Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

TESTI per riflettere   Indice

 

Buon Padre di Famiglia, lunatici, vagabondi e hasnamuss

Brano tratto da "La Quarta Via" di P. D. Ouspensky ed. ASTROLABIO - CAP.XII Padri di Famiglia, vagabondi, lunatici

Vedi anche: G. Gurdjieff
pag 3/3   .: pagina precedente


D. Sembra che gli individui nella categoria dei lunatici o in quella dei vagabondi sono più lontani del padre di famiglia da qualsiasi mento della verità.
R. Non c'è garanzia di ciò. Come vanno le cose, essi possono trovarsi esattamente allo stesso livello in relazione a quello, ma la loro potenzialità è diversa. Come parecchie altre cose, le persone non differiscono per quanto riguarda le manifestazioni; esse non sono diverse una dall'altra in mezzo a persone meccaniche. Ma le possibilità sono diverse Uno può divenire diverso, un altro non può; uno può cambiare soltanto se accade un miracolo, un altro può cambiare con i propri sforzi e con un certo aiuto.
D. Avete detto che tutti abbiamo parti di vagabondo, lunatico e di famiglia?
R. Cercate di non pensare a ciò in questi termini. Cercate parole vostre: cosa si intende per “padre di famiglia”, cosa si intende per 'vagabondo', cosa si intende per 'lunatico'. Queste parole non sono una descrizione, ma soltanto un accenno a determinate possibilità.
D. Se uno non ama l'autodisciplina, questa è una descrizione?
R. Non una descrizione; solamente una caratteristica. Prima di tutto il vagabondo non ha valori; per lui tutto è lo stesso; per lui non esiste bene e male; e per effetto di ciò, o in connessione con ciò, egli non ha disciplina. Il lunatico stima ciò che non ha valore e non stima ciò ha valore. Queste sono le caratteristiche principali non una descrizione. Il padre di famiglia possiede almeno certi valori da cui può cominciare e certi atteggiamenti pratici nei riguardi delle cose. Sa che se vuole mangiare deve lavorare.
D. A proposito della quarta categoria di uomo, che ha annullato ogni possibilità di sviluppo, la situazione sorge in lui per effetto di qualche forma di straordinario egoismo?
R. Sì, nella maggioranza dei casi é utile conoscere questa categoria solamente perché a volte questi individui hanno una parte importante nella vita. Ma essi sono già là: non possiamo né aiutarli né annientarli.
Dobbiamo pensare a noi stessi, al nostro atteggiamento e principalmente al nostro comprendere. In quanto se comprendiamo, va già meglio; accettiamo tali individui più facilmente e conosciamo i loro modi.
D. Le distinzioni tra uomini. 1,2 e 3 e 4 sono nette o, analogamente ai vagabondi, ai lunatici ' ai padri di famiglia, siamo un po' di ciascuno?
R. Sapete, voi assolutamente rovinate le idee per voi stessi quando le prendete in questa maniera e le confondete. Queste idee sono importantissime. Prima ne dovete prendere una, completamente separata, e cercare di comprenderla. Poi ne prendete un'altra e cercate di comprenderla. La divisione degli uomini n°. 1, 2 e 3, ecc., è una cosa e non è stata messa in parallelo con nessun'altra. Dovete studiarla così com'è: ciò che s'intende per uomo n. 1, per uomo n. 2, per uomo n. 3, quali sono le loro varie combinazioni, come sono mescolate, ecc.
Prendete poi questa seconda idea. Al fine di comprendere ciò che è inteso per padre di famiglia, vagabondo, lunatico e ulteriori degradazioni, per così dire, ciascuno va preso separatamente. Non potete prenderli tutti assieme e parlarne in un sol fiato. Questa divisione è stata menzionata in relazione alla possibilità di sviluppo. Dovete rendervi conto dell'enorme numero di persone che, per lo stato del loro essere, sono incapaci di apprezzare qualsiasi idea reale.
D. Un vagabondo potrebbe avere obiettivamente successo?
R. Questa parola viene usata per descrivere individui che nella strada ordinaria sono spesso supposti trovarsi molto vicini alla possibilità di sviluppo, sebbene in realtà essi ne siano molto lontani; più lontani della gente assolutamente comune; le persone possono conoscere stupende parole, parlare con grande facilità e tuttavia essere assai lontane dalla possibilità di sviluppo.
D. Qual è il significato dell'idea rappresentata da queste tre categorie?
R. La cosa importante è che in ciascuno di noi anche se riteniamo di avere qualche attitudine pratica e qualche valore, una parte importante di noi non ha valori o ha falsi valori, come il vagabondo e il lunatico.
D. Cosa ci può aiutare a ottenere maggior discriminazione?
R. Separate in voi stessi il meccanico dal conscio, osservate quanto ci sia poco di conscio, come questo lavori raramente, e quanto sia forte il meccanico: atteggiamenti meccanici, intenzioni meccaniche, pensieri meccanici, desideri meccanici.
…………..
Brano inviato da Claudio B.

pagina 3/3
.: pagina precedente

 

Indice Testi per Riflettere

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...