Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

TESTI Canzoni - Classici in lingua inglese - Indice

Testi canzoni originali con traduzione in italiano di Ermanno Tassi

 

Penny Lane - The Beatles

Di: John Lennon, Paul McCartney

 

 

Testo della canzone (lingua originale)

 

Penny Lane

 

In Penny Lane there is a barber showing photographs
Of every head he's had the pleasure to have known
And all the people that come and go
Stop and say: “ Hello!”

On the corner is a banker with a motorcar
The little children laugh at him behind his back
And the banker never wears a mac
In the pouring rain...
Very strange

Penny Lane is in my ears and in my eyes
There beneath the blue suburban skies
I sit, and meanwhile back

In Penny Lane there is a fireman with an hourglass
And in his pocket is a portrait of the Queen.
He likes to keep his fire engine clean
It's a clean machine
Very strange

Penny Lane is in my ears and in my eyes
Four of fish and finger pies (1)
In summer, meanwhile back

Behind the shelter in the middle of a roundabout
A pretty nurse is selling poppies from a tray
And though she feels as if she's in a play
She is anyway

In Penny Lane the barber shaves another customer
We see the banker sitting waiting for a trim
Then the fireman rushes in
From the pouring rain...
Very strange

Penny Lane is in my ears and in my eyes
There beneath the blue suburban skies
I sit, and meanwhile back
Penny Lane is in my ears and in my eyes
There beneath the blue suburban skies...
Penny Lane.

 


Testo della canzone (Traduzione in italiano)

Traduzione a cura di Ermanno Tassi

 

 

Penny Lane

 

In Penny Lane c’è un barbiere che espone le fotografie
Di ogni testa che ha avuto il piacere di conoscere
E tutta la gente che va e viene
Si ferma e dice: “Salve!”

All’angolo c’è un banchiere con una macchina
Ed i ragazzini gli ridono dietro
Ed il banchiere non mette mai l’impermeabile
Sotto la pioggia battente
Molto strano

 

Penny Lane è nelle mie orecchie  e nei miei occhi
La sotto i cieli azzurri della periferia
Mi siedo e nello stesso istante vado a ritroso nel tempo

 

In Penny Lane c’è un pompiere con una clessidra
Ed in tasca tiene un ritratto della Regina
Lui ci tiene ad aver l’autopompa sempre pulita
E’ una macchina pulita
Molto strano

Penny Lane è nelle mie orecchie e nei miei occhi
Quattro soldi di pesce e patatine fritte
In estate vado a ritroso nel tempo

Dietro la pensilina nel mezzo della rotonda
Una bambinaia vende papaveri dal suo vassoio
E anche se si sente come se recitasse
Lei è lì comunque

 

In Penny Lane il barbiere fa la barba ad un altro cliente
Vediamo il banchiere seduto in attesa per una sistemata
Poi il pompiere irrompe
In fuga dalla pioggia battente
Molto strano

 

Penny Lane è nei mie orecchie e nei miei occhi
La sotto i cieli azzurri della periferia
Mi siedo e nello stesso istante vado a ritroso nel tempo
Penny Lane è nei mie orecchie e nei miei occhi
La sotto i cieli azzurri della periferia
Penny Lane

 

NOTA

1) Four fish and finger pies = molto probabilmente è un lessico gergale per significare una sorta di merendina, anche se finger pies può assumere anche il senso erotico di una pratica sessuale, che io escluderei in questo contesto visto il tono dolcemente nostalgico della canzone. In rete ho trovato uno snack che sulla confezione oltre a mostrare la foto di una sorta di biscotto cita il verso della canzone con il nome dei Beatles.

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...