Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Le finestre dell'anima di Guido BrunettiLe Finestre dell'Anima

di Guido Brunetti   indice articoli

 

Il prof. Brunetti e il giudice Radoccia premiati dal Sindaco di Dogliola

Di Anna Gabriele   - Ottobre 2014


Nel corso della cerimonia di presentazione del libro “Quel fascino ambiguo del cervello” (Editore Campanotto) che ha avuto luogo domenica 27 luglio 2014 nell’aula consiliare del comune di Dogliola, grazioso borgo del Vastese, al professor Guido Brunetti, noto autore ed esperto nel campo delle neuroscienze, e al giudice Italo Radoccia, presidente del Tribunale di Vasto e insigne giurista, è stato consegnato un importante premio da parte del sindaco, Rocco D’ Adamio.

E’ stato definito un evento storico sia per il livello degli argomenti trattati -  cervello, mente e coscienza - solitamente riservati alle aule universitarie e ai congressi scientifici, sia per la presenza dei due illustri abruzzesi.

Il prestigioso riconoscimento ha inteso sottolineare il contributo fornito da Brunetti e Radoccia al progresso della cultura e della scienza e il loro forte legame affettivo con Dogliola. La madre di Brunetti, Maria, era sorella del nonno di Radoccia, Rocco Pellicciota, entrambi nativi del piccolo centro della provincia di Chieti.

Dopo i saluti del sindaco, ha preso la parola il presidente Radoccia, il quale attraverso un’ ampia e articolata relazione ha sviluppato una lucida ed approfondita panoramica sui principali temi neuro scientifici analizzati da Brunetti nel suo libro “Quel fascino ambiguo del cervello”. Commosso l’ intervento dell’  autore, il quale dopo aver  ricordato una serie di toccanti episodi e  aneddoti  della sua adolescenza trascorsa  a Dogliola ha raccontato gli ultimi, straordinari progressi compiuti dalle neuroscienze e sottolineato tra l’ altro come la ricerca sul cervello, la mente e la coscienza “rappresenti per i neuro scienziati la sfida più rivoluzionaria del XXI secolo, la più grande  e straordinaria avventura mai tentata dalla specie umana”.

Notevole la partecipazione emotiva del pubblico di Dogliola, che ha rivolto ai due relatori interessanti domande sul funzionamento e sui misteri del cervello e dell’ anima e sulla crisi economica, sociale e morale della società. “Una società - ha dichiarato Brunetti - depressa, stressata, incolta e volgare, priva di quei valori etici e spirituali che per millenni hanno guidato e sorretto la Civiltà Occidentale”.

 

   Anna Gabriele

Il Sindaco di Dogliola, il Prof. Guido Brunetti e il giudice Italo Radoccia

 

Altri articoli di Guido Brunetti

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...