Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 26-01-2004, 12.37.25   #1
lelle 79 ;o)
Ospite abituale
 
L'avatar di lelle 79 ;o)
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 114
L'età della pietra, l'età del petrolio!

Vorrei farvi riflettere su una battuta detta dal direttore di una compagnia petrolifera europea: "L'età della pietra non è finita perchè sono finite le pietre!..."

Allora mi domando: perchè aspettiamo che il petrolio finisca per scegliere una fonte alternativa? (la risposta la conosciamo tutti credo)
Perchè crediamo che comprando l'ultimo modello di una casa automobilistica si possegga un gioiello della tecnologia?
Anche il modello più evoluto di motore a scoppio ha un rendimento ridicolo, al massimo del 25-30%, i resto è tutto calore e attrito, non a caso il grande Beppe Grillo la definsce una "stufa con le ruote".
Facciamogli fare la fame a questi imprenditori, visto che il loro lavoro non lo sanno fare
lelle 79 ;o) is offline  
Vecchio 28-01-2004, 21.58.39   #2
Giuliano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-12-2003
Messaggi: 270
Il problema direi e' che gli imprenditori del petrolio e dell'energia in genere (Bush fino al 1990 era capo manager della compagnia petrolifera Harken per esempio,la famiglia Bush e' tuttora e' azionista insieme alla famiglia Bin Laden (!!!!)della finanziaria Carlyle) detengono oramai anche il potere politico e militare !

Saluti
Giuliano is offline  
Vecchio 28-01-2004, 23.58.03   #3
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Ciao Ragazzi,
Tempo fà ho letto, non ricordo dove un'interessantissimo articolo, il quale sosteneva (secondo me a ragione) che se circa 50/60 anni fà quando è iniziata era industriale moderna si fosse optato completamente per la canapa e derivati al posto del petrolio avremmo avuto un pianeta non dico perfetto ma sicuramente migliore.
Esempi:

1) Olio di colza (derivato dalla canapa o qualcosa di simile, una volta alimentava le lampade prima dell'energia elettrica) per la trazione di motori diesel, i motori durano di più e in proporzione inquinano praticamente niente (solo la combustione che però non rilascia gas particolarmente nocivi)

2) fibre vegetali e naturali per abbigliamento e biancheria varia al posto di quelle artificiali derivate dal petrolio.

3)l'uso della canapa indiana o volgarmente mariuana per la cura di alcune patologie (si sta scoprendo adesso ma naturalmente si usa quella sintetica) e come leggero anestetico.

4)Eliminazione di problemi vari nel trasporto (petroliere che inquinano mezzo mare) l'olio di colza è naturale anche in caso di incidente in mare o su strada viene facilmente riassorbito dall'ecosistema.

Questi sono solo alcuni esempi di quelli che mi ricordo ma ne avevo letti degli altri, praticamente si poteva utilizzare il vegetale per tutti gli usi che attualmente implicano il petrolio. E allora senza voler fare dietrologia, ma le cose stanno così, perchè e stato scelto il petrolio? Forse perchè il petrolio è sul piano economico controllabile? (pensate il contadino che con il suo magari non tanto grande campo manda avanti un tot di automobili)

Uno is offline  
Vecchio 29-01-2004, 00.22.52   #4
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
.... ...non ricordo dove l'ho letto, ma se non ricordo male, il nocciolo di quanto vorrei dire è che : le automolibli, inventate per facilitare gli spostamenti, sono diventate la cusa della difficoltà di spostamento; secondo non ricordo chi fosse, un americano impiega 1600 ore per percorrere 7500 miglia : meno di cinque miglia all'ora...in bicicletta farebbe prima...

....questo per denunciare l'abuso di tecnologia....
Marco_532 is offline  
Vecchio 29-01-2004, 03.35.45   #5
lelle 79 ;o)
Ospite abituale
 
L'avatar di lelle 79 ;o)
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 114
A creare la campagna contro la canapa sono stati Dupont e Rockfeller, sapete con quale motivazione?
Loro sostenevano: "perchè deturpare la natura tagliando le piante?? Abbiamo il petrolio!!" (la marjuana è una pianta annuale)

E' bastato associare l'uso di una pianta (fumarlo, nel caso della marjuana), all'esistenza della pianta stessa, per creare il movimento di lotta.
Come dire: "il vino fà male! Allora l'uva non esisterà più"

Addirittura Ford, quello della casa automobilistica,aveva creato la Ford T, una macchina fatta al 70% di canapa e resine derivate (a parte la meccanica, praticamente tutto il resto era fatto di gangia!!), aveva una carrozzeria che resisteva alle martellate!
Potete guardare il video relativo alla prova in questa pagina. (bisogna installare RealPlayer! lo trovate quì. )

La canapa non è marjuana, è il principio attivo detto T.H.C. a creare la cosidetta "sconvoltura!", quindi non bisogna eliminere tutte le piante, ma solo quelle con un'elevato tasso di T.H.C.

Per propaganda hanno creato dei filmati commentati da psicologi (e diffusi nelle scuole) in cui si vedevano persone che fumavano marjuana, che poi in preda a raptus cercavano di violentare la sorella, poi entrava la madre che vedendo tutto ciò decideva di suicidarsi buttandosi dalla finestra!! Il filmato in questione si chiama "Reefer madness" (lo spinello maledetto!), se volete contattarmi via e-mail, ve lo facco avere!
Inoltre hanno fatto un sacco di propaganda contro la gangia, di seguito solo qualche esempio:

"Marijuana: The assassin of youth." ....marjuana: omicida della giuventù!

"Marijuana: The devil's weed with roots in hell." ....la pianta con le radici all'inferno!

"Marijuana makes fiends of boys in 30 days." ...uccide i giovani in 30 giorni!

"If the hideous monster Frankenstein came face to face with the monster marijuana, he would drop dead of fright." ....se il mostro di Frankestein si trovasse faccia a faccia con il mostro della marjuana, Frankestein cadrebbe stecchito!

Adesso invece i ricercatori hanno capito l'importanza del T.H.C. e commercializzano un farmaco con questo principio attivo.

In questo link quello venduto dalla Bayer!

Poi possiamo parlare dell'olio combustibile derivato; non inquina in quanto i gas di combustione sono perfettamente riciclabili dalle piante nella fotosintesi clorofilliana, in quanto l'anidride carbonica generata è facilmente assimilabile dalle piante. Non come ol gasolio!)


Ogni mio commento è estremamente superfluo!


Adesso sono veramente cotto, notte!

Ultima modifica di lelle 79 ;o) : 29-01-2004 alle ore 03.38.53.
lelle 79 ;o) is offline  
Vecchio 31-01-2004, 15.05.43   #6
Giuliano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-12-2003
Messaggi: 270
Un altro combustibile , anzi propriamente e' "un vettore",da tenere in considerazione e' l'idrogeno,pero' poi vi immaginate , penso che sia pressoche' impossibile,quale sconvolgimento degli assetti economici e industriali causerebbe l'abbandono dell'economia del petrolio ?
Giuliano is offline  
Vecchio 01-02-2004, 00.24.28   #7
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Però ho letto di ricerche fatte da ricercatori seri, non interessati, che l'idrogeno a medio termine ci creerebbe problemi maggiori del petrolio.
Non sono competente per cui lascio a voi la parola.
Uno is offline  
Vecchio 08-02-2004, 09.29.57   #8
Giuliano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-12-2003
Messaggi: 270
Citazione:
Messaggio originale inviato da GiraSole
Però ho letto di ricerche fatte da ricercatori seri, non interessati, che l'idrogeno a medio termine ci creerebbe problemi maggiori del petrolio.
Non sono competente per cui lascio a voi la parola.

Ciao,mi piacerebbe sapere di piu' su queste ricerche,se le hai trovate sulla rete ad esempio se mi puoi dare un riferimento
A me risulta che l'idrogeno , anche perche' non e' un vero combustibile , non darebbe nessuna cointroindicazione soprattutto ambientale e starebbe alla base di una reazione chimica dalla grande resa , mentre nei motori a scoppio gran parte dell'energia si disperde

Saluti
Giuliano is offline  
Vecchio 08-02-2004, 10.09.19   #9
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Ne ho letto su una rivista da prendere con le molle ma interessante, e sicuramente non dalla parte dei "boss", se trovo 5 minuti ti faccio una scansione altrimenti chiedi o trova informazioni sul sito:
http://www.nexusitalia.com/
Come ho scritto nell'altro post non sono in grado di giudicare quanto ci sia di buono, prova tu.

Ciao
Uno is offline  
Vecchio 15-02-2004, 19.37.26   #10
lelle 79 ;o)
Ospite abituale
 
L'avatar di lelle 79 ;o)
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 114
Grazie mille Girasole per avermi segnalato il sito di Nexus Italia!

All'inizio cercavo notizie, come da te proposto, sull'idrogeno...
...ma poi...
come un fulmine a ciel sereno, leggo la parolina magica "FUSIONE FREDDA", mi sono emozionato tantissimo nel leggere l'articolo intitolato "Arma a Fusione Fredda".
Inoltre in basso ho visto un link che porta al sito di Report (il mitico programma di Milena Gabanelli!), e con l'occasione Vi linko l'ARTICOLO
C'è anche un altro articolo che riguarda l'argomento (URL=http://www.nexusitalia.com/fusione%20fredda.html]"REPLICATA LA FUSIONE FREDDA!"[/url]), anche se devo dire che mi sembra un pò sensazionalistico, mi sembra un pò il racconto di "The Blair Witch project".

Comunque...
Caspita, la fusione fredda, io ero piccino quando ne ho sentito parlare per la prima volta!
Rivoluzionerebbe davvero il nostro modo di vivere, se poi fosse associata ad un'utillizzo etico dei consumi, il gioco sarebbe davvero fatto! Potremmo eliminare il problema definitivamente!

x Girasole: fai bene a tener alta la guardia prendendo tutto con le molle, anch'io mi comporto così, ma devo dire che l'articolo è davvero fatto bene anche sotto questo punto di vista, anche l'autore dell'articolo è molto ponderato nelle affermazioni.
...fatti, non pugnette!!
senò si diventa ciechi!

Ciao Ciao [
lelle 79 ;o) is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it