Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS  - Utenti connessi
Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
 Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
Vecchio 15-09-2005, 20.28.23   #1
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
La curvatura spazio temporale

Buona sera a tutti, sono nuovo di questo "argomento" mi rivolgo a voi per una spiegazione, se è possibile grazie.
Ho visto l'altra sera un pezzetto della trasmissione di Piero Angela quando c'è la dimostrazione della curvatura mediante l'eclissi di sole, non ho capito che cosa e come ha dimostrato Einstein grazie claudio
fallible is offline  
Vecchio 15-09-2005, 21.13.11   #2
Jack Sparrow
Pirate of the Caribbean
 
L'avatar di Jack Sparrow
 
Data registrazione: 23-05-2005
Messaggi: 363
come sai la forza di gravità secondo newton è una attrazione tra due corpi dotati di massa, come la terra e la luna.

la gravità è quindi una forza di attrazione.

secondo einstein le cose vanno diversamente;
un corpo dotato di massa non instaura una forza di attrazione con altri corpi, bensì deforma lo spazio intorno a sè, come farebbe una pallina di ferro posta su un fazzoletto teso orizzontale.

secondo newton la luce non dovrebbe deviare proprio perchè ha massa=0; secondo einstein anche la luce devia quando passa nello spazio "curvato" dal corpo massiccio. questo non perchè viene attratta da esso, ma perchè segue la traiettoria più breve e lineare che ci sia.
sempre nell'ipotesi della pallina di ferro sul fazzoletto, se disegni una linea che passa "nella curvatura" ti accorgi che la linea anche se dritta cambia direzione.

la dimostrazione è proprio che la luce devia.
quando una forte sorgente di luce si trova magari dietro un grosso buco nero, la luce che si proietta dalla stella (non quella diritta verso di noi ma ci vorrebbe un disegno) devia vicino al buco nero e noi vediamo strane figure come l'anello di einstein. l'anello è in realtà una stella sola la cui luce che passa vicino al buco viene deviata verso di noi.

ancora molte teorie prevedono invece il gravitone (particella che agisce come mediatore della f. gravitazionale) invece che la curvatura (solito scontro: relatività VS meccanica quantistica)


se ho sbagliato qualcuno mi corregga

Ultima modifica di Jack Sparrow : 15-09-2005 alle ore 21.16.17.
Jack Sparrow is offline  
Vecchio 15-09-2005, 22.58.43   #3
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Aggiungo solo che Einstein si è servito dell'eclisse per poter più facilmente notare l'effetto, in quanto la Luna, nascondendo la luce emessa dal Sole, mette in risalto la luce prodotta dalle altre stelle, incluse quelle nella stessa direzione del Sole.
Knacker is offline  
Vecchio 16-09-2005, 00.14.23   #4
Jack Sparrow
Pirate of the Caribbean
 
L'avatar di Jack Sparrow
 
Data registrazione: 23-05-2005
Messaggi: 363
esatto

non avevo detto della prova di quark:

quando guardiamo il sole non possiamo cogliere le stelle vicine perchè il sole stesso ce le nasconde;
ma nel caso di una eclissi, il sole perde gran parte del suo potere di illuminarci, ma non di curvare lo spazio.

ecco quindi che è possibile vedere (vicino al sole eclissato) stelle spostate rispetto alla normale posizione nella sfera celeste.

ciò è una prova del fatto che che passando vicino al sole la luce delle stelle viene deviata dalla sua curvatura
Jack Sparrow is offline  
Vecchio 16-09-2005, 12.29.14   #5
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Grazie

Ho (credo) di aver capito....non ne vedo le applicazioni e che ci cambia grazie claudio
fallible is offline  
Vecchio 16-09-2005, 14.00.57   #6
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
non è esatto

Anche secondo le teorie gravitazionali di Newton la luce subisce una deflessione dovuta alla massa del corpo che lambisce: ricordo, infatti, che la luce, per Newton, era costituita di particelle.
Il calcolo della deviazione subita dai raggi luminosi a ridosso del Sole è, tuttavia, all'incirca la metà di quella prevista (ed effettivamente osservata) dalla relatività generale di Einstein.
Ciò si deve, banalizzando, al fatto che la distorsione prevista dalla relatività è di natura spazio-temporale, ossia coinvolge anche il calcolo delle "durate" lungo le geodetiche che descrivono i tragitti più brevi nello spazio-tempo così deformato.
Per Newton, invece, spazio e tempo sono contenitori immoti ed estranei alle traiettorie celesti: per la gravitazione newtoniana, la luce effettivamente curva il suo percorso rispetto allo spazio e non subisce modificazioni relative al sistema di riferimento rispetto al tempo.

Cosa cambia? Senza le correzioni relativistiche, neppure il sistema attuale delle telecomunicazioni potrebbe funzionare.
Weyl is offline  
Vecchio 16-09-2005, 18.57.32   #7
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
Eccentricità

Vedere! curve è sintomo di perverse(*) deviazioni(*2)


*perverse= persensate, percepite (dis-perdenti(**), dilatanti)
*2 deviazioni= "mutazioni"
**dis- = radice, da dispari, con resti di-versi(***) (rottura di simmetria (comparsa del contrasto****))
***diversi= individui, parti di una "ex" simmetria, quozienti e resti.
****contrasto= differenza, relazione, dimensione... ecct. ancora tutti sinonimi (di una quì ancora intatta simmetria)


..perchè rette son le manifestazioni duali!



Ps: non è necessario che molti si orientino in queste personalizzate etimologie
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 16-09-2005, 19.02.47   #8
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Talking

Sì z4nz4r0, sulla questione della luce, vorremmo tutti vederci più chiaro!
Knacker is offline  
Vecchio 19-09-2005, 08.17.40   #9
Vapensiero
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 14-04-2005
Messaggi: 195
Ma potremmo veramente sottoscrivere quello che leggiamo sulle formule dell'universo?

Seguo con passione tutto quello che riguarda la sua nascita, non sempre con piena comprensione, ma più mi addentro e più mi rendo conto che anche gli Astrofisici sono disorientati quanto noi dalle continue scoperte; per esempio:

da quando Hubble ha notato che l'universo si espande, è nata la teoria del Big Bang. Oggi si è scoperto che le Galassie, oltre ad espandersi, eseguono dei piccoli spostamenti laterali, che sono impensabili con il concetto stesso d'espansione, dovuta ad una forza iniziale.

Inoltre, la forma a spirale che distingue le Galassie, non sempre inizia nel senso di rotazione dovuta ad un'espansione fissa e caotica (più si allotanano più aumenta il caos). Allora?

Secondo le ultime scoperte sui Buchi neri, sembra che anche la relatività debba essere rivista (come aveva anticipato lo stesso
A. Einstein, riconoscendo i limiti di quella generale).

Forse, come si domanda Stephen Hàwking nella sua "Teoria del tutto", solo questa potrà dare delle risposte soddisfacenti alla nostra mente limitata, mentre quello che vi era prima di questo universo, è e sarà un mistero anche alla mente di Dio.

A meno che.....prima di lui non ve ne era un'altro.

Al di là delle battute a prezzi scontati, il vero mistero degli universi, a mio modo di vedere, non è rappresentato dalla loro nascita, ma dalla materia con cui sono composti, che, a quanto sembra, ha la facoltà di di creare il pensiero, laddove si dovessero avere le condizioni ottimali.

E' questa la vera sfida in cui l'uomo si deve cimentare, anche perchè, per tale ricerca, non ci sarebbe bisogno d'andare alla conquista dei Buchi neri, ma potrebbe analizzarla standosene tranquillamente nei laboratori esistenti su questa terra.

Ultima modifica di Vapensiero : 19-09-2005 alle ore 08.25.36.
Vapensiero is offline  
Vecchio 19-09-2005, 12.10.15   #10
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Citazione:
Messaggio originale inviato da Vapensiero
[...]
Secondo le ultime scoperte sui Buchi neri, sembra che anche la relatività debba essere rivista (come aveva anticipato lo stesso
A. Einstein, riconoscendo i limiti di quella generale).
[...]
Non sarebbe la prima volta che una teoria scientifica viene aggiornata con una nuova in grado di spiegare con più precisione com'è fatto il Mondo.

Citazione:
Messaggio originale inviato da Vapensiero
[...]
Al di là delle battute a prezzi scontati, il vero mistero degli universi, a mio modo di vedere, non è rappresentato dalla loro nascita, ma dalla materia con cui sono composti, che, a quanto sembra, ha la facoltà di di creare il pensiero, laddove si dovessero avere le condizioni ottimali.
Giustissimo, bisogna tener conto, però, che la materia stessa e la nascita dell'universo sono inevitabilmente legate e cercando di capire l'uno si comprende meglio l'altra (e viceversa).

P.S. Dicendo "...dalla materia con cui sono composti, che, a quanto sembra, ha la facoltà di di creare il pensiero, laddove si dovessero avere le condizioni ottimali. " cosa intendi di preciso? Sono interessato.
Knacker is offline  

 

« polli | Dimagrire »


Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it