno sempre fatto i Maestri Advaita...uno famoso era Shri Appayya Dikshidar (1520 - 1593). ).
Il Cristo e' la Pura Coscienza o Atman-Brahman o Logos o Figlio (il Padre e' Parabrahman).
IO SONO e' in pensiero radice dell'intelletto (LOGOS), lo ha detto Ramana Maharshi.
Quella pura Coscienza, che non muore, che trovi rispondendo alla domanda Chi sono io? (senza utilizzare in pensiero discorsivo per risponderti, scopri quella pura sensazione di essere e Tu Sei Quello), e' il Cristo il Figlio di Dio.


edit: non si tratta di difendere o meno la bonta' di un insegnamento, anzi quella tua facolta' di ricerca scientifica e' sacrosanta, ma di scoprire cio' che di autentico c'e', perche' c'e' anche li. Con quella chiave che ti ho fornito sei in grado di procedere Discriminando (Viveka) il vero dal falso utilizzando le qualita' della tua intelligenza (Buddhi), questo e' il modo di procedere di un vero Advaitin...e vai oltre il Manas (la mente identificata).

Ultima modifica di Yam : 31-05-2006 alle ore 10.12.39.
Yam is offline  
Vecchio 31-05-2006, 10.25.56   #17
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Van, prova a leggere i Vangeli in chiave Advaita (come hanno sempre fatto i Maestri Advaita...uno famoso era Shri Appayya Dikshidar (1520 - 1593). ).
Il Cristo e' la Pura Coscienza o Atman-Brahman o Logos o Figlio (il Padre e' Parabrahman).
IO SONO e' in pensiero radice dell'intelletto (LOGOS), lo ha detto Ramana Maharshi.
Quella pura Coscienza, che non muore, che trovi rispondendo alla domanda Chi sono io? (senza utilizzare in pensiero discorsivo per risponderti, scopri quella pura sensazione di essere e Tu Sei Quello), e' il Cristo il Figlio di Dio.
C’è troppa gente in giro per permettere all’advaita di mostrare i suoi raggi. C’è un io, un ego, un sè, un padre, un figlio, un Cristo, un Dio…… e non so quanti altri.

Non so come gestisci tu quella folla, se la gestisci e se sei cosciente di essere posseduto da forze aliene a te stesso. Per quanto mi riguarda il film va in altro modo.

Parlo qui perché mi piace confrontarmi e scambiare idee e sono contento quando qualcuno parla con me. Posso parlare di Dio, della politica, del sesso degli angeli o del sesso e basta. Mi piace lo scambio in se. Ma se lo scambio deve essere finalizzato a qualche cosa che non sia il puro parlarsi, se la gioia della tua dottrina supera la gioia di parlarsi, mi massacrerai con i tuoi insegnamenti ed invece che piacere nello scambio sentirò disagio, invece che ascoltarti con mente aperta sentirò di dovermi difendere da te.


Ultima modifica di VanLag : 31-05-2006 alle ore 10.29.27.
VanLag is offline  
Vecchio 31-05-2006, 10.54.08   #18
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Per Yam

Yam…. Sei bello tu, è bella la tua voglia di aiutare, la tua voglia di comunicare, è bella la tua ricerca, quando quella ricerca produrrà qualche frutto maturo…. Quello è bello, non le parole che non sono altro che veli posti sopra la realtà, sono solo “oral sheet” come dice U.G.

Advaita, padre figlio, amore, spermatikoi, logos….. se non sviluppi l’arte di mostrare il senso oltre le parole, invece che chiarire confondono, invece che svelare, sviliscono.

La sedia del maestro brucia terribilmente, possono sedersi sopra ad essa senza bruciare, solo coloro che hanno già eliminato tutte le loro passioni umane tra le quali anche la voglia di essere liberi e quella di liberare gli altri.


Ultima modifica di VanLag : 31-05-2006 alle ore 11.12.31.
VanLag is offline  
Vecchio 31-05-2006, 13.27.20   #19
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Certo Van, personalmente mi ritengo un principiante, non come maestro, ma come essere umano.
Yam is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it