Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

TESTI Canzoni - Indice

 

Visions Of Johanna - Bob Dylan

Di Bob Dylan
Dall'album: Blonde on Blonde - Columbia Records, 1966


Ain't it just like the night to play tricks
when you're trying to be so quiet
we sit here stranded
tho we're all doing our best to deny it
and louise holds a hand full of rain
tempting you to defy it
lights flicker from the opposite loft
in this room the heatpipes just cough
the country music station plays soft
but there's nothing
really nothing to turn off
just louise and her lover so entwined
and these visions of Johanna
that conquer my mind
in the empty lot where the ladies play
blindman's buff with the key chain
and the all night girls
they whisper of escapades out on the D(1) train
we can hear the night watchman
click his flashlight
ask himself if it's him or them
that's insane
Louise she's alright she's just near
she's delicate and she seems like the mirror
but she just makes it all
too concise and too clear
that Johanna's not here
the ghost of electricity
howls in the bones of her face
where these visions of Johanna
have now taken my place
now little boy lost
he takes himself so seriously
he brags of his misery
he likes to live dangerously
and when bringing her name up
he speaks of a farewell kiss to me
he's sure got a lot of gall
to be so useless and all
muttering small talk at the wall
while I'm in the hall
oh how can I explain
it's so hard to get on
and these visions of Johanna
they kept me up past the dawn
inside the museums
infinity goes up on trial
voices echo this is what
salvation must be like after a while
but mona lisa must a had the highway blues(2)
you can tell by the way she smiles
see the primitive wallflower(3) freeze
when the jellyfaced(4) women all sneeze
hear the one with the moustache say jeeze
I can't find my knees
oh jewels and binoculars
hang from the head of the mule
but these visions of johanna
they make it all seem so cruel
the peddler now speaks to the countess
who's pretending to care for him
saying name me someone who is not a parasite
and I'll go out and say a prayer for him
but like louise always says
you can't look at much can ya man
and she herself prepares for him
and madonna she still has not showed
we see this empty cage now corrode
where her cape on the stage once had flowed
the fiddler he now steps to the road
he writes ev'rything's been returned
which was owed
on the back of the fishtruck that loads
while my conscience explodes
the harmonicas play the skeleton keys(5) and the rain
and these visions of johanna are now all
that remain

 



 

Non è proprio la notte di fare giochi di destrezza
allorché provi a star tranquillo
siamo seduti qui sperduti
anche se facciamo di tutto per negarlo
louise stringe una mano piena di pioggia
tentandoti a sfidarla
luce brilla nell'appartamento di fronte

i tubi del riscaldamento tossiscono appena
la stazione radio country trasmette una dolce musica
ma non c’è niente proprio nessun'altra scelta
solo louise e il suo amante abbracciati stretti
e queste fantasie su Johanna
che mi occupano la mente
nello spiazzo vuoto dove le signore giocano
a mosca cieca con il portachiavi
e le ragazze della notte
bisbigliano di avventure sulla linea D
sentiamo il guardiano notturno
accendere la sua torcia
chiedersi se sia lui pazzo o loro
Louise è perfetta è vicina
è delicata e sembra come uno specchio
ma rende tutto così semplicemente
troppo conciso e troppo chiaro
che Johanna non è qui
lo spettro dell'elettricità
urla nelle ossa del suo volto
dove queste fantasie su Johanna
hanno ora preso il mio posto
adesso il piccolo ragazzo sperduto
si prende troppo sul serio
si vanta della sua infelicità
gli piace vivere pericolosamente
e quando il nome di lei viene pronunciato
parla di un bacio d'addio per me
ha proprio un bel fegato
a essere così completamente inutile
borbottando le sue chiacchiere al muro
mentre io sono nell'ingresso
oh come posso spiegare
è così difficile continuare
e queste fantasie su Johanna
mi hanno tenuto sveglio dopo l'alba
dentro i musei
l’infinità viene posta sotto esame
voci echeggiano è così che
deve essere la salvezza dopo un po' di tempo
Monna Lisa doveva essere depressa a causa dell’autostrada

si capisce da come sorride

guarda la scialbetta che gela a far tappezzeria

quando le donne invidiose starnutiscono tutte
senti quella coi baffi dire caspita!
non riesco a trovare le mie ginocchia
gioielli e binocoli
pendono dalla testa del mulo
ma queste fantasie su Johanna
fanno apparire tutto così crudele
venditore ambulante parla con la contessa
fa finta d’interessarsi a lui

e dice fammi vedere qualcuno che non sia un parassita
e io andrò a recitargli una preghiera
ma come dice sempre louise
non c’è molto da vedere vero compare?
mentre lei stessa si prepara per lui
e Madonna ancora non si è vista
guardiamo questa gabbia vuota corrodersi
dove un tempo ondeggiava la sua mantella sulla scena
il violinista adesso cammina verso la strada
e scrive tutto ciò che era dovuto è stato restituito
dietro il camion che carica il pesce
mentre la mia coscienza esplode
le armoniche suonano chiavi per tutte le porte
e la pioggia e queste fantasie su Johanna sono ora tutto
quello che rimane

 

NOTE

1) Linea di metropolitana
2) Highway blues = è una definizione americana dello stato di depressione e tristezza che prende alle volte chi guida sull’autostrada, in particolar modo se si trova in un ambiente circostante monotono e privo d’interesse.

3) Wallflower = violaciocca, ma qui si riferisce a chi ad un ballo fa da tappezzeria (fig. fam.) Le ragazze tappezzeria erano quelle bruttine che nessuno invitava a ballare al tempo in cui si facevano balli di coppia.
4) Jellyfaced = significa persona invidiosa, in altri casi ragazza carina che s’imbruttisce con del trucco, o anche una sorta di giocattolo, c’è anche un complesso musicale Jelly-Faced Women.
5) Skeleton key = gioco di parole sul doppio utilizzo della parola key, chiave, anche musicale e skeleton key passepartout.

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...