Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

TESTI Canzoni - Classici in lingua francese - Indice

Testi canzoni originali con traduzione in italiano di Ermanno Tassi

 

Un Jour Tu Verras - Marcel Mouloudji

Di: Geoges Van Parys, Marcel Mouloudji

 

Testo della canzone (lingua originale)

 

Un Jour Tu Verras

 

Un jour tu verras
On se rencontrera
Quelque part, n'importe où
Guidés par le hasard

 

Nous nous regarderons
Et nous nous sourirons
Et la main dans la main
Par les rues nous irons

 

Le temps passe si vite
Le soir cachera bien
Nos cœurs, ces deux voleurs
Qui gardent leurs bonheurs

 

Puis nous arriverons
Sur une place grise
Où les pavés seront doux
A nos âmes grises

 

Il y aura un bal
Très pauvre et très banal
Sous un ciel plein de brume
Et de mélancolie

 

Un aveugle jouera
De l'orgue de barbarie (1)
Cet air pour nous sera
Le plus beau, le plus joli

 

Puis je t'inviterai
Ta taille je prendrai
Nous danserons tranquille
Loin des gens de la ville

 

Nous danserons l'amour
Les yeux au fond des yeux
Vers une fin du monde
Vers une nuit profonde

 

Un jour tu verras
On se rencontrera
Quelque part, n'importe où
Guidés par le hasard

 

Nous nous regarderons
Et nous nous sourirons
Et la main dans la main
Par les rues nous irons



Testo della canzone (Traduzione in italiano)
Traduzione a cura di Ermanno Tassi

 


Un Giorno Vedrai

 

Un giorno vedrai
Ci incontreremo
Da qualche parte, dove non importa
Guidati dal caso

 

Ci guarderemo
E ci sorrideremo
E mano nella mano
Ce ne andremo per le strade

 

Il tempo passa così in fretta
La sera nasconderà del tutto
I nostri cuori, questi due ladri
Che tengono alla loro felicità

 

Poi arriveremo
Su una piazza grigia
Dove il selciato sarà dolce
Per le nostre anime grigie

 

Ci sarà un ballo
Molto povero e banale
Sotto un cielo pieno di nebbia
E di malinconia

 

Un cieco suonerà
L’organo di barberia
Quel motivo sarà per noi
Il più bello, il più carino

 

Dopo ti cingerò
La vita stringendoti
Danzeremo tranquilli
Lontani dalla gente di città

 

Danzeremo l’amore
Gli occhi nel fondo degli occhi
Verso la fine del mondo
Verso una notte profonda

 

Un giorno vedrai
Ci incontreremo
Da qualche parte, dove non importa
Guidati dal caso

 

Ci guarderemo
E ci sorrideremo
E  mano nella mano
Ce ne  andremo per le strade

 

NOTA

1) L’organo di barberia è uno strumento musicale meccanico che emette un suono simile all’organo o al pianoforte, è detto anche pianola, si vedeva per le strade fino agli anni ’60, azionato da una persona che raccoglieva le offerte dei passanti e sovente dava foglietti della buona fortuna, segno di un'epoca che fu.

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...