Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  17° ANNO

Enciclopedia   Indice

 

Eduardo De Filippo

 

Biografia

Eduardo De Filippo, nato a Napoli nel 1900 e morto a Roma nel 1984 è stato autore, attore, regista e capocomico italiano. Figlio naturale di Eduardo Scarpetta, esordì giovanissimo nella compagnia di quest'ultimo con i fratelli Titina e Peppino.
Nel 1929 i tre fratelli De Filippo passarono nella compagnia Molinari e nel 1931 Eduardo scrisse per questa formazione una delle sue opere più celebri: "Natale in casa Cupiello". Nel 1932 i tre fratelli fondarono la compagnia De Filippo, con cui girarono l'Italia intera e che Peppino lasciò nel 1945.
Con la fine della guerra iniziò il periodo aureo di Eduardo che riempiva i teatri con i suoi testi, da lui stesso interpretati e diretti, in cui ritraeva la dolente, comica e variegata realtà napoletana. Adottando il parlato popolare, conferì al napoletano la dignità di lingua e contribuì a trasformare il teatro dialettale in teatro d'arte.
Non c'è italiano che non conosca almeno un titolo della sua copiosissima produzione: Napoli Milionaria (1945), Questi fantasmi e Filumena Marturano (1946), Mia famiglia (1953), Bene mio, core mio (1956), De Pretore Vincenzo (1957), Sabato, domenica e lunedì (1959), Il sindaco del rione Sanità (1961, in seguito in versione televisiva) e Gli esami non finiscono mai (1974). Al successo delle opere contribuirono anche una recitazione asciutta e contrappuntata da silenzi comunicativi e un viso potentemente espressivo: la maschera stessa dell'arte del teatro, che prestò a Pulcinella, ruolo con cui girò per il mondo.
Uomo di vasta cultura e sensibilità, rigoroso e pignolo, fu capocomico della propria compagnia e, mentre promuoveva Napoli e il Sud nel mondo, riportò a nuova vita il Teatro San Ferdinando nella sua città. Già dal 1932 lavorò per il cinema, per il quale disegnò gustose macchiette (in "Tempi nostri", "Tutti a casa" e "L'oro di Napoli", diretto da De Sica).
Come regista girò il suo primo film nel 1940 e si affermò con Filumena Marturano (1951). Per la televisione realizzò registrazioni di successo dei suoi spettacoli (nel 1975 propose quattro commedie di Scarpetta).
Il teatro di Eduardo (tra i più grandi autori e interpreti di questo secolo, non solo in Italia) elevò le vicende dei personaggi dei "bassi" napoletani a emblemi della vita stessa, con la sua carica di dolore e felicità, di comicità e tragedia, facendo della farsa disincantata il modo più adeguato per parlare dei guasti della vita quotidiana e delle fatiche dell'anima.
Tra i suoi ultimi impegni, la traduzione in napoletano secentesco della Tempesta di Shakespeare (allestita con marionette) e l'interpretazione del maestro da vecchio in "Cuore di De Amicis" (1984) nella versione per la televisione.

fonte: www.akkuaria.com


Cerca nel sito


Utenti connessi

seguici su facebook



Iscriviti alla Newsletter mensile

Iscriviti alla NEWSLETTER

Riceverai Gratis la Newsletter mensile

con gli aggiornamenti di Riflessioni.it

Un solo invio al mese

IN TUTTE LE LIBRERIE

 

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

Ivo Nardi ha posto dieci domande esistenziali a più di cento personaggi della cultura, una preziosa raccolta di riflessioni che mettono in luce le prospettive della società contemporanea.

L’intento è quello di offrirti più punti di vista possibili sul senso della vita, così da aiutarti in maniera più obiettiva davanti alle circostanze della tua esistenza. Approfondisci


Leggi l’introduzione
e scarica gratuitamente l'eBook contenente gli aforismi tratti dalle risposte.

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2017

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...