Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 27-01-2008, 15.32.37   #1
Socrate78
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-05-2007
Messaggi: 107
Cause della decadenza dell'Impero Romano

Spesso mi chiedo quale, tra i tanti motivi, sia stato più determinante di tutti nel provocare il crollo del secolare Impero romano, organismo politico apparentemente resistentissimo, ma con all'interno cronici punti di debolezza latenti.
Le invasioni barbariche (causa esterna ) mi sembrano il motivo meno determinante, proprio perchè se l'Impero fosse rimasto forte e saldo, la resistenza dei romani avrebbe quasi certamente avuto la meglio su popoli che erano culturalmente e militarmente almeno 1000 anni indietro rispetto a Roma.
Per qunto riguarda le cause interne, due mi sembrano importanti:
1) La crisi economica che spopolò le campagne e provocò la nascita dell'economia chiusa del latifondo, con la mancanza di viltali scambi commerciali tra città e campagna, con carestie, aumento spropositato dei prezzi, inflazione galoppante.
2) La grave crisi politica che fece perdere quasi completamente il vero potere al Senato e poi anche agli imperatori, che divennero burattini nelle mani di un esercito potentissimo, che deponeneva e eleggeva quasi a suo piacimento gli imperatori (con l'eccezione di Diocleziano, che però non riuscì a salvare l'Impero ).
Secondo voi, ebbero più importanza le cause di ordine politico oppure quelle economiche?
Discutiamone.
Socrate78 is offline  
Vecchio 27-01-2008, 23.46.07   #2
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: Cause della decadenza dell'Impero Romano

Citazione:
Originalmente inviato da Socrate78
1) La crisi economica che spopolò le campagne e provocò la nascita dell'economia chiusa del latifondo, con la mancanza di viltali scambi commerciali tra città e campagna, con carestie, aumento spropositato dei prezzi, inflazione galoppante.
2) La grave crisi politica che fece perdere quasi completamente il vero potere al Senato e poi anche agli imperatori, che divennero burattini nelle mani di un esercito potentissimo, che deponeneva e eleggeva quasi a suo piacimento gli imperatori (con l'eccezione di Diocleziano, che però non riuscì a salvare l'Impero ).
Secondo voi, ebbero più importanza le cause di ordine politico oppure quelle economiche?
Discutiamone.
Premetto che la storia romana non è un mio "punto di forza".
Nel giudicare le cadute dei vari imperi che si sono succeduti nel corso della storia , (penso a quello sovietico), tendo ad attribuire grande importanza al fattore economico. Gli altri, credo che siano effetti di quest'ultimo.
Koli is offline  
Vecchio 28-01-2008, 17.13.16   #3
Junior
Ospite
 
Data registrazione: 27-01-2008
Messaggi: 4
Riferimento: Cause della decadenza dell'Impero Romano

Io credo che nella caduta di una nazione le cause principali siano quasi sempre economiche. Gran parte delle crisi politiche poi sono conseguenti alle stesse crisi dell'economia.

Nel caso di Roma l'instabilità politica, come ha gia detto Socrate78, era dovuta allo strapotere dell'esercito che era superiore a quello del Senato.
Tuttavia questa era la stessa situazione che si aveva ai tempi di Cesare, e di Pompeo, di Augusto e di Marco Antonio, eppure in quegli anni nessuno parlava di decadimento di Roma: essa, pur con le difficoltà interne era ancora la "Caput Mundi", ed anzi, subito dopo la fine delle guerre civili, Roma conobbe il suo periodo di massimo splendore.

Ciò che innescò la crisi furono secondo me quindi essenzialmente motivi economici: in primis
1)La fine delle guerre di conquista: Dopo Traiano gli imperatori scelsero di adottare una politica difensiva, e fortificarono i propri confini senza conquistare le terre nemiche come in passato. Roma era tuttavia una civiltà "parassita", viveva sulle tasse imposte, sui bottini e sui guadagni provenienti dalle terre conquistate. Quindi detto terra terra, no conquiste no guadagni.
2)-conseguente al primo- Le errate scelte economiche degli imperatori, che con la fine della guerra avrebbero dovuto cambiare il sistema economico dell'impero, rafforzandolo e incentrandolo su un'economia interna e non sullo sfruttamento delle terre conquistate. Ciò non avvenne, Roma si impoverì, ci fu un ovvio effetto a catena e tutto il sistema crollò.

I famosi barbari hanno semplicemente approfittato di questa debolezza per invadere l'impero, da sempre essi l'avevano combattuto ma erano stati respinti. Ora però l'esercito non era preparato adeguatamente a causa della mancanza di fondi e fu sopraffatto.
Ci fu un avvenimento che ha dato però maggior vigore ai barbari rispetto al passato: il raffreddamento del clima, che li ha spinti a migrare verso Sud-Ovest nelle terre dell'impero. Seppur importante, ritengo tuttavia questo elemento secondario rispetto ai precedenti.
Junior is offline  
Vecchio 02-02-2008, 10.45.58   #4
Archer
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-05-2004
Messaggi: 50
Riferimento: Cause della decadenza dell'Impero Romano

credo che l'impero romano sia crollato per molti motivi: da un lato quello forse preponderante o comunque determinante è la crisi economica dovuta una gran quantità di fattori, dall'estensione eccessiva dell'impero che lo rendeva indifendibile sotto la spinta di popolazioni molto più agguerrite di prima (i barbari certo, ma anche i persiani e più tardi gli arabi), che rendeva difficili le comunicazioni e favoriva l'avanzata dei barbari che si muovevano veloci, all'esistenza di zone completamente passive come le stesse capitali Roma e Costantinopoli che da sole prima l'una poi l'altra assorbivano tutto il grano dell'egitto senza produrre niente, all'esistenza di un esercito che anche se inferiore alla reale necessità abbisognava di una enorme quantità di denaro per essere pagato e nutrito...
ma poi ci sono anche fattori culturali che appena il pugno di ferro imperiale si è allentato si sono sviluppati fortemente: per prime le differenze culturali compresa quella più macroscopica di una metà dell'impero che parlava latino mentre l'altra greco, di zone fortemente antiromane come l'africa che, anche se fortemente latinizzata, non amava il giogo romano, per non parlare della palestina; poi la religione che vendeva sempre più approfondirsi i contrasti prima fra cristiani e pagani, poi fra cristiani e cristiani, cattolici ed eretici, greci e latini; c'è anche il fattore lingua, visto che oltre alle innumerevoli lingue locali anche il latino e il greco andavano incontro a campiamenti che avrebbero portato alle lingue moderne ma il cui processo era già in atto e fortemente differenziante.
era dunque inevitabile e forse fisiologico che l'impero romano si disgregasse e finisse distrutto, anche se ha goduto di una splendida agonia bizantina fino al 1453
Archer is offline  
Vecchio 03-02-2008, 00.11.58   #5
Bamboo
Ospite
 
L'avatar di Bamboo
 
Data registrazione: 28-08-2007
Messaggi: 32
Riferimento: Cause della decadenza dell'Impero Romano

credo proprio che la crisi economica vada di pari passo con la crisi dei valori.
Sotto i nostri occhi sta accadendo agli Stati Uniti. Molto lentamente,come all'epoca dell'antica Roma. E non,quindi,leggendo il riassunto di qualche secolo in un libro di storia. Per questo quasi non lo percepiamo.

Mettici pure il poco attaccamento alla patria(Roma);non poteva essere altrimenti:moltissimi cittadini oramai erano di provenienza straniera. I soldati quasi tutti.Roma veniva difesa da chi non avrebbe lottato mai come i legionari di una volta. E per chi? Per una classe corrotta e lontana dai bisogni della gente. Troppa disparità economica. Molti,più o meno inconsciamente,non desideravano altro che la distruzione. Non è un caso che il Cristianesimo abbia attecchito in maniera così prepotente proprio nell'impero Romano. Perchè,in fondo,avrebbe potuto farlo(a ben pensarci)ad oriente.
Se Roma fosse rimasta come la Roma della Repubblica,ancora non sarebbe "caduta". Morigerata,moderata,giusta,nob ile,equanime,valorosa...
Questo era e questo sarebbe dovuto rimanere,anche nell'impero.

Ma gli accostamenti Roma Stati Uniti non sono poi molti.
Roma conquistava e portava davvero la civiltà,costruendo,portando ricchezza nei paesi conquistati,esportava libertà. Gli americani esportano le loro industrie e l'esercito serve a mantenerne la loro supremazia. Tutto qui.
Un'enorme differenza.
Bamboo is offline  
Vecchio 03-02-2008, 10.09.32   #6
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Cause della decadenza dell'Impero Romano

Secondo mè,la caduta del grande impero Romano è da imputarsi a cause naturali. In natura tutto è fatto ad onde che salgono per poi più o meno repentinamente scendono. Mi sembra di aver letto in una pagina della repubblica di Platone che una nazione non deve mai diventare troppo ricca perchè , dandosi agli agi,umanamente lascia in secondo piano la corretta e rigida conduzione del governo,per cui indebolendosi diventa facile preda.Mai troppo povera perchè cadrebbe nella stessa condizione. Ne possiamo avere dimostrazioni anche in altri grandi imperi del passato,ed ultimamente con la ex grande Spagna dei conquistadores,la ex grande potenza economica Svedese,e molto probabilmente,in un prossimo futuro, la mastodontica U.S.A.
Questo è il mio semplice punto di vista. Un ciao a tutti espert37
espert37 is offline  
Vecchio 03-02-2008, 12.30.28   #7
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Cause della decadenza dell'Impero Romano

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
Secondo mè,la caduta del grande impero Romano è da imputarsi a cause naturali. In natura tutto è fatto ad onde che salgono per poi più o meno repentinamente scendono. Mi sembra di aver letto in una pagina della repubblica di Platone che una nazione non deve mai diventare troppo ricca perchè , dandosi agli agi,umanamente lascia in secondo piano la corretta e rigida conduzione del governo,per cui indebolendosi diventa facile preda.Mai troppo povera perchè cadrebbe nella stessa condizione. Ne possiamo avere dimostrazioni anche in altri grandi imperi del passato,ed ultimamente con la ex grande Spagna dei conquistadores,la ex grande potenza economica Svedese,e molto probabilmente,in un prossimo futuro, la mastodontica U.S.A.
Questo è il mio semplice punto di vista. Un ciao a tutti espert37

immaginiamoci quale crollo spaventoso,subentrera in un sistema attuale dove il divario ricchezza-poverta e' in proporzioni mai viste finora e in velocissima ed esponenziale crescita..
acquario69 is offline  
Vecchio 14-02-2008, 23.35.15   #8
bisanzio
Ospite
 
Data registrazione: 25-06-2007
Messaggi: 25
Riferimento: Cause della decadenza dell'Impero Romano

e qui entra in gioco il mio periodo preferito di storia..
ovvero quel periodo che va dal III secolo al V
inanzitutto non si di certo dire la causa più importante..

prima di scrivere ti consiglio la lettura di DECLINO E CADUTA DELL'IMPERO ROMANO di E.GIBBON

lo scrittore per esempio dice che il primo imperatore che causò l'inizio della decadenza , fu settimo severo..
non parlerò di lui per non annoiare..e per non aggirare l'argomento..

le varie cause sono essenzialmente dovute a:
-l'anarchia militare del II secolo militarizza la società romana(ideologicamente ed economicamente)
-a causa di questa militarizzazione , l'impero ben presto diventa "terreno di gioco" dei generali che nel terzo secolo sperperano le risorse economiche
-i barbari persero quell'antica paura nei confronti dell'impero
a causa della sconfitta inflitta dai goti nei balcani durante l'epoca di valente..(poi respinti) e furono sempre più attratti dall'impulso di razzie..
-un ciclo di carestie e malattie attraversò l'impero
-l'espansione militare dell'occidente (latino) era ferma..quella dell'oriente (mondo greco) invece era ancora fresca di allargamenti ( traiano conquistò moltissime provincie orientali).
-la religione cristiana sviluppatasi grazie alla crisi iniziò ad ingigantire il circolo vizioso..(tra i molti fattori che portarono i ricchi ad andare a vivere nelle campagne vi si può riconoscere anche una matrice ideologica oltre che al desiderio di fuggire alle imposte imperiali)


la cronologia potrebbe essere intesa cosi:
-anarchia militare
- gli imperatori in continua lotta sprecano denaro
-lo spreco provoca la crisi
-la crisi è aumentata dall'ondata di barbari attirati dalla ricchezza e dalla debolezza
a tutto ciò si aggiunge una ripresa del regno di persia , da sempre nemico dei romani
-l'impero è costretto ad aumentare le imposte per mantenere sempre più eserciti
-la popolazione si trasferisce nelle campagne per sfuggire alle tasse aiutati dalla diffusione del cristianesimo, poco incline alla vita politica
-sempre più battaglie vengono vinte dai barbari e ciò aumenta la crisi
-gli imperatori decidono di accettare i barbari come federati (sia in occidente che oriente) costantino e diocleziano salvano l'impero , ma ad un prezzo cosi alto che qualcuno dice sarebbe stato meglio che questi due non fossero esistiti
-l'occidente non regge questo sistema e ben presto si disgrega.
-l'oriente invece al contrario di quanto si crede , conserva quasi in tutto il medioevo una grande ricchezza..
questi ultimi 2 punti vanno ricercati nel fatto che essi erano economicamente diversi (l'occidente erano disastrato , al contrario dell'oriente)
bisanzio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it