Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  17° ANNO

Enciclopedia   Indice

 

Hans Christian Andersen

 

Hans Christian AndersenHans Christian Andersen nacque a Odense nel 1805, suo padre era ciabattino mentre sua madre finì in ospizio per alcoolizzati. Nel 1819 si stabilì a Copenaghen, dove poté studiare danza e canto, e poi frequentare l'università grazie a protettori generosi: tra essi il musicista italiano G. Siboni e soprattutto J. Collin. Rimase sostanzialmente un autodidatta. Importante per lui il precoce contatto con la narrativa di Hoffmann.
Andersen morì a Copenaghen nel 1875.

Il suo esordio letterario ufficiale avvenne con il dramma Agnese e l'uomo del mare (1833-1834), ma già nel 1829 Andersen aveva preso a pubblicare, sul modello di Heine, diari e taccuini di viaggio: una attività che continuò anche successivamente (ad esempio con Il bazar del poeta, 1842). Giunge alla notorietà con il romanzo L'improvvisatore (1835), storia di una gioventù stentata come la sua. A renderlo celebre nel mondo però saranno le sue Fiabe: la prima raccolta risale al 1835-1837. A essa seguiranno altre raccolte, nel 1844-1845, 1858-1866, e via di seguito fino al 1872: in tutto 156 fiabe.
Le fiabe più antiche derivano da motivi della tradizione popolare scandinava: Il compagno di viaggio, Il piccolo Claus e il grande Claus, I cigni selvatici. Hans Christian Andersen poi si volse più decisamente alla fiaba letteraria, usando materiali più diversi: ad esempio I vestiti nuovi dell'Imperatore. In una lingua varia, dai genuini modi quotidiani a raffinatezze anche leziose, le sue fiabe esprimono il sovramondo delle «fé erie» (La collina degli elfi, Il folletto Serralocchi), l'idillio della natura (L'abete, I fiori della piccola Ada, Il rospo, L'usignolo), ma anche i rapporti arcani colti tra gli oggetti più prosaici (L'ago da rammendo, Il vecchio fanale, La goccia d'acqua, Gli stracci). Parecchie fiabe hanno spunti autobiografici: La sirenetta, L'intrepido soldatino di piombo, La pastorella e lo spazzacamino, che contrappongono al sogno la tenace malinconia della vita vera, e alludono alle delusioni amorose dello scrittore.
La validità delle fiabe di Andersen è ovviamente soprattutto nel significato che esse assumono per noi. La loro matrice risiede nel voler sostituire al mondo dell'esperienza una sua costruzione facsimile, che però non diventa mai realtà autonoma: Andersen ne mostra spietatamente il carattere labile e ambiguo: il povero soldatino caricaturizza il tronfio orgoglio militaresco, ma anche lui non combatterà altre battaglie: finirà liquefatto, dissolto. L'ispirazione di Andersen è più attenta ai segnali di morte che a quelli di salvezza o di evasione. Anche il lieto fine, quando c'è, è reversibile: la felicità del «brutto anatroccolo» trasformato in cigno serve a capire che la felicità vera era poi l'altra, quando l'anatroccolo sguazzava nel fango, vicino alle radici del mondo.

 

fonte: www.girodivite.it/antenati/antenati.htm - an open content project

 

Nel sito le fiabe:

I vestiti nuovi dell'Imperatore
L'intrepido soldatino di piombo


Cerca nel sito


Utenti connessi

seguici su facebook



Iscriviti alla Newsletter mensile

Iscriviti alla NEWSLETTER

Riceverai Gratis la Newsletter mensile

con gli aggiornamenti di Riflessioni.it

Un solo invio al mese

IN TUTTE LE LIBRERIE

 

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

Ivo Nardi ha posto dieci domande esistenziali a più di cento personaggi della cultura, una preziosa raccolta di riflessioni che mettono in luce le prospettive della società contemporanea.

L’intento è quello di offrirti più punti di vista possibili sul senso della vita, così da aiutarti in maniera più obiettiva davanti alle circostanze della tua esistenza. Approfondisci


Leggi l’introduzione
e scarica gratuitamente l'eBook contenente gli aforismi tratti dalle risposte.

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2017

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...