Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  17° ANNO

Riflessioni sul CristianesimoRiflessioni sul Cristianesimo

di Pier Angelo Piai      indice articoli


Il linguaggio che stimola all'auto-consapevolezza

Luglio 2013

 

Se si volesse esprimere tutto ciò che pullula nei nostri meandri mentali, si dovrebbe inventare e costruire un linguaggio tutto personale, ma allora diventerebbe incomprensibile. In noi c’è anche il desiderio di comunicare agli altri le esperienze interiori. I filosofi più conosciuti hanno sempre utilizzato il linguaggio filosofico preesistente per poter poi personalizzare in modo creativo il proprio punto di vista. Ognuno di loro ha contribuito ad arricchire il patrimonio linguistico e culturale dell’altro e viceversa. Così per tutte le altre categorie dello scibile umano relative alla letteratura, alla scienza ed alla tecnica.

Anche le idee ritenute più originali emergono dall’humus intuitivo sedimentato nel nostro inconscio grazie alla comunicazione con gli altri ed alle predisposizioni del nostro “io” più trascendentale.

Qualcuno ha sostenuto che il linguaggio è la casa dell’essere. Questa affermazione contiene un nucleo di verità. Il linguaggio, in fondo, è  il frutto di ciò che elaboriamo nel nostro universo interiore che, con il suo dinamismo, denominiamo “coscienza”. Questa è potenzialmente infinita perché ha la capacità di generare idee e concetti meta-empirici. Ma tra il linguaggio e la nostra attività cosciente c’è sempre uno scarto incommensurabile, perché nessuna espressione comunicativa potrà coincidere perfettamente con la nostra visione del mondo che è sempre in evoluzione e lo è, di conseguenza, anche il linguaggio stesso. In qualche modo il linguaggio che usiamo è un indicatore del nostro stato di coscienza perché ad esso è strettamente correlato.

Questo perché “essere” e “coscienza”  sono inscindibili, se accettiamo il presupposto che esiste in modo più autentico chi ne ha più coscienza.

Ciò è constatabile anche dalla comune esperienza. Ognuno di noi è sempre cosciente di qualcosa, anche della stessa coscienza che “oggettiviamo” per praticità. Senza cadere nel soggettivismo più radicale, possiamo dedurre che tutto ciò che esiste è sempre elaborato dalla nostra coscienza, se si trova nel suo campo d’azione. Per esempio, quel sasso che percepisco davanti a me non ha coscienza di me, ma io ho coscienza di esso. Pur esistendo in sé, indipendentemente dalla mia esistenza, sono io che lo constato “esistente”.

Se non ci fosse alcun essere dotato di auto-coscienza, quel sasso è come se non esistesse: c’è “oggettivamente”, ma senza una coscienza percepente non ha senso il suo “esserci” e qualcosa che non ha senso è come se non ci fosse.

Da qui deduciamo che ogni essere cosciente dona un senso a tutto ciò che esiste e, a suo modo, partecipa dell’atto creatore divino.

Il linguaggio esprime questo perché ha la capacità di  “coscientizzarci” ulteriormente e più si arricchisce di lemmi, espressioni idiomatiche, concetti ecc. più stimola l’auto-consapevolezza, dipende dall’uso che ne facciamo.

   Pier Angelo Piai
   www.mondocrea.it



Riflessioni esistenziali sui quadri di Enrico Marras
di Pier Angelo Piai


Altre Riflessioni sul Cristianesimo

 


Pier Angelo Piai offre ai suoi lettori la seguente raccolta di riflessioni in formato Pdf: Esistere con stupore




Inoltre ha iniziato a realizzare la versione audio in mp3 del Catechismo della Chiesa Cattolica con il testo integrale, per dare a chiunque la possibilità di ascoltarlo anche in determinati momenti della giornata (in auto, con l'iPod, con lettore mp3 ecc.). Potrà essere molto utile per i non vedenti e per tutti coloro che desiderano approfondire la retta dottrina della Chiesa.

 

Catechismo della Chiesa Cattolica in MP3


E' un lavoro molto impegnativo, é gradita quindi la collaborazione di chiunque ha la capacità e i mezzi per la registrazione audio in mp3.
Eventualmente scrivere a: piaipi@alice.it


Cerca nel sito


Utenti connessi

seguici su facebook



Iscriviti alla Newsletter mensile

Iscriviti alla NEWSLETTER

Riceverai Gratis la Newsletter mensile

con gli aggiornamenti di Riflessioni.it

Un solo invio al mese

IN TUTTE LE LIBRERIE

 

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

Ivo Nardi ha posto dieci domande esistenziali a più di cento personaggi della cultura, una preziosa raccolta di riflessioni che mettono in luce le prospettive della società contemporanea.

L’intento è quello di offrirti più punti di vista possibili sul senso della vita, così da aiutarti in maniera più obiettiva davanti alle circostanze della tua esistenza. Approfondisci


Leggi l’introduzione
e scarica gratuitamente l'eBook contenente gli aforismi tratti dalle risposte.

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2017

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...