Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Filosofia Quantistica e Spiritualità di Ulrich Warnke. Traduzione a cura di Corrado S. MagroFILOSOFIA QUANTISTICA
e Spiritualità

La chiave per accedere ai segreti e all’essenza dell’essere.
Di Ulrich Warnke
Traduzione a cura di Corrado S. Magro
In esclusiva assoluta per l'Italia, per gentile concessione dell’autore e dell’editrice Scorpio la traduzione del libro di Ulrich Warnke: Quantenphilosophie und Spiritualität.

 

 

Capitolo 8 - Maggio 2015
Trasposizione delle conoscenze ancestrali e nuove

 

Indice | Paragrafo precedente | Paragrafo successivo

 

8.7 Limitatezza, primo ostacolo per la trasposizione

  1. L’anima, entità dell’essere, è per principio priva di spazio e tempo. Essa è momentaneamente connessa alla materia del corpo (incarnata) per poter fare esperienze impossibili quale anima pura senza corpo. Ma, con l’incarnazione  l’anima è connessa e limitata dal corpo.

  2. Intelletto/consapevolezza è un processo che viene utilizzato individualmente dalla più parte delle persone. Il processo è anch’esso universale e come l’anima, è privo di spazio e tempo. Ma, consapevolezza individuale senza esercizio quotidiano particolare rimane prigioniera dentro la consapevolezza dello stato di veglia e limitata dalle esperienze abituali del corpo e dell’ambiente.

Dobbiamo mettere in chiaro: consapevolezza (intelletto/spirito) ed emozioni (anima), originariamente libere e universali, sono collegate solo per abitudine al corpo. Bisogna quindi infrangere l’abitudine, cosa possibile solo con molto esercizio. Esercitarsi è apprendere, e apprendere comporta una ristrutturazione della struttura cerebrale che da quel momento può mettere di lato l’apprendere una volta assodato. L’esercizio ha un ruolo determinante tra gl’iniziati di tutte le religioni e tradizioni.

Anche il commutare la salute è un programmare a cui partecipano emozioni (anima) e raziocinio (intelletto), e che non funziona spontaneo ma attraverso allenamento e condizionamento. L’apprendere esercitandosi è il superamento indispensabile di una scissione, una crepa creata per proteggere l’individuo dagli effetti catastrofici che possono sorgere dai pensieri liberi tramutandosi in realtà.

 

Indice | Paragrafo precedente | Paragrafo successivo

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...